Un viaggio è incompiuto se ci si ferma a mezza strada o prima del punto stabilito; la vita non è incompiuta, se è virtuosa. (Seneca)

Come sapete questo blog ama parlucchiare del viaggiare, anche se per farlo utilizza un modo particolare: la partecipazione al “Il senso dei miei viaggi”. Il motivo è semplice, attraverso i temi scelti si possono cogliere sfumature che normalmente passano inosservate, difatti, quello che scopriremo oggi è un senso del viaggio davvero speciale: l’incompiuto. Il tema del mese è stato proposto da Stefania del blog  Mamma orsa curiosona  che ci chiede di raccontare qualcosa che avremmo voluto fare ma che alla fine non è stato possibile, durante un viaggio.

Bene, il mio incompiuto può sembrare strambo ma ha, come sempre, un suo perchè.

 

PARIGI – LOUVRE

L’incompiuto di questa città non è di certo un pezzo di museo analizzato in maniera superficiale per mancanza di tempo, bensì la voglia di sentirmi come nel romanzo di Dan Brown “Il codice Da Vinci”. Ritrovarmi nei panni Sophie Neveu pronta a scoprire un segreto antichissimo assieme al grande Robert Langdon, scappare in una Parigi misteriosa avvolta nel buoi della notte, vedere il Louvre come nessuno l’ha visto mai.
L’incompiuto di questo viaggio è un libro, una storia che avrei voluto vivere ma che, nonostante l’essermi trovata nello stesso posto, non sono riuscita a immaginare usando la fantasia.
 
 INGHILTERRA-BRIGHTON
Dopo averla girata in lungo in largo, dopo aver sbirciato ogni angolo, controllato sotto ogni pietra e cercato le cose più assurde, un grande incompiuto esiste anche qui. Il pezzo che mi manca è il non aver incontrato i “The kooks”, band indie nata nel 2005, proprio in questa stupenda cittadina, il cui nome è ispirato ad una canzone di David Bowie. In una delle loro song, la mia preferita, passano la serata in uno dei Pub delle meravigliosa Brighton ma in quel locale, nel buoi della notte, tra fiumi di birra e band emergenti pronte a strimpellare qualche pezzo rock mancavano proprio loro.
Se mi fossi recata prima in questo luogo avrei assistito alla nascita di una band davvero singolare e ora non ci sarebbe stato nulla d’incompiuto.
AMSTERDAM
Nell’affascinate Amsterdam vi è un solo è grande incompiuto che si chiama Koen Wessing.
Nato nel 1942 e morto nel 2011, nella città della perdizione, Koen è stato uno tra i più grandi fotografi del tempo. I suoi reportage comprendono le rivolte del Maggio del 1968 a Parigi,
il Felta Works, l’occupazione della Amsterdam Maagdenhuis, il Cile dopo il colpo di
stato militare del 1973, le rivolte di Nieuwmarkt.
Il suo libro “Cile nel settembre del 1973” è stato persino considerato un pezzo da collezione.
Il suo raccontare è di carattere politico ma al contempo suggestivo e forte visto che mostra il lato più cupo e oscuro della realtà.
Il più grande incompiuto, per quanto irreale, è stata l’impossibilità di scoprire la sua città natale attraverso il suo occhio critico e incantatore.
Koen Wessing
Fotografia scattata durante la prima occupazione della ‘Maagdenhuis’
Centro amministrativo dell ‘Università di Amsterdam- Maggio del 1969.

68 Comments on L’incompiuto dei miei viaggi

  1. Tomaso
    31 Ottobre 2014 at 18:11 (6 anni ago)

    Come sempre cara Audrey, i tuoi post sono sempre molto interessanti, e mi fanno conoscere tante cose che io ignoravo completamente.
    Buon fine settimana cara amica.
    Tomaso

    Rispondi
  2. Patalice
    31 Ottobre 2014 at 19:32 (6 anni ago)

    …sai che nonostante le tante volte a Parigi, non sono mai stata a Louvre, e vorrei fortissimamente andarci anche io?

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 11:06 (6 anni ago)

      il Louvre è stupendo il problema sono le file e la grandezza, troppo da vedere, serve tempo 😉

      Rispondi
  3. Lilli
    31 Ottobre 2014 at 20:32 (6 anni ago)

    Ciao Audrey! Molto particolare il tema di questo mese, io avrei una lista lunga di incompiuti in tanti posti :)) Sai, tra le tre Parigi, il Louvre sarebbe anche il mio incompiuto, avrei voluto vivere anche io quell'avventura! (Come le altre dell'autore!). Non conoscevo i the kooks e Koen Wessing invece. Buon weekend carissima, tanti abbracci e buon Haloween! <3

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 11:08 (6 anni ago)

      Ciao Lilli,
      eh, anch'io purtroppo.
      sarebbe stato bollo soprattutto perchè il Louvre di notte è un'altra cosa.
      Buon weekend tesoro
      abbraccione

