La storia del tiramisù e la guerra della paternità.
Il tiramisù è un dolce al cucchiaio a base di savoiardi, caffè, mascarpone, uova e zucchero.  La ricetta del tiramisù non è presente nei libri di cucina precedenti agli anni settanta e la sua prima definizione risale al 1980, quando, per la prima volta, venne menzionato nel dizionario Sabatini Coletti. Tutto ciò fa supporre che questo dessert, dalla paternità contesa anche in tribunale, sia abbastanza recente. Secondo un’antica leggenda il tiramisù pare affondare le sue radici a Siena. Si narra, infatti, che il dolce conosciuto come “Zuppa del duca”, venne preparato in occasione di una visita del granduca Cosimo III de’ Medici. Tale versione purtroppo non può essere veritiera visto l’utilizzo del mascarpone, formaggio tipico della Lombardia, che all’epoca non poteva essere trasportato e conservato per tempi cosi lunghi, inoltre, le uova crude, erano portatrici di salmonella ed i biscotti savoiardi appartenevano della savoia, pertanto erano poco usati nella pasticceria senese di quel tempo. Per questo, oltre ad una serie di altre motivazioni, la nascita del dolce si attribuisce ai ristoranti trevigiani “El Toulà”, “Al Fogher” e “Beccherie”. Un’altra leggenda afferma che la creazione del tiramisù sia da conferire ad un pasticcere torinese che lo realizzò per sostenere il conte di Cavour, ma anche in questo caso la teoria venne smontata per colpa dell’impossibilità della conservazione del piatto. Nel 2007, un certo Carminantonio Iannaccone, in un articolo del Washington Post, dichiarò di essere lui il padre del tiramisù e di averlo inventato negli anni ’70, quando risiedeva a Treviso. Naturalmente la versione è stata smentita dalla rivista il “Gastronauta”, che ha attribuito la paternità al ristorante “Alle Beccherie”. Secondo alcune fonti giornalistiche del 2010, i veri inventori sono Norma Pielli e Beppino Del Fabbro, gestori dell’albergo “Tolmezzo” tra il ’47 e il ’69. Questa versione è stata documentata attraverso un menù e un conto che ne cita il nome e una  serie di riconoscimenti ottenuti dall’Accademia della Gastronomia Italiana. L’esperto enogastronomico, Giuseppe Maffoli, nella rivista “Vin Veneto”, storicizza la preparazione del dolce intorno agli anno ’60 e l’attribuisce, come vi ho già detto prima, al ristornate “Alle Baccherie” gestito dalla famiglia Campeol ad opera del cuoco Roberto Linguanotto che, avendo lavorato all’estero, voleva ricreare delle tipologie di dolci simile a quelli visti. All’epoca il dessert venne denominato “tiramesù”, per poi essere ribattezzato “tiramisù”, la scelta del nome è dovuta alle sue capacità nutrizionali ma, secondo alcuni, anche per i presunti effetti afrodisiaci. Linguanotto affermò che la prima ricetta deriverebbe dallo “sbatudin”, un composto di tuorlo d’uovo sbattuto con lo zucchero, a cui venne semplicemente aggiunto del mascarpone. Diverse riviste, libri ma anche, enciclopedie e vocabolari, attribuiscono alla parola tiramisù origini venete. Il 17 gennaio 2013 il dolce è stato dichiarato piatto ufficiale della  6ª Giornata Mondiale della Cucina Italiana. Il ristornate di Treviso sarà ritenuto genitore dell’ amato dessert al cucchiaio sino a quando il tribunale, a seguito di una causa che vede combattere tre ristoranti: il Beccherie di Treviso, al Roma di Tolmezzo (Udine) e al Vetturino di Pieris (Gorizia), non deciderà l’effettiva paternità .

Tiramisù alla nutella gluten free
“Avviso al mondo intero: la seguente versione è mia, non uscite manù dai blog, conti dal cappello o frasi di giornale perchè la nutella è sicuramente usata da altri ma tutte le altre varianti da me apportate penso proprio di no!!! ahuahuahu”

 

INGREDIANTI: 
-4 uova fresche
-3 cucchiai di zucchero a velo
-1 cucchiaio di zucchero semolato
-500 g di mascarpone
-3 cucchiai abbondanti di nutella
-2 tazze di latte intero
-2 cucchiai di liquore
-150 g di savoiardi
-2 cucchiai di cacao amaro in polvere
Tutti gli ingredienti devono essere senza glutine. Controllare sul prontuario e verificare la presenza della spiga sbarrata sulla confezione.

