Fatte ‘na pizza c’a pummarola ‘ncoppa
vedrai che il mondo poi ti sorriderà.
(Pino Daniele)

La pizza ha una storia lunga ed incerta composta da tanti piccoli frammenti di storia che ci hanno permesso d’arrivare all’incirca alla sua nascita. Le prime attestazioni scritte del vocabolo “pizza” risalgono al latino volgare di Gaeta, nel 997. A Sulmona, invece, è stato ritrovato un contratto di locazione datato 31 gennaio 1201 che riportava la parola sul retro. Nel XVI secolo a Napoli venne dato questo appellativo ad un pane schiacciato perchè derivava per l’appunto dalla parola “pitta”. Una curiosità davvero singolare riguarda il condimento che prima del XVII secolo era composto da una salsa bianca sostituita, in seguito, da un filo d’olio d’oliva, formaggio, pomodoro o pesce.  Una fonte accreditata ci arriva da Alexandre Dumas (padre) che, nel 1843, descrisse i vari condimenti di questa bontà.La pizza marinara sembra esser nata nel 1734, mentre la margherita è stata collocata in un lasso di tempo più lungo e incerto che va dal 1796 al 1889. E, naturalmente, come tutti sanno questa favolosa pizza venne inventata dal cuoco Esposito Raffaele, nel 1889, in onore della Regina Margherita di Savoia e rappresentava, per l’appunto, la bandiera italiana.

Print Recipe
Pizza senza glutine con fiori di zucchina e salsiccia
Una pizza facile e veloce , senza glutine con variante senza lattosio e vegan.
Tempo di preparazione 35 minutes
Tempo di cottura 20-25 minutes
Tempo Passivo 3 hours
Porzioni
2-3 people
Ingredienti
Per l'impasto
Per la farcia
Tempo di preparazione 35 minutes
Tempo di cottura 20-25 minutes
Tempo Passivo 3 hours
Porzioni
2-3 people
Ingredienti
Per l'impasto
Per la farcia
Istruzioni
Per l'impasto
  1. Sbriciolate il lievito in una ciotola aggiungendo un po' di acqua tiepida. In una seconda ciotola versate il resto dell'acqua, il sale e mescolate per farlo sciogliere, addizionate l'olio. Inserite la faina in una scodella, aggiungete il lievito e incorporate, un po' per volta, l'acqua e l'olio preparato in precedenza aiutandovi con una forchetta. Amalgamate il composto e trasferite l'impasto su di un piano da lavoro oleato (in questo modo non si appiccicherà e non servirà aggiungere farina), oleate anche le mani e lavorate l'impasto formando delle pieghe, create una palla liscia ed omogenea , sistematela in una ciotola, coprite con la pellicola alimentare e lasciate riposare per tre ore in un posto caldo (32°C circa). Dividete l'impasto in due o tre palline e stendetele, con l'aiuto delle mani, nelle vostre teglie.
Per il condimento
  1. Versate la salsa in una scodella (la quantità varia in base ai vostri gusti), aggiungete sale e pepe e mescolate. Tagliate la mozzarella e la salsiccia a dadini. Saltate la salsiccia in una padella antiaderente per qualche minuto. Lavate e pulire i fiori di zucca dividendoli in due parti.
  2. Versate la salsa sulle pizze, spolverate con un po' di origano, aggiungete i fiori di zucca e la mozzarella, riempite gli spazi con la salsiccia saltata in padella. Cuocete la vostra pizza, a 180°C, in forno statico per 25 minuti circa. La cottura varia in base al vostro forno.

La parola pizza ha un’ etimologia che si perde nella notte dei tempi. Potrebbe derivare dal greco “pitta” che significa schiacciata o dal latino “pistus” che equivale al mattarello per spianare la pasta.
(Gabriele Benincasa)

 

3 Comments on Pizza senza glutine con fiori di zucca e salsiccia

  1. Tomaso
    3 luglio 2018 at 9:41 (2 settimane ago)

    Cara Audrey, sai la pizza la mangio sempre volentieri, questa poi vedendola rossa di pomodori la prenderei volentieri!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      8 luglio 2018 at 11:16 (2 settimane ago)

      grazie Cavaliere
      buona giornata anche a te 😉

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.