La gaufre, conosciuta anche come waffle, è un dolce di origine belga con una storia che si perde nell’alba dei tempi approdando nell’antica Grecia. La sua forma, solitamente, è quadrata con un cuore morbido ed una scocca croccante. La sua particolarità è la superficie a grata e nella versione che vi propongo si trasforma in un fritto delizioso e versatile. Se non si possiede l’apposita macchina per la cottura è possibile ovviare con una cottura alternativa: al forno o in padella, però non vi da la possibilità di ottenere la sua trama caratteristica. La gaufre nasce dolce ma, da alcuni anni, si è trasformata in un aperitivo salato davvero stuzzicante.

La ricette base che vi propongo può essere utilizzata per effettuare la gaufre tradizionale, se si desidera ottenere la versione fritta basta effettuale la seconda cottura coma da ricetta.

Print Recipe
Gaufre senza glutine (versione fritta) con latte condensato e frutta di stagione
Tempo di preparazione 10 minutes
Tempo di cottura 15 minutes
Tempo Passivo 1 hours
Porzioni
6-10 people
Tempo di preparazione 10 minutes
Tempo di cottura 15 minutes
Tempo Passivo 1 hours
Porzioni
6-10 people
Istruzioni
Per le goufre
  1. In una ciotola versare le uova e lavorare, con le fruste, sino ad ottenere una spuma . Aggiungere lo zucchero e la polpa di vaniglia. Incorporare il burro fuso e continuare a mescolare. Inserire il lievito, la farina e il latte un po' per volta (la quantità del latte varia in base all'assorbimento della farina). Mescolare con le fruste elettriche per qualche minuto alla massima potenza. Lasciare riposare in frigo per un'ora. L'impasto deve risultare liscio, omogeneo e denso. Cuocere nella macchina per waffle, in padella, nella pentola.
Per la versione fritta
  1. Cuocere, per qualche minuto, la gaufre nell'apposita macchinetta senza ultimare del tutto la cottura. Ancora calda finire la cottura in abbondate olio bollente per qualche secondo.
  2. Dopo aver fritto le goufre tagliare la cialda in quattro parti, aggiungere il latte condensato e la frutta di stagione: fresca o secca. Servire ancora caldo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.