LA STAZIONESono le sei del mattino, la città si sta pian piano risvegliando e mentre la luce invade le strade i rumori della notte spariscono per dar vita ai suoni del giorno. Un gruppo di muratori salgono sull’impalcatura producendo una sorta di scricchiolio metallico che riempie lo spazio circostante, il panettiere sforna i primi pasticciotti e la pala scivola sulla pietra emettendo uno strano sibilo. Abdul cammina lungo il corso, raggiunge un supermercato e si siede a terra, estrae un cappello e canticchia un motivetto triste e malinconico, un uccello cinguetta e le macchine tra frenate, corse e suoni di clacson sembrano quasi un’orchestra. Maria si affaccia alla finestra e saluta la vicina che ricambia, Sandro sale la serranda del suo chiosco, Pietro carica gli attrezzi nel furgone.
Claudia osserva tutto ciò che la circonda con  stupore, come se non avesse mai visto la routine di una città, come un bambino che scopre qualcosa di nuovo e fantastico. Da qualche settimana si sente felice e non prova più quella sensazione di paura che le faceva percepire qualsiasi cambiamento o rumore come un pericolo. Il corpo è rilassato, la mente libera e finalmente pronta per guardare la realtà sotto un altro punto di vista. Claudia respira profondamente, avverte l’aria che la riempie dolcemente, ora si che vive di nuovo, come quando era un adolescente o come quando andava all’università spensierata e felice, ignara dei lati oscuri che riserva la vita, vittima inconsapevole di quel futuro che stava per arrivare.
-Claudiaaaa…-Giulio sbuca dal sottopassaggio e si avvicina alla sua nuova amica.
-Buongiorno!!! siamo in ritardo questa mattina!- afferma Claudia.
-Sono felicissimo ho passato l’intera notte al telefono con Muna. Da quando siamo andati al bar, quel giorno per aiutare Oscar, ci siamo avvicinati. Ora ci sentiamo spesso, parliamo e lei mi ha raccontato un sacco di cose belle e interessanti sulla sua vita. Allora sua mamma è indiana ecco perchè ha quei lineamenti da star di Bollywood, invece, il suo papà è arabo. Poi… ah dimenticavo ha una sorella stupenda nata in India, insegna danza del ventre in una scuola, ama le spezie e conosce tanti segreti su di esse, adora la musica rock anche se non si direbbe, fa volontariato con Oscar per questo si conosco bene da anni e con loro anche Mirko, quel ragazzo con il chiodo nero che sale sempre a Monopoli, hai presente?- domanda Giulio super eccitato.
-si, quello bello e tenebroso…il barbone, non lo chiamano cosi?-
-si, lo chiamano barbone ma in realtà lui non è un barbone. Muna mi ha spiegato che Mirko è stato tanti anni in America dove viveva con suo fratello. Poi è successo qualcosa che Muna non sa e da qualche anno è tornato in Italia per cercare di vivere e non sopravvivere. Ora aiuta gli altri e fa un sacco di cose… non so bene, oggi me lo presenta cosi posso unirmi al loro gruppo- spiega Giulio.
Il treno arriva e salendo Claudia nota, qualche vagone più in la, un uomo alto e muscoloso con i capelli biondi, il pizzetto ben disegnato, gli occhi color ghiaccio. Un brivido le attraversa la schiena, le gambe quasi cedono, le mani iniziano a tremare, il suo volto sembra rimasto paralizzato. Giulio la regge e la porta verso il primo sedile disponibile.
-Claudia, non ti senti bene? hai un abbassamento di pressione?- chiede preoccupato il nostro futuro medico.
Claudia non risponde, il corpo rigido, le mani fredde e sudate, gli occhi fissi nel vuoto, lo sguardo pieno di terrore.
-Claudia, Claudia…cosa ti senti?- Giulio le muove il viso con la mano sempre più preoccupato.
-Lui…lui… era lui…l’hai visto anche tu, vero?-la voce è stridula, strana e vibrante.
-Lui chi? sembra che hai visto un fantasma-
Il treno inizia a frenare dolcemente.
-Claudia, siamo a Monopoli ora sale anche Muna, magari con lei riesci a parlare. Dai, non avere paura ci siamo noi- la voce di Giulio è calda, bassa e  dolce, ma questo non basta perchè proprio all’inizio del vagone appare quell’uomo. Claudia si alza di scatto, prende la borsa tra le braccia e inizia a correre, le porte del treno si aprono, la gente spinge per salire e l’uomo avanza sempre di più, ormai è quasi arrivato. Luca sta per entrare quando all’improvviso alza la testa e vede la donna fiondarsi verso di lui, lei sbatte con forza contro il petto di Luca che inciampa cadendo all’indietro e portando con se Claudia. Le porte si chiudono l’uomo preme il proprio corpo contro di esse per vedere meglio, Claudia si volta e con la coda dell’occhio osserva il mezzo ripartire. Disperata e sfinita si abbandona su Luca che, sgomento, tenta di spostarla per rialzarsi. La stazione è vuota, la ventiquattrore di Luca è finita qualche metro più in la aprendosi, il palmare è salvo nella mano destra, la borsa di Claudia è vicino alla testa di Luca e lei è stesa a pancia in giù su di lui. Si guardano negli occhi e Luca allora caccia via la sua rabbia e con la mano sinistra accarezza la guancia di Claudia tentando di calmarla. Non si parlano. Il terrore di Claudia è palpabile, una lacrima scende veloce e poi un’altra e un’altra ancora, lei cerca di rialzarsi, lui l’aiuta con dolcezza e tatto. In piedi con lo sguardo fisso sull’altro Luca si avvicina e abbraccia Claudia che per la prima volta, dopo anni, si abbandona tra le braccia di un uomo sentendo quel conforto che non aveva mai trovato nell’altro sesso.
-cosa ti è successo? -domanda Luca
-lui…lui è qui per me … è venuto a prendermi-