 

PREPARAZIONE CREMA


1-Dividete i tuorli dagli albumi e montate a neve quest’ultimi aggiungendo, un po’ alla volta, lo zucchero a velo.
2- In una ciotola lavorate i tuorli con lo zucchero semolato e unite il mascarpone, al composto liscio spumoso, mescolando con la frusta a mano.
3-Quando la crema diventerà come nell’immagine 4, corposa e omogenea, incorporate, gradualmente, la nutella e lavorate aiutandovi con la frusta.
4-Una volta inglobata tutta la nutella versate gli albumi montati a neve nella crema di mascarpone nutella e girate, molto delicatamente, dall’altro verso il basso.

PREPARAZIONE DEL TIRAMISù
Per preparare il mio tiramisù vi servirà:
-La crema alla nutella
-150 g di savoiardi senza glutine (i miei sono della marca Nutrifree)
-latte e liquore (nel mio caso latte e S. Marzano (senza glutine), voi potete utilizzare un liquore homemade dal sapore dolce o la bagna per dolci senza glutine)
Bagnate i savoiardi nel latte mescolato al liquore e riponeteli nella vostra teglia. Versate un abbondante quantità di crema e ripetete l’operazione. Riponete il vostro dolce in frego per almeno 4-5 ore, aprite la teglia e adagiate delicatamente il tiramisù nel piatto, spolverate con abbondante cacao in polvere e servite nei piattini da dessert.

 

«È nato recentemente, poco più di due lustri or sono, un dessert nella città di Treviso, il tiramesù, che fu proposto per la prima volta nel ristorante alle Beccherie da un certo cuoco pasticcere di nome Loly Linguanotto che, guarda caso, giungeva da recenti esperienze di lavoro in Germania. Il dolce e il suo nome tiramisù, come cibo nutrientissimo e ristoratore, divennero immediatamente popolarissimi e ripresi, con assoluta fedeltà o con qualche variante, non solo nei ristoranti di Treviso e provincia, ma anche in tutto il grande Veneto ed oltre, in tutta Italia. Di per se stesso è in fondo una zuppa inglese al caffè, ma non era ancora tiramesù, e bisogna ammettere che il nome ha una sua prestigiosa importanza» Maffioli

 Con questo post partecipo anche alla raccolta 100% Gluten Free (FRI)DAY
I Love Gluten Free (FRI)DAY - Gluten Free Travel & Living

48 Comments on Tiramisù alla nutella gluten free (Storia del dolce e variante nutellosa)

    • atelierdufantastique
      31 Maggio 2014 at 13:22 (6 anni ago)

      Ciao Elisabetta,
      anch'io imparo tanto dai vostri. Il blog è anche questo 😉
      Io devo optare per i savoiardi gluten free perchè i pavesini non posso mangiarli, ma molti preferiscono, come te, farli con il pavesino.
      Allora mi farai sapere 😀

      Rispondi
  1. Ale
    30 Maggio 2014 at 10:07 (6 anni ago)

    Che bontà !!! e che bel post hai fatto cara Audrey. Ma in questo periodo non posso mangiare perchè dicono che ho un reflusso gastroesofageo, non so se mi farebbe bene…. Ti auguro un sereno fine settimana e ti abbraccio forte.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      31 Maggio 2014 at 13:24 (6 anni ago)

      Ciaoooo,
      grazie!!! oh, mi spiace spero ti passi presto, so che non è piacevole come cosa.
      Felice settimana anche a te un abbraccione

      Rispondi
  2. MikiMoz
    30 Maggio 2014 at 11:09 (6 anni ago)

    Ovviamente, da vero porco, amo pensare che il tiramisù si chiami così per l'effetto drizzz 🙂

    Moz-

    Rispondi
  3. www.selodicecoco.it
    30 Maggio 2014 at 12:57 (6 anni ago)

