A una buona notizia che è solo un pezzetto del puzzle segue, naturalmente,
la notizia cattiva, ed è tanto grossa quanto prevedibile, quanto soprattutto
significativa che con le chiacchiere, caro Matteo Renzi, non si piegano gli indiani ma
neanche si prendono per i fondelli a lungo gli italiani.
Che non bastasse per cantare vittoria l’annullamento delle indagini della Nia, l’antiterrorismo
indiano che aveva impazzato per due anni contro i due marò e contro la nostra sovranità,
era evidente; che tanto presto Latorre e Girone sarebbero entrati nella campagna
elettorale e che il palleggio tra Corte Suprema e Tribunale Speciale avrebbe spuntato
addirittura un rinvio a luglio, è un incubo, prevedibile tutto, ma sempre un incubo.
Adesso le chiacchiere sono esaurite, Palazzo Chigi, dove con piglio
brusco e giovanile si lavora fin dall’alba, ci faccia sapere nell’ordine: che cosa aspetta
il Governo per formalizzare l’arbitrato, per adire il Consiglio di Sicurezza, per accompagnare
alla porta, sbattendola, l’incaricato del governo Letta e finora anche di Renzi,
ancor prima sottosegretario agli esteri, ma sempre incapace ed inetto,Staffan de Mistura.
Sarebbe gradita una qualche agitazione proficua della così detta opposizione, finora
molto cauta con l’eccezione di Fratelli d’Italia che ha chiesto formalmente una Commissione
d’Inchiesta sulla storiaccia, seguito ora dai 5 stelle di Grillo; con l’eccezione di un appello
a candidare alle Europee Latorre e Girone, avanzato ufficialmente da Elio Vito di Forza Italia,
ipotesi suggestiva ma , onestamente, non so quanto praticabile per molte e non tutte
nobili ragioni.
Le notizie di questa settimana. Il tribunale speciale indiano, dopo aver preso atto del
procedimento penale deciso alcuni giorni fa dalla Corte Suprema,
ha fissato l’udienza al 31 luglio, ben dopo le elezioni politiche, tra quattro mesi.
In piena campagna elettorale il premier del partito nazionalista indiano, Narendra Modi,
attacca Sonia Gandhi, leader del Partito del Congresso al governo, sulla vicenda dei
fucilieri e chiede perchè non sono in carcere, speculando sulle origini italiane
per la verità ormai molto poco sentite, della signora; come riporta l’Hindustan Times, dice:
” Signora Sonia, dal momento che lei ha contestato il nostro patriottismo, vogliamo sapere
in quale prigione vengono detenuti i due marò italiani”.
Se Modi dovesse vincere, e perfino alla fine della campagna  se il partito di Gandhi si sentisse
in seria difficoltà, l’ipotesi di togliere la custodia all’ambasciata italiana per
restituirla al Tribunale, dunque alle galere indiane, diventerebbe non solo possibile,
probabile.
In attesa  trepidante di notizie  sul futuro prossimo venturo, pesco da un articolo
del generale Franco Termentini, pubblicato sul suo blog,  La voce di un italiano, due
domandine sul passato alle quali una commissione d’inchiesta magari potrebbe rispondere.
Come mai, nonostante Massimiliano Latorre e Salvatore Girone fossero
indagati per omicidio volontario non è stato adottato nei loro confronti alcun
provvedimento restrittivo, primo fra tutti la possibilità di espatrio, rinuncia che di fatto
ha conferito prevalenza e precedenza all’indebita azione giudiziaria indiana?
Chi ha deciso il risarcimento “a fini umanitari ”  delle famiglie dei due poveri pescatori
morti, elargendo 145 mila euro?
Un riconoscimento di responsabilità e non un semplice ” atto di generosità “, come a suo tempo
si giustificò l’ex ministro della Difesa Di Paola. Non è chiaro chi abbia autorizzato pagamenti
sicuramente non imputabili ai capitoli della gestione corrente dell’amministrazione dello Stato
nè tanto meno della Difesa. Non risulta infatti che siano previste voci di spesa
titolate ” risarcimento ai fini umanitari ” o per ” atti umanitari “.
Fondi riservati, autorizzati dall’allora premier, per questi bei risultati?
( Fonte Maria Giovanna Maglie, Libero )
( Immagini dal web )
(post curato da Antonella-Il tempo ritrovato)

30 Comments on Marò, doccia gelata

  1. Cavaliere oscuro del web
    7 Aprile 2014 at 7:10 (6 anni ago)

    Ricordiamo anche i civili e i vari volontari, sequestrati e rinchiusi in varie parti del mondo.

    Rispondi
  2. La Betty
    7 Aprile 2014 at 8:06 (6 anni ago)

    Buongiorno tesoro,
    ho già letto il post sul blog di Antonella e ribadisco che a parer mio neanche il 31 luglio si deciderà la sorte dei nostri Marò.
    Che scempio

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Aprile 2014 at 16:07 (6 anni ago)

      Buongiorno lovva amica ,
      guarda io non ho parole per tutto quello che è accaduto e sta accadendo. Con Antonella abbiamo deciso di parlarne per non dimenticare, nel nostro piccolo, ci sembra giusto dargli voce.
      Bacione

      Rispondi
  3. Antonella S.
    7 Aprile 2014 at 8:59 (6 anni ago)

    Ciao Audrey, passano i mesi, addirittura gli anni e noi ogni tanto ritorniamo sull'argomento…sempre per dire che non c'è niente di nuovo, che la faccenda non si risolve, che siamo degli inetti. Io ritengo sia giusto ricordare questa vicenda e non lasciarla cadere nel dimenticatoio, riguardo alla sua soluzione, come ben sai, non sono per niente ottimista.
    Un abbraccio e un bacio.
    Antonella

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Aprile 2014 at 16:10 (6 anni ago)

      Ciao Antonella,
      purtroppo la triste verità è che parliamo di insuccessi, mi domando quando arriverà il giorno di una notizia positiva e veritiera.
      Si, come sai anch'io penso che sia giusto parlarne sono nostri connazionali, non possiamo dimenticarcene.
      Un abbraccione e un bacio
      p.s. lo so che sie pessimista, io spero in una fine positiva non voglio che finisca ancora peggio, sarebbe spaventoso.

