La “Bûche de Noël” è uno di quei dolci che mi porta indietro nel tempo, un dolce che ad ogni boccone mi fa perdere anni facendomi ritornare la bambina di una volta. Anche se abbiamo salutato il Natale ed i giorni avanzano portandoci verso il nuovo anno, io ho comunque deciso di raccontarvi questa ricetta a me tanto cara. Il tronchetto di Natale, infatti, affonda la sue radici in Francia dove fu inventato nel 1945 da un goloso pasticcere. Ma il ceppo natalizio appartiene anche alla tradizione di numerosi paesi del nord Europa, esso veniva estratto dalla parte più grosso dell’albero e conservato in attesa della vigilia, momento in cui veniva posto nel camino con la funzione di riscaldare il bambin Gesù. Il famoso ceppe doveva ardere fino a Capodanno per questo motivo il dolce rappresentava e rappresenta un simbolo importante e sempre per questo motivo, in Francia, è il dolce delle feste; il prediletto del Natale e anche del Capodanno.
Quindi per chi volesse divertirsi un po’ nel creare un tronchetto tutto suo ho deciso di proporvi due varianti, io le ho realizzate entrambe per il giorno di Natale. La prima variante è il “tronchetto al cioccolato e dulce de leche” di Valentina del blog “La ricetta che Vale“, un dolce ultra goloso e squisito che mi ha fatto innamorare (non vi posto la ricetta perchè ho seguito passo passo le indicazioni della bravissima Vale, quindi vi basta cliccare qui e fare come me).
Dopo aver preparato questo primo tronchetto (ricetta per i non celiaci) ho deciso di crearne un secondo senza glutine. Le motivazioni sono due, non avendo mai sperimentato questo dolce avevo paura di fare un pasticcio usando la farina alternative, quindi ho preferito usare una ricetta gluten free già collaudata. La seconda motivazione è una questione di sapore, volevo fare due varianti per dare la possibilità di assaggiare sia un tronchetto al cioccolato con farcia ultra golosa al dulce del leche, sia un tronchetto con pasta biscotto vanigliata e farcia al cioccolato; anche se i celiaci (compresa me) hanno potuto godere di una sola variante.


INGREDIENTI PASTA BISCOTTO (GLUTEN FREE)
-30 gr di margarina
-80 gr di farina (io ho usato la DS)
-1 pizzico di sale
-4 uova grandi
-un baccello di vaniglia
-80 gr di zucchero semolato
-1/2 bustina di lievito (io ho usato Decorì della Lo Conte)









PROCEDIMENTO

In un pentolino fate sciogliere la margarina e lasciatela raffreddate un po’.
In una ciotola versate due uova intere, mentre le due rimanti le dividerete ponendo i tuorli nella ciotola con le uova e gli albumi in una ciotola a parte. Montate gli albumi con un pizzico di sale e aggiungeteci 10 gr di zucchero, ultimata l’operazione passate alla prima ciotola. Lavorate le uova con 70 gr di zucchero e aggiungeteci la margarina sciolta precedentemente. In seguito incorporate la vaniglia, la farina setacciate e il lievito e lavorate con le fruste elettriche sino ad ottenere un composto soffice, omogeneo e privo di grumi. A questo punto potete versare gli albumi montati a neve mescolando dall’alto verso il basso con la frusta a mano, mi raccomando a non smontare il tutto. Versate il vostro impasto in una teglia rivestita con la carta da forno, le misure sono all’incirca 40X30. Ponete la vostra pasta biscotto nel forno preriscaldato a 160 gradi e lasciate cuocere per all’incirca 9 minuti (la cottura cambia in base al forno, il mio è ventilato). Quando la base è cotta avvolgetela in un canovaccio umido e lasciatela raffreddare.