    Che interessante questo post, vedo che molti se ne vogliono prendere i meriti di questo dolce forse tra un migliori italiani. Questa versione con la Nutella è una bomba in tutti i sensi, ma non sai quanto lo farei un peccato di gola!!baci Elisabetta

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      31 Maggio 2014 at 13:26 (6 anni ago)

      Si, vi è una vera è propria guerra tra regioni 😉
      si, è una vera bomba sia calorica che di bontà
      baci

      Rispondi
  4. Manuela Muratore
    30 Maggio 2014 at 14:43 (6 anni ago)

    dopo questo post ho urgente bisogno di tiramisù….
    lo faccio con i savoiardi e dico sempre che il mio è il tiramisù più buono del mondo 😀 😀
    mai provato però con la nutella
    unconventionalsecrets.blogspot.it
    bacio

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      31 Maggio 2014 at 13:28 (6 anni ago)

      ahuahuahua
      beh!!1 se lo pensi vuol dire che è buonissimo 😉
      se ti piace la nutella dovresti provare è speciale 😀
      bacio

      Rispondi
  5. Cristal_Azul
    30 Maggio 2014 at 15:56 (6 anni ago)

    !Hola,Audrey!

    Siempre me sorprendes con tus post tan dulces y originales.Es esplendido.Muchos besos y buen fin de semana.

    Rispondi
  6. BlondeGirl V
    30 Maggio 2014 at 17:22 (6 anni ago)

    Io amo il tiramisù…
    sto praticamente sbavando 🙁 e sono a dieta! sighhhh

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      31 Maggio 2014 at 13:31 (6 anni ago)

      piace molto anche a me però lo preparo occasionalmente,
      è una bomba calorica, soprattutto questo ahuahauua
      😀

      Rispondi
  7. lolle
    30 Maggio 2014 at 20:30 (6 anni ago)

    Non sapevo che la paternità del Tiramisù fosse contesa da mezza Italia!!!
    … e la tua versione è approvata in pieno dalle mie figlie!!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      31 Maggio 2014 at 13:33 (6 anni ago)

      si, la lite è spaventosa -.-'
      ah, allora ne sono felice anche loro sono fan della nutella 😀

      Rispondi
  8. Stefyp.
    30 Maggio 2014 at 20:41 (6 anni ago)

    Il tiramisù è tra i miei dolci preferiti, l'ho fatto spesso ma con i pavesini…con la nutella non l'ho mai provato, ma deve essere buonissimo…..
    Ciao, un abbraccio Stefania

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      31 Maggio 2014 at 13:35 (6 anni ago)

      Ciao Stefania,
      molti amano farli con i pavesini dicono sia più leggero, io non ho mai provato.
      Se ti piace la nutella è qualcosa di eccezionale, da leccarsi i baffi 😀
      Un abbraccione

      Rispondi
  9. pastaenonsolo.it
    30 Maggio 2014 at 22:29 (6 anni ago)

    passare dalle tue parti sta diventando sempre più interessante e goloso!!! Ho lettto co attenzione la storia del tiramisù, ma io preferisco il tuo!!!

    Rispondi
  10. Mondod'Arte di S.Pia
    31 Maggio 2014 at 8:13 (6 anni ago)

    Caspiterina, questo è il dolce più mangiato a casa mia, preparato da mio marito in una versione diversa, perché siccome non ama il mascarpone, lui usa la ricotta. Ne siamo terribilmente ghiotti, inoltre la mia dolce metà è bravissimo a prepararlo.
    Potrei farlo anch'io ma lui non me lo permette, non che me ne importi comunque…tanto l'importante è gustarlo.
    Questa versione che ci hai proposto mi attira molto, (soprattutto per la nutella), vedremo. Grazie e baci.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      31 Maggio 2014 at 13:37 (6 anni ago)

      Si? mai provato con la ricorra mi hai incuriosita, ma come fa? sostituisce solo il formaggio o modifica un po' tutto?
      Beh!!! se lo fai lui se fortunata ,cosi mangi senza nemmeno sforzarti per prepararlo 😀
      grazie a te e baci

      Rispondi
  11. Antonella S.
    31 Maggio 2014 at 9:10 (6 anni ago)

