Rebecca è seduta con le gambe allungate e il quaderno poggiato sulle cosce, porta la penna alla bocca, si ferma un attimo, riflette e poi scrive qualcosa sul foglio mentre parla con se stessa.

“Avere 200 euro da Lumuccaiole…ummmm dobbiamo prenderne di più….oggi devo anche dare 500 euro di roba a quel damerino in giacca e cravatta di Luca…speriamo che ci avanzi qualcosa…quasi, quasi chiamo Eurozona e gli dico di passare del nascondiglio…”


Poi rilegge i nomi, gli incassi sicuri del giorno e la quantità di merce che le occorre portare in masseria.

dare avere compratore
cioccolata 50 euro Skizzo
eros 100 euro Milus
cioccolata 30 euro Zac u moc
coca 500 euro Luca treno Mon
coca 600 euro amico Luca
eros 100 euro Marinas
coca 100 euro Puletta
coca 1.000 euro U scim

Le porte del treno si aprono, un passeggero scende e tre salgono. Rumori, chiasso, risate.


Rebecca alza la testa e si guarda intorno per capire a chi appartiene tutta quell’euforia, poi cerca di concentrasi sui suoi affari ma non ci riesce, si sente un po’ colpevole per quello che sta facendo visto che non ama origliare.
Lucia è seduta di spalle all’ingresso, oggi viaggi in controsenso, e questo le fa venir voglia di vomitare ad un certo punto sente delle voci squillanti che parlano di cose strane e decide che quella conversazione è un bel modo per distrarsi.
Sofia gioca con la sua barbie e Muna le fa le facce per farla ridere, ad un tratto entrambe si fermano e spostano la loro attenzione in fondo al corridoio. La piccola ritorna al suo gioco, fa danzare la sua barbie lungo il sedile, la stende a terra e la fa volare fino a portarla dritta contro al finestrino. Muna, invece, è parecchio irritata perchè tutto quel ridere e chiacchierare la disturbano.
Vicino all’ingresso del terzo vagone ci sono tre personaggi, una donna e due uomini un po’ “country lopez” e la gente lopez , come dico sempre, adora essere al centro dell’attenzione. Anna cammina lungo il corridoi seguita da Marco e Giacinto, quest’ultimo è un wedding planner, un tipo assurdo, un bradipo che crede di essere il re del buon gusto, ma in realtà è il principe dei cafoni.
-Giacinto, ora che abbiamo deciso i colori vorrei tanto concentrarmi sulla location- dice Anna alzando la voce e muovendosi continuamente.
-Anna, Anna , Anna…. MI SONO ILLUMINATO!!!!! in breve mi sento Enzo Miccio…oh come sono bravo, oh quanta inventiva nella mia testa ….oddio Anna!!!- Giacinto è in predo ad un attacco di narcisismo acuto, si dimena e muove la mano morta su e giù mentre la voce stridula, squillante e altezzosa riempie l’aria.
-Giacinto dimmi, cosa ti è saltato in mente, su!!! oh Marco, hai visto? abbiamo fatto bene a scegliere lui!!!!…su dicci!!-  Anna si tocca i capelli e sbatte gli occhietti.
-allora, io dico che dovete assolutamente lasciar perdere la cerimonia in quella chiesa di campagna semplice e spoglia e dovete sposarvi QUI!!!!- l’entusiasmo di Giacinto è alle stelle.
-qui? dove Giacy? non capisco, spiega meglio ad Annina tua-
-amore, ma in trenoooo!!! vuoi mettere?! è fighissimo e poi sareste gli unici. Mamma che invidia!!! immagino già i titoli dei giornali che ne parleranno: Anna e Marco sposi sul regionale Lecce-Bari…-gli acuti emessi da Giacinto iniziano ad infastidire i vari passeggeri.
-ohhhh!!! si!!! siiiii!!! e siiii!!!! sei un genio!!! Amore, hai sentito Giacy? è un genio, diventeremo anche famosi e poi il treno, com’è che non ci ho pensato io!!- Anna saltella come una bimba e Marco le sorride pensando all’affare.