FARCIA ALLA NUTELLA
In una ciotola montate all’incirca 80 gr di panna e aggiungeteci 2 cucchiai abbondanti di nutella.
Quando la vostra pasta biscotto e fredda srotolatela e farcitela con la crema alla nutella, in seguito lasciatela raffreddare in frigo per qualche minuto. Per creare i rami del tronco tagliare trasversalmente le due parti finali del vostro tronchetto.
COPERTURA AL CIOCCOLATO FONDENTE
In un pentolino fate sciogliere, a bagnomaria, 120 gr di cioccolato fondente senza glutine e una noce di margarina. Lasciate raffreddare la cioccolata e montate 80 gr di panna, unite i due composti con la frusta a mano e lasciate raffreddare il tutto, in frigo, per 5 minuti. Ricoprire il tronco con una spatola e ultimate la decorazione usando un sac à poche con beccuccio a stella.
DECORAZIONE IN PASTA DI ZUCCHERO
Con la pasta di zucchero, bianca e rossa, create dei fiorellini e delle farfalle aiutandovi con gli stampini e le formine. Per fare i funghetti, invece, create due palline rosse che appiattirete un po’ sulla base, con la pasta di zucchero bianco fare dei puntini e applicateli al cappello del fungo. Il gambo lo realizzerete con la pasta bianca che modellerete nella mano dandogli una forma un po’ più allungata.

32 Comments on Bûche de Noël (tronchetto di Natale)

  1. MikiMoz
    28 Dicembre 2013 at 13:53 (7 anni ago)

    Devo essere sincero: non mi ha mai fatto impazzire…
    L'ho sempre trovato troppo … boh, eccessivo XD

    Moz-

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      28 Dicembre 2013 at 14:14 (7 anni ago)

      Come dicevano i latini "de gustibus non disputandum est". Se non ti piace non puoi dire il contrario 😉
      solo una curiosità, lo trovi eccessivo nella decorazione o l'eccesso è a livello di creme e gusti?
      ciao ciao e buon week end fratellastro

      Rispondi
  2. Any
    28 Dicembre 2013 at 13:57 (7 anni ago)

    Ciao Audrey! L'ho sempre ammirato questo dolce, ma fino ad ora non l'ho mai fatto. Chissà perché. Tu sei stata bravissima, la farcia è ultra golosa e immagino che anche l'altro, con dulce de leche, è stato buonissimo.
    Ti faccio ancora tanti tanti auguri di buone feste!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      28 Dicembre 2013 at 14:20 (7 anni ago)

      Ciao Any,
      io l'ho sempre amato perchè è legato alle tradizioni che ho conosciuto e appreso da bambina. Devo ammettere che per me è stata la prima volta, di solito lo prepara la mia mamma. Infatti avevo paura di sbagliare perchè è difficile, soprattutto nell'esecuzione della base. Non ti dico quando l'ho finito, mi sono sentita realizzata e orgogliosa, non pensavo minimamente di riuscirci.Grazieee cara, detto da te che sei bravissima in cucina è un gran complimento. Si, chi ha mangiato l'altro mi ha detto che era davvero delizioso.
      Ti abbraccio anch'io e naturalmente ti auguro delle buone feste, speriamo sia una buona annata quella che verrà 🙂

      Rispondi
    • Any
      29 Dicembre 2013 at 10:18 (7 anni ago)

      Quanta soddisfazione può dare fare qualcosa di buono con le nostre manine, vero? Così mi sono sentita anch'io quando per la prima volta ho fatto l'insalata russa o il panettone di casa mia, che di solito fa mia mamma. Orgogliosa e realizzata. E' bello saper fare in cucina e le tue parole mi fanno capire che ami ogni cosa che fai. Un abbraccio cara e spero anch'io che l'anno che verrà sia migliore perché questo che sta passando non lo ricorderò con tanto piacere.
      Ciao, a presto!