 

34 Comments on LA STAZIONE (Cap 13- prima parte) Sopravvissuti e sopravviventi

  1. Betty
    27 Novembre 2013 at 16:33 (6 anni ago)

    Bellissima la descrizione della città che si risveglia… i rumori, gli odori, le voci… l’atmosfera è palpabile… sembra d’esser lì invisibili, ma presenti.
    Giulio è proprio perso per Muna, spero che la storia abbia futuro, mi sembano 2 belle persone che meritano d’essere felici, sempre che Muna contraccambi il sentimento…
    Ma chi sarà mai quest’uomo misterioso dagli occhi di ghiaccio che ha terrorizzato Claudia? Lo so, non puoi dirlo, altrimenti che suspense sarebbe ahahahah… aspetterò intrepida la rivelazione.
    Bravissima come sempre cara Audrey, sai tenerci con il fiato sospeso…
    Ti stringo forte augurandoti una lieta serata, bacioni 🙂

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      1 Dicembre 2013 at 8:56 (6 anni ago)

      Ciao Betty,
      grazieee!!! Credimi questi commenti mi rendo felice perchè mi dimostrano tanto.
      Presto avremo novità anche da quel fronte 😉
      Eh, l'uomo misterioso è qualcuno di spaventoso, ma presto scoprirai tutto su di lui.
      grazieeee mille!!!
      Ti stringo fortissimo anch'io
      bacioni <3

      Rispondi
  2. Antonella S.
    27 Novembre 2013 at 16:50 (6 anni ago)

    Mamma mia Audrey…ci tieni sempre sulle spine…cosa succederà adesso?

    Mi è piaciuta molto la prima parte, i muratori che vanno al lavoro, il fornaio che apre il negozio, le finestre delle case che si spalancano, i rumori delle macchine…insomma la città che si risveglia. Una parte descrittiva molto bella, sembra quasi di sentirne i rumori, a mio parere in questo sei stata particolarmente brava.

    Come sempre complimenti!

    Un bacione.
    Antonella

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      1 Dicembre 2013 at 8:58 (6 anni ago)

      Ciao Antonella,
      tante cose ora il ritmo sarà più veloce e pian piano tutti i misteri verranno svelati.
      grazieee come ho scritto anche a Betty, certi commenti mi rendono felice, vuol dire che non sono stata poi tanto male nello scrivere 😉
      bacioneeee

      Rispondi
  3. Lilli
    27 Novembre 2013 at 17:13 (6 anni ago)

    Ciao Audrey! Mi hai lasciato anche oggi con il fiato sospeso!:) Ma chi è quest'uomo misterioso? E poi è lui per davvero? Sembra che lo veda ovunque! Povera Claudia, è terrorizzata. Giulio è proprio cotto di Muna!:) Sono curiosissima di sapere come finisce il capitolo ora, anche in questa parte sei stata bravissima! Un bacio grande cara, buona serata!:***♥

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      1 Dicembre 2013 at 8:59 (6 anni ago)

      Ciao Lilli,
      scusa!!! chiedo venia, ma sarebbe troppo lungo pubblicare un'intero capitolo.
      Eh, presto lo scoprirete 😉
      grazieee tesoro
      Un bacione enorme e buona giornata

      Rispondi
  4. Nella Crosiglia
    27 Novembre 2013 at 17:50 (6 anni ago)

    Che mondo affascinante ci permetti di scoprire Audrey mia, sempre avvolto in quell'ala di mistero che ti inchioda davanti al PC nel timore che il racconto finisca..
    E poi, purtroppo finice!
    Peccato ..alla prossima!
    Ciao scrittrice mia bella!++++

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      1 Dicembre 2013 at 9:00 (6 anni ago)

      Nella grazie, grazie e grazie per il bellissimo commento
      è sempre bello scoprire che vi state appassionando
      un abbraccione

