“Che stupidi che siamo: quanti inviti respinti, quante parole non dette, quanti sguardi non ricambiati. A volte la vita ci scorre davanti e noi non ce ne accorgiamo nemmeno!
Hai fatto bene ad accettare, sarà un viaggio molto bello!” Le fate ignoranti- Ferzan Ozpetek

 Lucia è in stazione e per questo viaggio ha deciso di presentarsi nel modo migliore possibile, infatti, ha raccolto i capelli  in uno chignon, ha indossato la sua giacca preferita in finto cavallino, la gonna plisse color cipria, la camicia bianca con i bottoncini dorati, la lunga collana con l’iniziale del suo nome, la borsa in pelle miu miu e gli stivali di Calvin Klein acquistati dall’outlet del paese per meno di 100 euro.
-Sofia, non muoverti che devo prendere una cosa dalla borsa, va bene?
-ti Lucia- dice la piccola Sofia guardandola un po’ perplessa.
Lucia apre la borsa, prende lo specchietto, si guarda e parla tra se e se.

Il rossetto sta bene e non è sbavato, per fortuna!! Ummm è meglio controllare i denti…Si, non ci sono tracce di trucco o di cibo. Gli occhi sono truccati alla perfezione, bene!!! ORRORE!!! ma cos’è questa zampa di gallina????vabbè, questa è sfiga!! Mi si presenta un occasione, mi agghindo nemmeno fosse natale e cosa mi succede? una zampaccia di gallina si presenta sul mio volto senza invito, ma siamo impazziti? Come fremo, dopo oltre 15 anni parlerò finalmente con Luca…ah, certo che aver trovato il suo cellulare nella mia borsa è stato proprio un segno del destino. Ahhhh…ha ragione Antonello Venditti quando canta quella canzone, come diceva? aspetta…ah si…certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano…Certo che sono stata una stupida, come mi è saltato in mente di lasciare Luca per sposarmi con Vito, che poi non ho mai capito di chi dei due è mia figlia…mah!!! i lineamenti sembrano quelli di Luca, ma il carattere è decisamente quello di Vito. Poco male, magari potrei fargli il test del DNA, ma dopo 14 anni a cosa serve?  Lucia a quante sciocchezze devi ancora pensare oggi? tanto se è di Vito non cambia niente, se è di Luca l’ha comunque cresciuta Vito…vabbè, non è il momento di pensare a queste cavolate, la mia seconda chance sta per arrivare e io sono pronta.


-Ciao Lucia, ma come ci siamo messe carine oggi!!!- dice Oscar che è appena arrivato al binario.
-Ciao!!! trovi? sai volevo darmi una svecchiata ahuahuahua- ridacchia Lucia piegando la testa di lato come una bambina, ancora sognante e presa dal suo film mentale.
-si, stai benissimo…ah, ecco il treno sta arrivando!!! Sofia piccola, fai qualche passo indietro- Oscar è sempre premuroso con la bambina e la tratta come se fosse la sua nipotina, quella mai avuta ma tanto desiderata.
Lucia respira profondamente, dopo tanto tempo accadrà, mancano solo pochi secondi e poi parlerà di nuovo con Luca e chissà, nella vita tutto può succedere. Come diceva Stefano Accorsi a Margherita Buy, nel film di Ozpetek, “hai fatto bene ad accettare, sarà un viaggio molto bello!” e lei spera che sia così, il più bello, il migliore da quando prende questo maledetto treno per portare Sofia da sua madre.
Il regionale si ferma, Lucia conta i vagoni e sale alla terza porta, guarda nel secondo scomparto e vede Luca alzare la mano.
-Scusa Oscar, devo sedermi da quella parte, mi aspetta un amico- afferma Lucia.
-tranquilla ho visto Muna, vado a sedermi accanto a lei, tanto c’è un posto libero- Oscar la saluta e si volta.
-Luchia, io voio sedermi con Muna e Oca- la piccola Sofia tira la mano della tata e si dirige nella direzione opposta.
-no, devi venire con me!!!uffaaaa che fissa questa Muna!!! cammina dai!- la voce di Lucia è alterata e nervosa.
-Lucia, la piccola Sofia può venire con me…ovviamente se vuoi? si siede con noi e poi quando arriviamo a Marconi chiedo a Muna di portartela- Oscar è sempre accomodante e come al solito ha trovato la soluzione al problema.
Lucia riflette un attimo, l’offerta è più che conveniente, deve decisamente approfittarne.
-ok, va bene. Sofia vai con Oscar ma poi ti fai portare da Muna, non fare la monella ci siamo intese?-
-ti, io brava tata Luchia.- Sofia si gira, prende la mano di Oscar tutta soddisfatta per la sua piccola vittoria e si avvicina a Muna.
-tesoruccia ciaooooo!!!- Muna apre le braccia e Sofia come al solito si fionda versa di lei , si siede sulle sue gambe e le da un bacione sulla guancia.
-posso? è libero?- domanda Oscar al ragazzo e alla donna seduti di fronte a Muna.
-certo!!! prego!!- Guido fa un gesto con la mano per fare accomodare Oscar e poi guarda Claudia che gli da una gomitata.
-che bella questa bimba, come si chiama?- afferma Claudia dando un’occhiata a Giulio e poi una nuova e vigorosa gomitata.
-Ciao piccolina!!! come ti chiami?- Giulio ha finalmente preso coraggio grazie all’insistenza di Claudia e con un filo d’imbarazzo tenta di cogliere la sua occasione con Muna.
-Sofia!!!-  nel dirlo la nostra piccolina si contorce mostrando la sua precoce vanità.
-come sei carina Sofia, quanti anni hai?- dopo un’altra incitazione, da parte della sua nuova amica, Giulio parte con la sua seconda domanda attacca bottone.
-ha 4 anni- Muna risponde al posto di Sofia che è tutta intenta a piegare il mignolo della mano sinistra con la destra per far vedere la sua età.
-ummm, allora sei proprio piccolina!!!- Giulio adoro i bambini e con delicatezza tenta di toccare il ditino della piccola per accarezzarlo, secondo lui è un cosa che riempie il cuore, ci si sente appagati e felici dopo perchè è uno di quei gesti che danno gioia e ti fanno apprezzare le piccole cose della vita.
-si, è la mia piccina adorata- Muna guarda Giulio regalandogli uno dei suoi meravigliosi sorrisi e lui quasi si scioglie nel ricevere un altro regalo inaspettato da questo viaggio.
-Oscar, non vedo Lucia ?-Muna non capisce come mai la bambina non sia accompagnata dalla tata, di solito non la molla un attimo.
-ha trovato un amico, sai quel tipo che sale a Monopoli con te, quello strano un po’ antipatico, il damerino- spiega Oscar
-Si, Luca…quello che sta in politica e si crede il migliore del mondo, il razzista!!!-
-eh si, quello con il quale litigasti, brava! proprio lui- conferma Oscar.
-ma non capisco, sono anni che viaggiano insieme e non si sono mai salutati, come hanno fatto a diventare amici?- Muna è incredula ma decide di non dare peso alla cosa, tanto non sono affari sui.
-Muna, oggi mamma mi potta da tia Maia a giocare con Macco- la piccola Sofia inizia a raccontare la sua giornata e tutti l’ascoltano con attenzione. Claudia la guarda e si domanda se la bambina che ha perso sarebbe potuta diventare come Sofia, Oscar si chiede se la sua nipotina assomiglia un po’ a questa bambina che le porta tanta gioia quando ha la fortuna di incontrarla, Muna spera che un giorno anche lei possa avere una bimba cosi sveglia e dolce, Giulio guarda Muna e si chiede se mai riuscirà a conquistarla e la piccola Sofia sogna una barbie uguale a Muna. Tra un pensiero, una risata e una chiacchiera i nostri cinque passeggeri continuano il loro viaggio mentre a pochi metri, proprio nell’altro scomparto, due vecchi innamorati si sono incontrati e riparlati dopo anni di indifferenza, mancati saluti e sguardi.

