Si sa, Natale significa anche tavole imbandite con tovaglie raffinate e  il servizio bello,
quello che si usa solo nelle grandi occasioni, e quindi buon cibo, il cibo della tradizione
di cui l’Italia è ricca.
A voler ben vedere anche l’Albero di Natale classico nasce come cibo,
durante la guerra non erano certamente molte le famiglie che potevano permettersi
alberi di Natale preziosi con ornamenti di cristallo che, come abbiamo visto negli articoli
precedenti, erano appannaggio esclusivo delle famiglie nobili e dell’alta borghesia, infatti
gli alberi di Natale delle famiglie popolari erano ornati con mandarini, noci, mele,
castagne, piccoli limoni e pochi, piccolissimi cioccolatini.
Per i bambini, non abituati a queste ” leccornie “era una vera e propria festa
che diventava anche una sorta di gioco quando, di nascosto, riuscivano a ” rubare “
noci e frutti. Marco ricorda i racconti del papà umbro, gli uomini in guerra, la povertà che
si faceva sentire in tutta Italia e poi la grande festa…gli alberi di Natale
che si riempivano di frutta che all’epoca non era così scontata come oggi sulle
tavole degli italiani.
Quindi, prosegue Marco, l’addobbo in cristallo che rappresenta il cibo
e che oggi sembra una novità in realtà imita il più antico e il più classico degli ornamenti.
Su un ricordo antico di povertà si inserisce la moda contemporanea della cucina
(giornali, riviste Tv, tutti, dal più grande al più piccolo, hanno loro rubriche culinarie,
i corsi di cucina si moltiplicano, tutti sono alla ricerca del prodotto tradizionale
e di nicchia. ) e anche l’Albero segue la passione del momento e lo fa in due varianti.
L’ Albero Dolce, tutto addobbato con dolcetti di cristallo, dai cioccolatini ai coni gelato,
dalle crostatine alle piccole torte nuziali, fino alle splendide tavolette di cioccolato.
Più recente la moda dell’Albero Salato, che ha preso piede da circa due anni, il risultato,
ci assicura Marco, è un Albero ironico e spiritoso ornato con cristalli raffiguranti
pizza, peperoncino, carciofo ( particolarmente caro alla tradizione romana ), spaghetti,
uova, salame, macchinette e tazzine per il caffè…
E poi i grandi classici, quelli che in ogni Albero di Natale della Memoria si trovano:
funghetti, mele, uva, che è uno degli ornamenti più classici ed è bene augurante,
fiaschetta del vino…quindi tutta la grande attenzione che c’è verso un modo di mangiare
bene e sano finisce con il declinarsi anche nell’Albero di Natale.
Spettacolare la treccia d’aglio che unisce la passione per il cibo
alla tradizione di allontanare il male e quindi ” porta bene “.

Naturalmente gli acquirenti sono sia i grandi collezionisti che non rinunciano a

pezzi così particolari sia chi ha la passione per il cibo e la cucina.
Facendo degli esempi concreti Marco ci spiega che per esempio la treccia d’aglio è
molto ambita dai collezionisti mentre la classica tortina fa la sua apparizione sugli alberi
di tantissime case. Curiosamente la confezione di uova suscita l’interesse sia dei collezionisti
che del grande pubblico di romani e turisti che pensano agli ornamenti per il loro Albero.
La frutta incontra il favore di tutti, colora l’Albero, lo rallegra e dona un
senso di freschezza.
Questo tipo di ornamento continua a raccontarci Marco, è di produzione esclusivamente
polacca. La soffiatura italiana, e del resto del mondo, è una soffiatura, come abbiamo già
potuto vedere, attraverso la quale viene creata la bolla che successivamente viene decorata.
La lavorazione polacca è diversa: viene soffiata la bolla che viene immediatamente
inserita, per un tempo brevissimo, in uno stampo che permette di ottenere dettagli impressionanti.
In Polonia, ed in particolare a Czestochowa , intorno al Monastero della Madonna Nera,
decine di artigiani producono esclusivamente ornamenti dall’epoca
dell’Impero Astro – Ungarico.
Addirittura nel periodo del blocco comunista una delle poche cose esportate dai Paesi dell’Est
era l’ornamento natalizio.

Tra tutte queste aziende spicca quella della famiglia Komotya  che dalla metà

dell’800 produce ornamenti che sono dei veri capolavori e che vengono venduti a
prezzi impossibili ( 150 – 180 euro l’uno ).
C’è poi un grande marchio americano, Radko, considerato il Dior dell’ornamento natalizio
in cristallo. Il Signor Radko si trasferì negli Stati Uniti per sfuggire il regime e lì
fondò il suo impero. Ancora oggi, su disegno esclusivo, tutti i suoi ornamenti sono prodotti
da aziende polacche e, naturalmente,…sono inaccessibili!

