Come usate le mele in cucina? Sbirciando qua e là ho notato quanto siano amate nelle preparazioni dolci e poco usate in quelle salate anche se donano carattere al piatto. Benché credo che il connubio perfetto sia rappresentato dalla coppia mela-cannella, devo dire che non le disdegno nelle insalate soprattutto se unite alla barbabietola (o rapa rossa). Naturalmente esistono diverse qualità di mele e ogni mela ha la sua sua ricetta perfetta. Tra le varietà che adoro vi è senz’altro la fuji: polpa croccante e succosa, sapore dolce, ricca di fruttosio e buona sia cotta che cruda. La fuji è una varietà nata in Giappone, all’incirca negli anni ’30, dai coltivatori della “Tohoku Research Station” ed è un incrocio tra due tipi di mela molto diffusi in nord America : la red delicious e la ralls Janet. La Fuji è una varietà tardiva, quindi ideale per la coltivazione negli ambienti di pianura, dove le temperature rimangono alte più a lungo per tutto il mese di settembre.

Qualche settimana fa, però, ho conosciuto una primizia italiana: MelaPiù, una mela che nasce a Ferrara, nel 1994, con una grande missione: rilanciare, diffondere e affermare i valori della melicoltura di pianura, tipica di questa varietà, portando alla creazione di ben 6 aziende frutticole in Emilia-Romagna che seguono una rigida disciplina nella produzione orientata alla qualità. Non vi nego che mi sono deliziata nella creazione di: crostate, dolci al cucchiaio, insalate e questo delizioso Tabbouleh dai sapori autunnali senza glutine.  Una ricetta che condivido con voi perchè ha deliziato tutti con il suo retrogusto agrodolce, al sua freschezza e la sua genuinità. Insomma ve lo consiglio perchè potrebbe essere l’aperitivo perfetto per le feste o l’antipasto adatto se volete stupire con gusto.

Print Recipe
Tabbouleh ai sapori autunnali
Antipasto di origine levantina perfetto anche in un buffet o come aperitivo. Ricetta senza glutine, senza lattosio, sana, facile, veloce e poco calorica. Se si desidera, come me, usare le mele come contenitore si può eliminare il torsolo lasciando la mela intatta e scavare all'interno creando le palline da usare per condire il tabbouleh .
Keyword Tabbouleh
Tempo di preparazione 20 minutes
Tempo di cottura 7-10 minutes
Porzioni
4-6 mele
Keyword Tabbouleh
Tempo di preparazione 20 minutes
Tempo di cottura 7-10 minutes
Porzioni
4-6 mele
Istruzioni
  1. Versare 190 ml d'acqua, un cucchiaio d'olio e un cucchiaino di sale, in una pentola, portare a bollore, togliere la pentola dal fuoco, aggiungere il cous cous, mescolare, chiudere con il coperchio e attendere 5 minuti circa (se la confezione del cous cous utilizzato riporta istruzioni differenti seguire le indicazioni di cottura e dosi riportate sulla confezione). In una padella , con un filo d'olio EVO, scottare leggermente i gamberetti e metterli da parte. Lavare, sbucciare, togliete il torsolo delle mele con un levatorsolo e creare delle palline con lo scavino da frutta piccolo. Ridurre le noci in polvere lasciando dei pezzetti un po' più grossolani con l'aiuto di un batticarne o di un tritatutto. In un ciotola emulsionare: il succo di limone, l'olio, il sale, il pepe e la menta tritate finemente. In un'insalatiera versare il cous cous ormai freddo, gli arilli della melagrana, le palline di mela ed i gamberetti scottati precedentemente in padella, condire con l'emulsione, spolverare con le noci tritate e servire in bicchierini monoporzione, vasetti oppure in delle mele scavate.
 

Immagini e ricetta l’Atelier du Fantastique-  Il post non rappresenta una sponsorizzazione bensì una semplice recensione su un prodotto ricevuto e testato. 

2 Comments on Tabbouleh ai sapori autunnali senza glutine

  1. Alessia
    23 novembre 2018 at 10:49 (3 settimane ago)

    Fantastiche ricette e decorazioni!Ottimo lavoro Aurelie!Continua così!Alessia😘

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 novembre 2018 at 19:07 (3 settimane ago)

      grazie di cuore !!! 🙂 :*

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.