      Rispondi
  4. Ali Ce
    31 Ottobre 2014 at 20:55 (6 anni ago)

    quanti incompiuti ho io…tantissimi!!
    solo a Roma ne ho mille mila…a NY ho altri incompiuti e tanti nel Sud degli Stati Uniti

    Rispondi
  5. Federica
    31 Ottobre 2014 at 22:02 (6 anni ago)

    parigi ci vorrei tornare… in inghilterra non ci son mai stata… amsterdam non mi è piaciuta molto invece

    Rispondi
  6. Silvia
    31 Ottobre 2014 at 22:09 (6 anni ago)

    Complimenti Audrey, proprio bello questo post! Credo che tu abbia saputo interpretare in modo veramente molto personale e originale il tema del senso dei miei viaggi di questo mese!

    Rispondi
  7. Pia
    1 Novembre 2014 at 8:09 (6 anni ago)

    Molto bello il tuo viaggio incompiuto Audrey.
    Mi hai fatto conoscere cose che non sapevo e per questo ti ringrazio.
    Ciao e buona festa di Ognissanti.

    Rispondi
  8. Alessandra
    1 Novembre 2014 at 8:24 (6 anni ago)

    Bello e particolare il modo in cui affronti il tema dell'incompiuto in viaggio! Ciao e buon fine settimana.

    Rispondi
  9. maris
    1 Novembre 2014 at 13:35 (6 anni ago)

    Ciao Audrey!
    Che bello questo post 🙂
    Io a Parigi ci sono stata in gita scolastica in terza superiore, vedemmo però tutto di fretta a dore il vero, anche il Louvre, solo una parte. Ma sai cosa mi manca di quella immensa, meravigliosa città? Salire sulla Tour Eiffel! Avevo un attacco di vomito, dovuto ad una sorta di intossicazione che colpì una parte di noi studenti in quella gita, e ahimè non potei salire con gli altri sulla mitica Tour Eiffel…poi il giorno dopo stavo meglio, ma oramai non potevano tornarci solo per far salire me 🙁 c'erano altre cose in programma, a ritmo serratissimo.
    Abbraccione!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 11:15 (6 anni ago)

      Ciao Maris,
      grazieee!!!
      vabbè, in gita è anche peggio, non si ha mai il tempo di vedere le cose con calma soprattutto un museo di queste dimensioni e colmo di opere importanti. Peccato!!! però, dai, magari un giorno potresti andarci con la tua famiglia
      abbraccione

      Rispondi
  10. Pier(ef)fect
    1 Novembre 2014 at 15:13 (6 anni ago)

    Gli incompiuti durante i viaggi si collezionano proprio, vuoi sempre vedere tutto al meglio ma sfugge qualcosa. O ancora, come hai fatto notare tu, magari non vediamo un luogo con un occhio diverso, da un punto di vista diverso, magari di qualcun altro! Buon fine settimana Audrey!

    Rispondi
  11. Cettina G.
    1 Novembre 2014 at 17:42 (6 anni ago)

    Cara Audrey, il tuo post e gradevole e si legge con interesse, anch'io non ho goduto a fondo nei miei viaggi….sperando di rimediare al prossimo. Un caro abbraccio

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 12:41 (6 anni ago)

      Ciao Cettina,
      si, l'incompiuto, infondo, ha un lato positivo quello di poter avere un'altra occasione per rivedere un posto e colmare la lacuna.
      Un abbraccio

      Rispondi
  12. Maria Bruna Zanini
    2 Novembre 2014 at 9:11 (6 anni ago)

    Grazie cara per renderci partecipe di questi bellissimi viaggi virtuali! Io amo Parigi, ci sono stata per 4 volte e se potessi mi ci trasferirei in pianta stabile! Ancora graziee
    un bacione

    Rispondi
  13. Norma
    3 Novembre 2014 at 14:47 (6 anni ago)

    Ma che bella idea, quella di vedere una città attraverso gli occhi di un protagonista, vero od inventato che sia.
    Mi è piaciuta molto la parte su Amsterdam perché non conoscevo Koen Wessing.
    Ciao
    Norma

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 12:59 (6 anni ago)

      grazieee!!!
      è bello vedere che vi è piaciuto nonostante fosse un post diverso e fantasioso
      ciao ciao

      Rispondi
  14. carla family
    3 Novembre 2014 at 16:14 (6 anni ago)

    Tutti i miei viaggi sono incompiuti.
    Vorrei tornare in ogni luogo che ho visitato e vissuto per vederlo con gli occhi di oggi, con i pensieri di oggi ed il mio vissuto di oggi.
    Un forte abbraccio Audrey

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 13:01 (6 anni ago)

      hai ragione, spesso l'incompiuto cambia con il tempo e la maturità perchè cambiamo noi e il modo di vedere e scoprire un luogo
      un abbraccione

      Rispondi
  15. www.selodicecoco.it
    3 Novembre 2014 at 16:46 (6 anni ago)

    Bellissimo ed interessantissimo post, come sempre cara! baci Elisabetta

    Rispondi
  16. Andrea Pizzato
    3 Novembre 2014 at 20:01 (6 anni ago)

    complimenti per questo post! a volte l'incompiuto è uno stimolo in più per ritornare sul posto!