Ancora una volta Marco, che vi ricordo è il proprietario del bel negozio

” Sempre Natale “, in via della Scrofa a Roma, ci ha accompagnate in un viaggio
attraverso il mondo magico del cristallo e del Natale…ed ha ancora molto da raccontarci
non mancate quindi al nostro prossimo appuntamento domenica 21 dicembre.
( Fotografie Gloria Nicola e Marco Romani )
Vi invito a passare da Antonella per lasciare anche da lei i vostri
graditi commenti.

54 Comments on Aspettando Natale: Le Golosità del Natale

  1. Antonella S.
    14 Dicembre 2014 at 9:32 (5 anni ago)

    Ciao Audrey, sempre più senza fiato…però anche questo è fatto e…mi piace, mi piace davvero tanto. Questa con Marco è stata un'esperienza bellissima, abbiamo conosciuto tantissime cose che ignoravamo e che abbiamo potuto condividere con i nostri lettori. Sono davvero contenta.
    Un bacione e buona domenica.
    Antonella

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Dicembre 2014 at 21:56 (5 anni ago)

      Ciao Antonella,
      ahuahuahuahua ah….quest'anno è stato un tour de force.
      Si, è stata una bellissima esperienza che ci sta permettendo di scoprire tantissime cose, hai ragione. Anch'io sono molto contenta 😉
      un bacione

      Rispondi
  2. Tomaso
    14 Dicembre 2014 at 10:41 (5 anni ago)

    Cara Audrey, tutto è spettacolare per i addobbi natalizi, complimenti e grazie per averli condivisi.
    Un abbraccio augurandoti una buona domenica dell'Avvento.
    Tomaso

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Dicembre 2014 at 21:57 (5 anni ago)

      Ciao Tomaso,
      grazieeee!!! e soprattutto grazie per essere passato 😉
      Un abbraccione caro amico

      Rispondi
  3. Stefyp.
    14 Dicembre 2014 at 11:26 (5 anni ago)

    Ciao mia cara..grazie.un bel viaggio negli ornamenti natalizi un po' insoliti e originali…curiosità che mi hanno catturato… Buona domenica a te un abbraccio Stefania

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Dicembre 2014 at 21:59 (5 anni ago)

      Ciao Stefania,
      sono davvero felice di leggere che ti è piaciuto. Anche noi, grazie a Marco, stiamo scoprendo tante cose. Per questo siamo felici di condividere il tutto con voi.
      Grazie per essere passata amica mia
      un abbraccione

      Rispondi
  4. MikiMoz
    14 Dicembre 2014 at 13:00 (5 anni ago)

    Come ho detto da Antonella, questi addobbi sono un'arma a doppio taglio: possono risultare decisamente pacchiani e kitsch se non usati come si deve :p

    Moz-

    Rispondi
  5. Federica
    14 Dicembre 2014 at 13:44 (5 anni ago)

    quella caffettiera è carinissima!

    Rispondi
  6. Pia
    14 Dicembre 2014 at 14:47 (5 anni ago)

    Ciao Audrey!
    Sempre belli questi argomenti che raccontano di cristalli natalizi.
    È tutto molto istruttivo e ti ringrazio tanto.
    Vorrei poterli osservare da vicini, ammiro estasiata questi pezzi fotografati.
    Ti abbraccio cara e buona Domenica d'Avvento. Baci.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Dicembre 2014 at 22:01 (5 anni ago)

      Ciao Pia,
      grazie a te!!! Ovviamente il mio prego è anche da parte degli altri 😉
      da vicino sono uno spettacolo
      un abbraccione e tanti kiss

      Rispondi
  7. Ale
    14 Dicembre 2014 at 18:10 (5 anni ago)

    Tantissimi di questi delicati addobbi non li avevo mai visti, altri mi ricordano l'infanzia… Sempre brave tu e Antonella con post spettacolari. Un abbraccio grande cara Audrey.

    Rispondi
  8. Lilli
    14 Dicembre 2014 at 19:40 (5 anni ago)

    Marco, vorrei visitare presto il tuo negozio solo per sentirti raccontare tutte queste bellissime tradizioni riguardanti l'albero di Natale. Immagino cosa doveva essere per i bambini di quell'epoca. Oggigiorno, e se potessi, sceglierei il mio con i dolcetti di cristallo ma trovo simpatica anche la versione salata. Non conoscevo il marchio Radko, i loro ornamenti devono essere favolosi, a vedere le immagini fanno sognare tutti in verità. Grazie Audrey, anche questa domenica l'argomento era molto interessante 🙂 Un abbraccio grande!:** <3

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Dicembre 2014 at 22:04 (5 anni ago)

      ahuahuahua
      anche tu hai subito il fascino delle sue storie…ora devi andarci da Marco e lasciarti catturare dal suo raccontare 😀
      Hai visto? belli, particolari e curati nei minimi dettagli
      un abbraccione enorme :*** <3

      Rispondi
  9. Tiziano
    14 Dicembre 2014 at 20:12 (5 anni ago)