      Rispondi
    • atelierdufantastique
      29 Dicembre 2013 at 12:00 (7 anni ago)

      si, è verissimo. Orgogliosa, realizzata e felice 😉
      Si, anche se non sono bravissima, quando faccio qualcosa ci metto sempre anima e cuore. Magari non vengono perfette e stupende le mie creazioni però racchiudono in loro tanto impegno e la voglio di provarci e imparare.
      Un abbraccione e speriamo bene si…anche per me è stato un anno disastroso
      a presto

      Rispondi
  3. Gianna Ferri
    28 Dicembre 2013 at 16:55 (7 anni ago)

    Sei una fonte inesauribile d'idee, Audrey.

    Abbraccio.

    Rispondi
  4. Lilli
    28 Dicembre 2013 at 17:22 (7 anni ago)

    Ciao cara Audrey! Sai non sapevo fosse stato inventato in Francia? A Natale lo mangio sempre ma purtroppo, non sapendolo fare, lo prendo direttamente in pasticceria. Dire che sei stata bravissima, è dire poco! Wow, è stupendo! E' assolutamente più bello di tanti che ho visto e sicuramente pure più delizioso, in entrambe le versioni che hai preparato. Mmmm cioccolato e dulce de leche, un abbinamento davvero super ghiottone! ORa vado nel suo blog a vedere la ricettina!^^ Me ne hai fatto venire una gran voglia! XD Un abbraccio grande grande e buona serata cara!:***♥

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      29 Dicembre 2013 at 12:03 (7 anni ago)

      Ciao Lilli,
      si è francese, infatti, in francia il dolce tipico del Natale è proprio il tronchetto.
      Grazieee!!! che super complimento, per una volata sono stata felice anch'io, di solito non mi piace mai ciò che faccio ma questa volta mi sento soddisfatta.
      Si, l'altra versione è deliziosa e Vale è davvero bravissima 😉
      Un abbraccione enorme e buona domenica :* <3 <3

      Rispondi
  5. Giulia S.
    29 Dicembre 2013 at 10:10 (7 anni ago)

    gnam gnam!Sembra buonissimo. Mi piace leggere tutte le storie legate al cibo, lo rendono ancora più prezioso.

    Rispondi
  6. Melinda Santilli
    29 Dicembre 2013 at 11:33 (7 anni ago)

    Ciao bella, questo dolce è troppo elaborato e pesante, preferisco tenermi un pò più leggera e godermi il piatto forte (dove di solito c'è la carne!).
    Un abbraccio e se non ci scriviamo prima auguri!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      29 Dicembre 2013 at 12:06 (7 anni ago)

      Ciao Mel,
      si è un dolce molto elaborato ma non è pesante, soprattutto in queste versione ti assicuro che è più leggero di tanti altri dolci.
      Si, tu ami la carne è vero!! io sono più per i dolci…non sono più vegetariana ma mangio comunque pochissima carne
      Un abbraccione e tanti auguri anche a te 😉

      Rispondi
  7. Chat Noir
    29 Dicembre 2013 at 12:16 (7 anni ago)

    Il mio dolce di Natale è il pudding di riso venere con cioccolato fondente e arancia, quest'anno lo preparo tutto io!
    Scusami se non ho risposto alla tua mail, ma quel cretino di Libero mi ha dato dei problemi: grazie per la cartolina, era bellissima.
    Un abbraccio e tanti auguri per il 2014 🙂

    Rispondi
  8. Chat Noir
    29 Dicembre 2013 at 12:17 (7 anni ago)

    Il mio dolce di Natale è il pudding di riso venere con cioccolato fondente e arancia, quest'anno lo preparo tutto io!
    Scusami se non ho risposto alla tua mail, ma quel cretino di Libero mi ha dato dei problemi: grazie per la cartolina, era bellissima.
    Un abbraccio e tanti auguri per il 2014 🙂

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      29 Dicembre 2013 at 19:18 (7 anni ago)

      ummm …mi sembra una delizia, magari mi passi la ricetta cosi lo provo anch'io 😉
      Tranquillo, non ti preoccupare, l'importante è che hai ricevuto la mail :DUn abbraccio e tanti auguri anche a te per il 2014 😀