Nel frattempo, qualche metro più in la, Miranda e Pasquina se la ridono alla grande.
-ahuahuahuahuahua si, già immagino la scena…ahuahuahua . Oh, Miranda!!! speriamo di prendere il treno quel giorno altrimenti ci perdiamo l’evento del secolo ahuahuahua- ironizza Pasquina.
– tesò, da domani vieni tirata che la cosa si fa seria, metti che fotografandoli usciamo anche noi sullo sfondo ahuahuahuahuahua- scherza Miranda.
La verità è che in treno non si origlia ma si è costretti a subire i discorsi altrui visto che, nella maggior parte dei casi, si tratta di dialoghi assurdi detti quasi gridando per il piacere di farsi sentire; perchè diciamoci la verità, tra di noi si può fare, no? Se una cosa è segreta e se non volete farvi sentire o parlate del più e del meno aspettando un luogo più raccolto oppure abbassate il volume al massimo per proteggere la vostra privacy.

42 Comments on LA STAZIONE-(cap 9) Origliando

  1. essereincompresielasortedituttinoi
    16 Ottobre 2013 at 11:08 (7 anni ago)

    Ahahah sto pensando a un matrimonio in treno… diciamocelo proprio NO….

    cmq condivido pienamente quanto dici sui treni… io m'innervosisco tatissimo a volte…altre invece tengo le cuffiette spente e ascolto i discorsi altrui se sono interessanti ahahahah 😀

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      16 Ottobre 2013 at 14:52 (7 anni ago)

      immagina quando lo descriverò ahuahuahuahua

      beh, credo capiti a tutti certe volte ti snervano altre volte ascolti 😉

      Rispondi
  2. MikiMoz
    16 Ottobre 2013 at 11:18 (7 anni ago)

    Ciao Odri!
    Sai? Ho cominciato (con clamoroso ritardo rispetto a quanto ti dissi) a leggere La Stazione… è ambientato nella mia Puglia! Certo, la Puglia con cui sono rivale, ma vabbé 🙂

    Moz-

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      16 Ottobre 2013 at 15:01 (7 anni ago)

      Ciao Moz,
      si è ambientato in Puglia, perchè di dove sei? comunque per me la Puglia è bella da cima a fondo dal Gargano al Salento, mi è stato raccontata di qualche rivalità tra città e provincie ma io non ci faccio mai molto caso.
      Beh, allora com'è andata la lettura, sono promossa e tornerai o mi bocci e scappi? ahuahuahuahua 😉
      Ad ogni modo anche se per caso non ti è piaciuto e preferisci saltare l'appuntamento sono contenta di sapere che ci hai provato è un bel gesto visto che avevi tanto da recuperare. 😀
      Buona serata Moz e un abbraccio

      Rispondi
  3. Antonella S.
    16 Ottobre 2013 at 11:26 (7 anni ago)

    E già, quanta maleducazione. Questi due, Anna e Marco, non li sopporto proprio e anche questo Giacinto incarna tutto quello che non mi piace.

    Amo la gente vera… e loro tutto mi sembrano meno che veri…ma si sa qualche personaggio che non piace deve pur esserci!

    Anche qui sei stata bravissima, sembra di vederli questi 3 che su quel treno ululano e parlano forte…tutto per farsi notare!

    Ci sentiamo tra poco, un abbraccio.
    Antonella

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      16 Ottobre 2013 at 15:15 (7 anni ago)

      Marco e Anna sono assurdo ti divertirai al loro matrimonio ahuahuahuahuahua

      eh già, vi dovevo pur mettere un po' di gente sopra le righe ahuahuahua
      Grazie mille Antonella, sono felice di sapere che il capitolo ti è piaciuto, come sai avevo un po' di timore a pubblicarlo e leggere che alla fine non vi spiace mi rasserena 😉
      un abbraccione cara

      Rispondi
  4. Lilli
    16 Ottobre 2013 at 11:39 (7 anni ago)

    Ciao Audrey! Giacinto davvero mi ricorda Enzo Miccio! Ahahah come l'hai descritto ed a leggere le sue parole me lo sono immaginata uguale uguale! Però che idea, in treno!!^^'' Questa non me l'aspettavo, ero convinta Anna non fosse d'accordo!:) Che esibizionisti! Hai ragione in treno, come anche in pulman, so è purtroppo costretti a sentire i discorsi degli altri che per farsi sentire (quando vogliono) urlano, niente di più fastidioso! Buona giornata cara, un abbraccio grande grande♥

