Ogni volta che impariamo qualcosa di nuovo, noi stessi diventiamo qualcosa di nuovo.
(Leo Buscaglia)

Nord e sud, blogger del nord e blogger del sud, formazione dal tacco in su e dal tacco in giù. Apparteniamo tutti alla stessa fantastica nazione però, non si capisce bene per quale ragione, la maggior parte degli eventi, dei corsi, delle cose importanti sembrano essere riservate solo a chi abita al nord. Blog in town nasce cosi, un anno fa, dalla voglia di Giusi Tandoi di avere, creare e dare una possibilità a lei stessa e alle blogger del tacco di questo stivale e non solo. Giusi, si è rimboccata le maniche, ha creduto in se stessa e l’anno scorso è riuscita, tra mille difficoltà, a dar vita al suo evento.  Il 20 ottobre, a distanza di un anno, Giusi è cresciuta e con la collaborazione di Nunzia Bellomo , con la quale ha costituito l’associazione BIT,  il supporto di Forprogest e EIPASS certificazione informatica e grazie  a 4 sponsor pugliesi (Caseificio Montrone, Pasta Granoro, Thatsapulia e La bottega Conversano) ha organizzato un workshop di 6 ore per blogger, storyteller, influencer, instagrammer, social media marketer, docenti e studenti. Un evento incentrato sul mondo del blogging e della comunicazione social che ha permesso, agli oltre 70 partecipanti, di scoprire tanti trucchi del mestiere.

Le aree tematiche previste dal corso di formazione erano 4: SEO, fotografia social, storytelling e algoritmi instagram.

L’esperto SEO, fondatore e amministratore unico di Aproweb-Web agency e consulente e-commerce, Daniele Rutigliano, ha spiegato ai discenti l’importanza dell’utilizzo delle giuste keyword e query. Difatti usare le parole chiavi in modo corretto aiuta il nostro blog, sito o portale a posizionarsi in maniera ottimale nel motore di ricerca aumentando le visualizzazioni. Esistono, però, tre tipi di keyword : generiche, medie e specifiche; per ottimizzare il nostro lavoro è giusto puntare sulle ultime. Inoltre è essenziale conoscere trucchi, segreti e tool necessaria per la realizzazione di un testo con una SEO perfetta.

Con l’esperta di fotografia Daniela Mele, abbiamo scoperto le attrezzature fondamentali per realizzazione di foto e video social, le app che possono aiutarci nell’editare uno scatto, le linee guida per ottenere una foto professionale e quanto sia di vitale importanza distinguersi attraverso un proprio stile. Siamo cosi passati dalla prospettiva alla regola dei tre quarti sino ad arrivare all’originalità degli scatti e alla post produzione. La parola chiave di questo in questo campo è “ispirazione”, prendere spunto per farsi ispirare realizzando scatti memorabili o instagrammabili.

Il terzo intervento è stato quello della blogger Sara Mallia, mamma del blog “Shoeplay”, esperta di storytelling, web writing e autrice del libro “Guida per blogger allo sbaraglio”. Con Sara abbiamo visto quanto, quella famosa ispirazione, possa essere il punti di partenza dello storytelling, quel raccontare se stessi o la propria azienda usando: valori, emozioni e quel trasportare il lettore nel proprio mondo.

Con la local manager Igers Taranto Marika Marangella , laureata in Scienze della Comunicazione con un Master in Digital Marketing for Tourism and Events Management, abbiamo scoperto alcuni algoritmi presenti su uno dei social più amati e importanti: instagram. Dopo aver discusso di app utili per foto e stories l’attenzione si è focalizzata su una delle gradi criticità presenti all’interno del network, ovvero: bot, finiti follower, finiti like a commenti, un fenomeno che sta dilagando e rovinando, tramite l’uso del “sottobosco” (azioni poco lecite degli utenti volte ad un finto incremento dei numeri), chi lavora seriamente con questo strumento di condivisione. 

Il BIT, anche quest’anno, si è dimostrato un evento volto alla crescita dei partecipanti e non solo. Quindi grazie a Giusi e Nunzia per aver creduto nei loro sogni e nella voglio di costruire qualcosa di speciale anche al sud.

Immagini: L’Atelier du Fantastique – Prima, seconda e ultima foto di proprietà della pagina Facebook BIT

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.