      Rispondi
  9. Vaty ♪
    29 Dicembre 2013 at 16:45 (7 anni ago)

    che bello quando parli delle tradizioni francesi, per me è tutto nuovo..
    e che meraviglia questo tronchetto, perfetto direi! sei diventata bravissima anche con la carta di zucchero. ti voglio bene, amica mia. sarò grata a questo 2013 che mi ha dato la possibilità di abbracciarti dal vivo. un piccolo sogno che si è realizzato.
    buon anno, tesoro mio, <3

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      29 Dicembre 2013 at 19:21 (7 anni ago)

      Ciao tesoro,
      grazieee!!! stò cercando di migliorare, un passettino alla volta vado avanti nonostante le difficoltà che spesso incontro. Per fortuna le amiche foodblogger mi aiutano sempre.
      Ti voglio tanto bene anch'io e come te sono grata a questo 2013 per aver avuto l'opportunità di abbracciarti e passare un pomeriggio con te e la tua bella famiglia. Hai ragione è stato un piccolo sogno realizzato 😀
      buon anno tesoro e tanti baci <3 <3

      Rispondi
  10. Antonella S.
    29 Dicembre 2013 at 16:48 (7 anni ago)

    Ciao Audrey, sei stata bravissima! Non ho mai assaggiato questo dolce perchè ho sempre creduto fosse fatto con il pan di Spagna…adesso mi pare di capire che mi sbagliavo.

    Comunque bravissima!
    Un bacione.
    Antonella

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      29 Dicembre 2013 at 19:26 (7 anni ago)

      Ciao Antonella,
      grazieee!!! mi sono stupita anch'io di me stessa 😉
      no, non è pan di spagna ma una pasta biscotto.
      Un bacioneeee

      Rispondi
  11. Nella Crosiglia
    29 Dicembre 2013 at 19:09 (7 anni ago)

    Mi piace moltissimo questo dolce mia cara, ma tanto per essere asociale ..lo mangerò a Pasqua o a carnevale ..chissà!
    Bacuio speciale…

    Rispondi
  12. Nella Crosiglia
    29 Dicembre 2013 at 19:09 (7 anni ago)

    Fantastico dolce che con la mia asocialità mangerò a Pasqua o a carnevale..
    Baci speciali!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      29 Dicembre 2013 at 19:29 (7 anni ago)

      Ciao Nella,
      si ho letto del tuo Natale, mi spiace tanto 😉
      spero davvero che i giorni a venire siano migliori
      baci

      Rispondi
  13. Giulia Mattei
    29 Dicembre 2013 at 22:10 (7 anni ago)

    Ciao! Non conoscendo la storia pensavo che fosse più antico! Da noi si mangia raramente, ma, se mi capita, lo faccio volentieri 🙂
    Col dulce de leche è da provare! Mi piace da matti!
    Buon anno!

    Rispondi
  14. Valentina
    30 Dicembre 2013 at 22:32 (7 anni ago)

    Grazie, grazie di cuore amica mia… sono tanto felice che il tronchetto ti sia piaciuto, sei stata bravissima <3 La versione gluten free è ottima, la terrò presente! Ti abbraccio forte e vado a leggere l'ultimo post 🙂 :**

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Gennaio 2014 at 10:22 (7 anni ago)

      Si, ha riscosso un grande successo e il merito è tutto tuo, quindi sono io che devo dirti grazie 😉
      Un mega abbraccio :***

      Rispondi
  15. Mammazan
    4 Gennaio 2014 at 6:11 (7 anni ago)

    Sono sempre alla ricetta della ricetta giusta per preparare la pasta biscotto!
    Proverò la tua che mi sembra ottima!!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Gennaio 2014 at 10:24 (7 anni ago)

      si, viene molto bene e se la ricetta che cerchi è senza glutine ti assicuro che questa è una valida alternativa 😉
      buona giornata

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.