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      16 Ottobre 2013 at 15:19 (7 anni ago)

      Ciao Lilli,
      Giacinto è un personaggio, ne vedremo delle belle al matrimonio di questi due.
      Anna è ancora tutta da scoprire, vedrai ahuahuahua
      Alcune volte in treno sono snervanti, la cosa che odio di più e quando dicono cavolate assurde, una volta mi sono ritrovata uno che urlava al telefono contro la ex moglie e la riempiva di parolacce e minacce, guarda assurdo, ci guardavamo tutti allibiti nel vagone.
      Buona giornata anche a te
      un abbraccione grandissimo 😉 <3

      Rispondi
    • Lilli
      16 Ottobre 2013 at 21:15 (7 anni ago)

      ♥ Tvtttb

      Rispondi
  5. SONIA-SOTENDER
    16 Ottobre 2013 at 12:04 (7 anni ago)

    Ben detto cara Audrey, se si vuole proteggere la propria privacy basta non parlarne, che personaggi curiosi quelli di oggi!!

    Rispondi
  6. Mariangela Circosta
    16 Ottobre 2013 at 12:58 (7 anni ago)

    E' vero Audrey in treno si incontra tanta gente e si è costretti ad ascoltare ma, ti dirò che i tipo come Anna e Giacinto mi fanno ridere, pur di farsi notare…….. ma almeno il viaggio passa subito! Un bacione!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      16 Ottobre 2013 at 15:24 (7 anni ago)

      i tipi come loro innervosiscono parecchio anche me, però fanno anche ridere e alleggeriscono un po' il racconto mostrando un'altra parte della nostra società
      un bacione cara e grazie per il post di oggi

      Rispondi
  7. Rakel
    16 Ottobre 2013 at 14:39 (7 anni ago)

    nice blog!

    Would you like to follow each other on GFC?

    Rispondi
  8. Betty
    16 Ottobre 2013 at 14:46 (7 anni ago)

    Le vite sul treno si stanno intrecciando, sono fili sottili che legano i vari personaggi.
    Ma sposarsi su un treno come sarà? Mah staremo a vedere.
    Rebecca comunque non me la conta giusta…
    Un bacione cara Audrey, aspetto la prossima, ciao 🙂

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      16 Ottobre 2013 at 17:23 (7 anni ago)

      si, bravissima pian piano tutti i pezzi si stanno unendo formando il puzzle 😉
      ci faremo un po' di risate al matrimonio 😀
      su Rebecca ci hai preso vedrai cosa combina
      Un bacione cara a presto 😀

      Rispondi
  9. daisyfairydust
    16 Ottobre 2013 at 17:39 (7 anni ago)

    Sei grandeeee Audreyyyy! Mi sto appassionandoooo! Ho già commentato con il voto: eccezionale! e te lo confermo in questo commento. ^_^
    Bacioniiii e aspetto la prossima avventuraaaaa! :-********

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Ottobre 2013 at 8:56 (7 anni ago)

      Ciao bella,
      grazie!!! è sempre bello sapere che vi piace leggerlo e che vi sta prendendo, mi stimola ad andare avanti 😉
      bacioni e buona giornata

      Rispondi
  10. Stefyp.
    16 Ottobre 2013 at 17:57 (7 anni ago)

    Una storia raccontata con garbo e inventiva, e si fa sempre più interessante..sembra di sentirli quei tre mentre urlano in treno …cose che capitano …davvero, ma quando ti trovi coinvolta vorresti fuggire da un'altra parte….
    Buona serata, Stefania

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Ottobre 2013 at 8:58 (7 anni ago)

      Ciao Stefania,
      grazieeee!!! ovviamente proverò a mantenere l'interesse elevato 😉
      si, quando ti trovi certa gente vorresti solo scappare.
      Buona giornata cara

      Rispondi
  11. lolle
    16 Ottobre 2013 at 20:01 (7 anni ago)

    Un bel ritratto di umanità!! In fondo non è così assurdo che in una stazione si possano incontrare personaggi tanto particolari… un'altra bella puntata, aspetto la prossima!!