    Rispondi
  17. pastaenonsolo.it
    3 Novembre 2014 at 21:28 (6 anni ago)

    ogni volta che visito una città penso di non aver visto tutto, è come se non avessi mai il tempo necessario per visitarla come vorrei, sono stata sia a Parigi che ad Amsterdam e ci ritornerei anche subito!!! un abbraccio.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 13:03 (6 anni ago)

      capita un po' a tutti perchè solitamente è cosi, qualcosa di non visto e non colto resta sempre
      un abbraccio

      Rispondi
  18. ilfilodiarianna
    4 Novembre 2014 at 16:17 (6 anni ago)

    mia cara quanti incompiuti ho, forse ho perso il conto…comunque complimenti i tuoi post sono davvero splendidi e hai un bellissimo blog ti abbraccio

    Rispondi
  19. Stefyp.
    4 Novembre 2014 at 19:51 (6 anni ago)

    Davvero speciale e bello questo tuo post, per poco non lo perdevo…sono venuta a conoscenza di incompiuti che non conoscevo davvero…(a parte Parigi naturalmente) a volte come ha detto Andrea, l'incompiuto è stimolo per ritornare..non ho mai visto Amsterdam…una visitina ce la fare proprio volentieri….Buona serata a te, Stefania

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 13:05 (6 anni ago)

      Ciao Stefania,
      grazieee!!!si, concordo con Andrea l'incompiuto è sempre uno stimolo in più, un'altra possibilità
      buona giornata 😀

      Rispondi
  20. Antonella S.
    5 Novembre 2014 at 12:27 (6 anni ago)

    Ciao Audrey, come sempre molto bello il senso dei tuoi viaggi. Quest'idea di incompiuto è affascinante e misteriosa e mi fa riflettere che alla fine nulla nella nostra vita, che è poi il nostro più grande viaggio, è veramente compiuto.
    Un abbraccio.
    Antonella

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 13:14 (6 anni ago)

      Ciao Antonella,
      grazieeee!!! verissimo, hai perfettamente ragione.
      un abbraccione

      Rispondi
  21. Cucina Mon Amour Thais
    5 Novembre 2014 at 14:54 (6 anni ago)

    Ciao Audrey
    come stai??? oggi la giornata é bruttissima, di vento fortissimo…..
    Per quanto riguarda i viaggi incompiuto….. Mi dispiace che quando sono andata a Parigi… non sono riuscita a conoscere bene la citta', mi spiego…. Non avevo ancora il blog e così non sono andata nelle pasticcerie… in alcuni posti che oggi mi piacerebbe andarci……Un viaggio incompiuto…..
    Un abbraccio.
    thais

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 13:15 (6 anni ago)

      Ciao Thais,
      bene, grazieee!! e tu?
      beh!!! questa è una buona scusa per tornarci e vedere tutto quello che ti manca e che oggi ti interessa più di ieri.
      Un abbraccione

      Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 13:19 (6 anni ago)

      tu hai girato un bel po' 😉
      anche per me è stato cosi, ci sono viaggia che mi hanno fatto venire voglia di conoscere meglio quel posto
      grazieeeee!!! che bel complimenti

      Rispondi
  22. Valentina
    6 Novembre 2014 at 20:35 (6 anni ago)

    Ciao tesorino mio! <3 Che bello questo post. Anche io ho tanti incompiuti, sai? Sono stata a Parigi anni fa e in tre giorni ho visto pochissimo… idem Barcellona… bisogna rimediare! Comunque davvero un bel tema che fa riflettere, questo.. ci sono incompiuti in tante tante situazioni della vita.. Amica, ti stringo forte e ti auguro un felice weekend, tvb <3 :**

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Novembre 2014 at 13:22 (6 anni ago)

      Ciaooo tesoro,
      grazieee!!! credo sia normale tutti noi ne abbiamo tantissimi. Beh!!! meglio cosi, in questo modo hai una scusa per tornarci. Verissimo, anche la vita è colma di incompiuti.
      ti stringo fortissimo anch'io amica bella buon fine settimana tvtb :** <3

      Rispondi
  23. Chiara Pancaldi
    7 Novembre 2014 at 22:53 (6 anni ago)

    Interpretazione molto particolare del tema di questo mese, complimenti! 🙂 Voto il primo incompiuto perché anch'io ho molto amato Il Codice da Vinci, ammetto che sia la band che il fotografo non li conoscevo!
    Ciao e buon weekend!

    Rispondi
  24. UIFPW08
    20 Dicembre 2014 at 14:45 (6 anni ago)

    Tante cose non ho fatto ma altre tante le ho fatto pero Amsterdam mi manca..Grazie della visita
    Un abbraccio Maurizio

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.