    Ciao cara Audrey,complimenti un post grandioso pieno di colori sapori e profumi
    che inneggiano al Santo Natale
    un caro saluto
    Tiziano.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Dicembre 2014 at 22:05 (5 anni ago)

      Ciao Tiziano,
      grazie da parte di tutta la squadra 😉
      un caro saluto anche a te amico mio

      Rispondi
  10. Silvia
    14 Dicembre 2014 at 20:24 (5 anni ago)

    Pensa che io gli addobbi a tema "gastronomico" non li avevo mai visti! Però sono belli, soprattutto quelli dolci 🙂

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Dicembre 2014 at 22:09 (5 anni ago)

      no? in Francia, quando ero piccola, la maggior parte degli alberi avevano qualcosa di mangereccio e anche qui al sud, tanti anni fa, erano molto in voga.
      😀

      Rispondi
  11. Misantrophia
    14 Dicembre 2014 at 20:45 (5 anni ago)

    Voglio la pallina a forma di pizzaaaaa!

    Rispondi
  12. Valentina
    15 Dicembre 2014 at 15:12 (5 anni ago)

    Ma quante cose bellissimeeeeee ^_^ Grazie tesorina per questo bel post e per essere passata a trovarmi nella mia nuova casetta, spero di essere più presente di qui in avanti.. sono stati giorni un po' caotici!!! Ti abbraccio forte forte, tvb <3

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Dicembre 2014 at 22:14 (5 anni ago)

      😀
      grazie a te per essere passata.
      Tranquilla tesoro anch'io sono poco presente negli ultimi tempi e capisco che non è facile star dietro a tutto. Ti abbraccio fortissimo anch'io tvb :*** <3

      Rispondi
  13. Tomaso
    15 Dicembre 2014 at 15:39 (5 anni ago)

    Rieccomi cara Audrey, per godermi questo bel spettacolo di decorazioni!!!
    io non mi stanco mia di guardarle.
    Ciao e buona serata con un abbraccio forte.
    Tomaso

    Rispondi
  14. Lenya
    15 Dicembre 2014 at 16:09 (5 anni ago)

    Awww how cute is that! They are all so adorable and so much fun. Love it. Lovely blog here btw! Would you like to follow each other on GFC? Please let me know on my blog so I can follow back. Thank you.
    xox
    Lenya
    FashionDreams&Lifestyle

    Rispondi
  15. pastaenonsolo.it
    15 Dicembre 2014 at 18:41 (5 anni ago)

    originali queste decorazioni, mai viste prima!! Sono molto carine, un bacione cara!!!

    Rispondi
  16. Cettina G.
    15 Dicembre 2014 at 18:44 (5 anni ago)

    I tuoi addobbi sono molto golosi ,a casa mia l'albero si spoglierebbe subito ,con tutte queste liccornìe. Un forte abbraccio

    Rispondi
  17. Miky
    15 Dicembre 2014 at 20:49 (5 anni ago)

    Ciao amica mia, grazie per avermi fatto scoprire qualcosa in più <3
    Un bacio
    Miky

    Rispondi
  18. Cucina Mon Amour Thais
    16 Dicembre 2014 at 7:52 (5 anni ago)

    Cara Audrey
    Ma quante cose….. Io mi chiedo, l'Italia inspira il mondo.. tutti ci invidiano, copiano… ecc… Ma quando gli italiani si sveglieranno per dare il vero valore al proprio paese, alla propria cultura… che questo paese può vivere alla grande di Cultura..???????
    Bel post, complimenti.
    Un abbraccio.
    Thais

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Dicembre 2014 at 22:22 (5 anni ago)

      Ciao Thais,
      concordo con te, hai ragione.
      Potremmo davvero vivere di primizie, cultura e turismo, se solo fossi più furbi e capaci di sfruttare le nostre risorse.
      Grazie da parte di tutti
      un abbraccione

      Rispondi
  19. Beatris
    16 Dicembre 2014 at 10:54 (5 anni ago)

    Bellissimo post!
    Siete spettacolari tu e la cara Antonella, siete davvero brave!
    Un abbraccio da Beatris

    Rispondi
  20. Anuska
    16 Dicembre 2014 at 14:21 (5 anni ago)

    Simpaticissimi questi addobbi! Trovo sempre bellissimi post qui da te, interessanti…grazie Audrey! A presto, un abbraccio!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Dicembre 2014 at 22:24 (5 anni ago)

      😀
      Si, sono molto particolari e belli.
      Prego!!! anche se questa volta il post è stato realizzato grazie anche ad altee persone: Marco e Antonella
      a prestissimo
      un abbraccione

      Rispondi
  21. maris
    17 Dicembre 2014 at 20:43 (5 anni ago)

    Noooooo ma sono stupende queste decorazioni per l'albero di Natale!!
    Io che amo il caffè ho adorato tra tutte specie quella a forma di moka 🙂
    Un bacio!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.