    Rispondi
  12. tuttepazzeperibijoux
    16 Ottobre 2013 at 21:49 (7 anni ago)

    ciao Audrey, incredibile, hai reso benissimo la scena…e poi e' vero, in treno ci sono persone davvero maleducate a volte ! un bacio elena

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Ottobre 2013 at 9:00 (7 anni ago)

      Ciao Elena,
      grazie mille!!! si, in treno trovi di tutto è inevitabile 😉
      un bacione

      Rispondi
  13. Melinda Santilli
    17 Ottobre 2013 at 6:42 (7 anni ago)

    Io per fortuna in treno attacco sempre l'ipod, non sopporto la gente che parla perchè l'ho sempre trovata molto fastidiosa!
    Vediamo come va con Rebecca…
    Bacioni!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Ottobre 2013 at 9:01 (7 anni ago)

      Anch'io ascolto la musica quando mi ricordo di caricare l'mp3, mi sembra l'unica soluzione.
      Con Rebecca ne vedremo delle belle.
      Bacioni

      Rispondi
  14. Beatris
    17 Ottobre 2013 at 7:16 (7 anni ago)

    Sei sempre grandiosa a raccontare, invogli a ritornare e proseguire la lettura!
    Non amo i treni e se ci devo salire per forza non vedo l'ora di scendere!
    Un abbraccio e buona giornata da Beatris

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Ottobre 2013 at 9:08 (7 anni ago)

      Ciao Beatris,
      grazieeee!!! sono davvero felice se è cosi, per me è una grande cosa.
      Nemmeno io amo i treni, però sono costretta a prenderlo spesso purtroppo.
      Un abbraccione e buona giornata anche a te

      Rispondi
  15. giovanna bianco
    17 Ottobre 2013 at 7:45 (7 anni ago)

    Questa storia prende corpo e diventa sempre più interessante con risvolti anche simpatici che rendono la storia divertente.In tutta sincerità capita anche a me di ascoltare discorsi quando mi trovo in situazioni simili, specie se si parla di matrimonio, non avrei saputo resistere.Un bacione cara e ieri è stato un piacere.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Ottobre 2013 at 9:12 (7 anni ago)

      Ciao Giovanna,
      stò cercando di regale capitoli più leggeri e divertenti alternandoli a quelli più forti e pesanti, mi fa piacere leggere che l'idea non vi dispiace. Credo che ascoltare in certe situazioni capiti a tutti e spesso è inevitabile.
      Un bacione care e grazie ancora per ieri <3 <3

      Rispondi
  16. Fiori di zagara
    17 Ottobre 2013 at 9:56 (7 anni ago)

    Cara Audrey ,ho viaggiato spesso in treno durante gli anni 70/80,e ne ho visto e sentito di tutti i colori; simpatica l'idea del matrimonio in treno. Cosa succederà dopo? Ti abbraccio

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Ottobre 2013 at 17:22 (7 anni ago)

      Ciao,
      immagina, poi all'epoca viaggiare era qualcosa di spaventoso, durava giorni.
      Il matrimonio verrà descritto in uno dei capitoli, ma non adesso, dovete aspettare un po'.
      Un abbraccio

      Rispondi
  17. Chat Noir
    17 Ottobre 2013 at 12:09 (7 anni ago)

    Io parto avvantaggiato, qualunque stronzata le persone possono dire non la sento!
    Tornando all'antiscrittore, magari Rebecca non è così trasparente come vuol far sembrare… vedremo gli sviluppi.
    Un altro Enzo Miccio no però! Magari un Dolce e Gabbana!
    Un abbraccio

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      17 Ottobre 2013 at 17:25 (7 anni ago)

      Rebecca ha molto da nascondere e lo scoprirete ben presto.
      ahuahuahua mi spiace per Enzo Miccio ma avevo bisogno di un tipo sopra le righe, molto sopra le righe però prometto che ci farà divertire 😉
      un abbraccio

      Rispondi
  18. Any
    11 Gennaio 2014 at 10:16 (7 anni ago)

    Ma noooo, questo Giacinto è proprio il re del pessimo gusto! Si sposeranno? Non vedo l'ora di leggere il seguito allora!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      11 Gennaio 2014 at 15:17 (7 anni ago)

      Giacinto è spaventoso e poi tornerà …vedremo se questo matrimonio sa da farsi oppure no ahuahuahuahua 😉

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.