    Ciao splendido questo tiramisù alla Nutella, che naturalmente io sostituirei con la Novi, che come sai mi piace molto di più…penso proprio che lo farò, magari già oggi…credo che riuscirai già ad immaginare le altre mie sostituzioni: pavesini al posto dei savoiardi e Rum…Interessante la storia del dolce anche se io , andando come sempre contro corrente, penso sempre al tiramisù come a un dolce di antica origine piemontese…forse a causa della materie prime utilizzate.
    Come sempre sei stata molto brava.
    Un bacione.
    Antonella

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      31 Maggio 2014 at 13:42 (6 anni ago)

      Ciao Antonella,
      immaginavo conoscendo il tuo amore per la novi 😉
      Allora mi fari sapere se ti è piaciuta come versione.
      Sull'origine non posso esprimere un parere perchè mi sembra tutto cosi confuso, troppa gente vuole la paternità e ognuno porta prove o cerca di smontare le prove degli altri. Però hai ragione sugli ingredienti principali 😀
      grazieee!!!
      un bacione

      Rispondi
  12. La lanterna dei sogni
    31 Maggio 2014 at 10:09 (6 anni ago)

    Il tiramisù è uno dei miei dolci preferiti. Con la nutella non l'ho mai provato, ma deve essere buonissimo.

    Ciao Audrey e buon weekend!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      31 Maggio 2014 at 13:43 (6 anni ago)

      Si, è troppo buonoooo!!! La nutella lo rende davvero speciale 😉
      ciao e buon week end

      Rispondi
  13. Silvia
    1 Giugno 2014 at 15:27 (6 anni ago)

    Il tiramisù alla Nutella non l'ho mai mangiato, ma devo dire che sembra ottimo! Buon week end lungo Audrey!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      3 Giugno 2014 at 6:49 (6 anni ago)

      è molto goloso, se ti piace la nutella è qualcosa di buoneRRimo 😉
      buon inizio settimana

      Rispondi
  14. Beatris
    2 Giugno 2014 at 12:49 (6 anni ago)

    Il tiramisù è un buonissimo dolce che piace a grandi e piccini e con la nutella immagino che delizia in più!
    Mi permetto di prendere la tua ricetta!
    Un abbraccio e buon pomeriggio da Beatris

    Rispondi
  15. Vaty ♪
    2 Giugno 2014 at 19:23 (6 anni ago)

    Sei una grande amica mia! Hai ripercorso tutta la storia di questo dolce dalla paternità contesa ma così buono! Avevo letto da un'amica veneta una ricostruzione simile, ma la tua e' degna proprio della storia della gastronomia italiana.
    E che dire di questa versione alla nutella? Spaziale direi! Grazie anche x il consiglio dei savoiardi senza glutine perché così posso fare anche un tiramisu Glutenfree per il pittore.
    Ci manchi tanto ma ti vogliamo un mondo di bene tesoro!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      3 Giugno 2014 at 6:52 (6 anni ago)

      Ciao Vaty,
      grazieee!! diciamo che ho provato a ricostruire la vicenda senza esprimere il mio parere personale. Si, compra quelli di naturafree costano poco, basta una scatola e sono ottimi 😉
      Vi mancate tanto anche voi un bacione :***

      Rispondi
  16. Any
    2 Giugno 2014 at 20:29 (6 anni ago)

    Mi ha fatto piacere leggere la storia di questo dolce ormai conosciuto in tutto il mondo!
    A me piace tantissimo, soprattutto al cioccolato! Buona serata!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      3 Giugno 2014 at 6:55 (6 anni ago)

      Si, troppo buono 😉
      Questa versione nutellosa mi è venuta in mente quando feci quella tua al cioccolato (la tua versione è da paura, golosissima!!!)
      buona giornata baci

      Rispondi
  17. Federica
    3 Giugno 2014 at 23:25 (6 anni ago)

    a me non piace molto il tiramisu, se non nella versione alle fragole.

    sai che esistono delle tiramissurie? avevo letto da qualche parte che una ragazza italiana aveva fatto affaroni a new york

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Giugno 2014 at 13:38 (6 anni ago)

      buono con le fragole!!! Beh!! per la verità non è il mio dolce preferito e lo faccio molto raramente e solo modificato, però non è male 😉
      no, non lo sapevo…woow

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.