      Rispondi
  4. MikiMoz
    7 Aprile 2014 at 10:07 (6 anni ago)

    Come ho scritto da Antonella, mi sembra che non ci sia ancora l'effettivo interesse diplomatico attorno a questa storia.

    Moz-

    Rispondi
  5. Lilli
    7 Aprile 2014 at 10:54 (6 anni ago)

    Ciao Audrey, sono felice che ne continui a parlare, io ormai ho perso le speranze..aspetto però con ansia il 31 luglio per sapere che sorte verrà riservata a questi due poveretti..a parer mio responsabili solo di aver eseguito gli ordini ricevuti. Per quel che riguarda il risarcimento "a fini umanitari" rimango assai perplessa lo stesso, è un'evidente ammissione di responsabilità ed anche una manovra politica, mi domando in effetti su quali fondi si sia attinto. C'è anche da dire che è una situazione mal gestita dal principio e per l'Italia è una grande vergogna. Tu sei stata bravissima a ritornare sulla vicenda. Un abbraccio e buon inizio settimana carissima :** <3

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Aprile 2014 at 16:18 (6 anni ago)

      Ciao Lilli,
      ogni tanto facciamo il punto della situazione. Concordo con te, parliamoci chiaramente questi hanno eseguito solo un ordine, sono dei meri esecutori e come tali hanno una colpa secondaria. Si, della gente è morta e non è giusto, qualcuno deve pagare, ma non cosi, non in questo modo.
      Hai ragione, questa è stata una situazione gestita con i piedi da parte di tutti, se solo ci avessero messo un po' di cervello, quel tanto che serviva per non arrivare a tutto questo e dopo anni. Grazie anche da parte di Antonella, lei ha preparato il post per entrambe.
      Un abbraccione e buon inizio settimana anche a te

      Rispondi
  6. Cettina G.
    7 Aprile 2014 at 12:46 (6 anni ago)

    Speriamo che presto si arrivi ad una soluzione definitiva. Ricordiamo però, che due pescatori sono stati uccisi. Ti auguro una buona settimana

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Aprile 2014 at 16:21 (6 anni ago)

      Ciao Cettina,
      si, due persone sono morte e questo non è giusto, come ho detto anche su, però non sono queste le modalità per fare giustizia. L'Italia non si è fatta rispettare e l'india sta abusando della situazione, se fosse accaduto il contrario? secondo me non sarebbe andata cosi.
      Buon inizio settimana un abbraccione e a presto 😉

      Rispondi
  7. Mari
    7 Aprile 2014 at 14:22 (6 anni ago)

    onestamente, non mi piace come è stata gestita questa situazione dall'inizio. a mio parere, non avrebbero dovuto permettere la detenzione in un Paese straniero prima del processo. Forse, adesso, è troppo tardi.
    complimenti per averne parlato!

    http://emiliasalentoeffettomoda.altervista.org/sporty-look/
    grazie
    Mari

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Aprile 2014 at 16:24 (6 anni ago)

      concordo, una gestione ridicola.
      Si, non avrebbe dovuto accettare tutte queste assurde condizioni facendosi mettere i piedi in testa.
      Grazie anche da parte di Antonella che ha scritto il post per entrambe
      buona serata

      Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Aprile 2014 at 16:25 (6 anni ago)

      mi sa che più che una sensazione sta diventando una certezza -.-'
      ciao ciao

      Rispondi
  8. Gianna Ferri
    8 Aprile 2014 at 7:47 (6 anni ago)

    Avete fatto molto bene a riparlare dei marò, brave tu e Antonella.

    Rispondi
  9. Manuela Vitulli
    8 Aprile 2014 at 11:02 (6 anni ago)

    che verogna! hai fatto bene a parlarne… alcune cose non mi erano così chiare.
    Grazie!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      9 Aprile 2014 at 7:32 (6 anni ago)

      ogni tanto io e Antonella (del blog Il tempo ritrovato), ritorniamo sulla questione per fare il punto della situazione.
      Grazie a te per essere passata a presto

      Rispondi
  10. UIFPW08
    9 Aprile 2014 at 14:01 (6 anni ago)

    Speriamo che tornino presto
    Maurizio

    Rispondi
  11. Ali Ce
    10 Aprile 2014 at 6:34 (6 anni ago)

    se ne parla, poi silenzio, poi se ne riparla un po' sperando che sia la volta buona, poi ancora silenzio…adio questi atteggiamenti delle nostre istituzioni!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      10 Aprile 2014 at 10:45 (6 anni ago)

      concordo!!! il tutto è davvero assurdo anche perchè loro sono stati mandati in India dallo stato e lo stato deve risolvere la situazione facendo rispettare accordi e leggi tra stati.

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.