      Rispondi
  5. Chat Noir
    27 Novembre 2013 at 18:29 (6 anni ago)

    Mi è piaciuta molto la prima parte, la seconda l'ho trovata un pò lenta ma so che serve per aumentare la suspence e capire chi ha visto Claudia… in effetti me lo sto chiedendo anche io!
    Ma purtroppo dovrò aspettare settimana prossima come sempre!
    Un abbraccio

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      1 Dicembre 2013 at 9:02 (6 anni ago)

      Ciaoooo,
      tra pochissimo lo saprai.
      Purtroppo questo è un capitolo molto descrittivo, non saprei come fare a spiegarvi e farvi immaginare la scena in un altro modo.
      Manca poco a martedì
      Un abbbraccione

      Rispondi
  6. Valentina
    27 Novembre 2013 at 19:39 (6 anni ago)

    Ciao Audrey 🙂 Trovo che tu abbia un modo di scrivere molto coinvolgente, sei davvero brava! Recupererò i capitoli persi 🙂 Un abbraccio forte, buona serata :**

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      1 Dicembre 2013 at 9:03 (6 anni ago)

      Ciao Valentina,
      grazie mille per questo stupendo complimento ;D
      Un abbraccione fortissimo anche a te e buona domenica

      Rispondi
  7. Melinda Santilli
    28 Novembre 2013 at 8:26 (6 anni ago)

    E vai, altro capitolo, altro mistero, e non sopporto più di dover aspettare una settimana intera!
    Forse hai rallentato un pò nell'ultima descrizione, secondo me ci sono troppi aggettivi, ma è solo il mio parere 🙂
    Baci

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      1 Dicembre 2013 at 9:05 (6 anni ago)

      😉
      Tra un po' arriveranno anche i prossimi misteri
      Mi spiace se è sembrato un po' lento e pieno di aggettivi, ma dovevo descrivere la scena per farvela immaginare, un altro modo almeno per me non esisteva.
      Comunque grazie le critiche sono sempre ben accette aiutano a migliorare.
      baci baci

      Rispondi
  8. Andrea Pizzato
    28 Novembre 2013 at 9:36 (6 anni ago)

    cavoli, complimenti davvero, aspetto il seguito! :)) buona giornata, ciao Andrea

    Rispondi
  9. essereincompresielasortedituttinoi
    28 Novembre 2013 at 10:03 (6 anni ago)

    Come scrivi bene cara,
    ora mi sto facendo mille domande, mille pensieri, mille scende di cosa possa esser successo a Claudia, chi è lui e cosa le ha fatto!!!!

    Un abbraccio

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      1 Dicembre 2013 at 9:06 (6 anni ago)

      Grazie mille!!!
      presto lo scoprirete, martedì tutto verrà svelato 🙂
      Un abbraccione bella

      Rispondi
  10. Beatris
    28 Novembre 2013 at 10:55 (6 anni ago)

    Grande suspence!
    Sei davvero brava, sai metterci in attesa della prossima…
    Un abbraccio e buona giornata da Beatris

    Rispondi
  11. La Betty
    28 Novembre 2013 at 20:16 (6 anni ago)

    Amica mia, sai già che io attendo il tuo libro rilegato e personalizzato per la mia libreria?
    Non ho ancora iniziato a leggere il primo capitolo, ma non stupirti sono praticamente mesi che vado avanti con un libro di Sparks….scandalosa!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      1 Dicembre 2013 at 9:08 (6 anni ago)

      ahuahuahua
      Ok, quando finisco lo stampo, lo rilego e te lo spedisco, non sarà perfetto per una libreria visto che avrà un'aspetto casereccio, ma è il massimo che posso darti visto che non credo verrà mai pubblicato da nessuno.
      bacioni

      Rispondi
  12. lolle
    29 Novembre 2013 at 21:04 (6 anni ago)

    Bella puntata! Ho recuperato anche a puntata della scorsa settimana che mi ero persa, chissà quale sarà il drammatico segreto di Claudia… non ci resta che aspettare!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      1 Dicembre 2013 at 9:09 (6 anni ago)

      Grazie cara,
      non puoi immaginare che gioia è sapere che ti piace e che addirittura stai recuperando i post persi 😉
      un abbraccio

      Rispondi
  13. journeycake
    1 Dicembre 2013 at 21:26 (6 anni ago)

    Scrivi davvero bene Audrey, e la storia è proprio intrigante. Un abbraccio.

    Rispondi
  14. Any
    11 Gennaio 2014 at 11:12 (6 anni ago)

    Povera Claudia! Ma troverà la tranquillità questa donna?

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      11 Gennaio 2014 at 15:00 (6 anni ago)

      Andando avanti tante cose cambieranno per Claudia e pian piano arriverà anche la guarigione, ma scoprirete tutto un po' per volta 😉

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.