Se volete leggere i capitoli precedenti cliccate qui.
da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/film/l/le-fate-ignoranti-(2001)/citazione-22699?f=w:896&gt;

40 Comments on LA STAZIONE- (Cap 10-prima parte) Occasioni

  1. Melinda Santilli
    22 Ottobre 2013 at 9:47 (7 anni ago)

    Hai ragione, se si arriva ad avere rimpianti nella vita è perchè l'abbiamo vissuta male!
    Bellissimo capitolo, bacioni!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 Ottobre 2013 at 17:12 (7 anni ago)

      eh già, per questo credo che siano meglio i rimorsi
      grazie mille Mel
      bacioni

      Rispondi
  2. Gianna Ferri
    22 Ottobre 2013 at 9:57 (7 anni ago)

    Oh Audrey, come sai tratteggiare e descrivere i vari personaggi dei tuoi racconti, me li vedo davanti e immagino le scene…

    Complimenti davvero!

    Rispondi
  3. Giuls A
    22 Ottobre 2013 at 12:20 (7 anni ago)

    La vita è un viaggio meraviglioso!!!!
    Baciiiii

    Rispondi
  4. Lilli
    22 Ottobre 2013 at 15:07 (7 anni ago)

    Ciao carissima! Alla fine della prima parte stavo con il fiato sospeso sai, mi hai lasciato nella totale suspense!:P Che tenera Sofia, una bimba dolce e vispa. Sono troppo curiosa di sapere come è andata l'incontro tra Lucia e Luca, che colpo di scena riguardo la figlia!:) Mmmm Giulio deve rompere il ghiaccio, non può stare lì senza almeno fare un tentativo con Muna!:) Sei sempre più brava sai, io davvero quando leggo i capitoli mi immergo nel racconto e vedo le scene nella mia mente, talento che sono i veri scrittori hanno. Buona serata Audrey, un abbraccio grande♥

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 Ottobre 2013 at 17:17 (7 anni ago)

      Ciao Lilli,
      eh lo so, ma il post sarebbe stato troppo lungo se scrivevo anche di Lucia e Luca, già cosi è bello corposo, comunque non manca molto all'incontro tra questi due. Hai visto Giulio, se non ci fosse Claudia sarebbe perso nella sua timidezza ahuahuahuah
      grazie mille tesoro!!! wooow che complimento mi riempi di felicità
      buona serata anche a te
      un mega abbraccione ;* <3 <3

      Rispondi
  5. Patalice
    22 Ottobre 2013 at 15:37 (7 anni ago)

    che bel viaggio…
    scrivi sempre in modo molto piacevole mia cara

    Rispondi
  6. Chat Noir
    22 Ottobre 2013 at 15:59 (7 anni ago)

    Una bella trovata questa della figlia, non me l'aspettavo e adesso mi chiedo chi saranno i vecchi innamorati del vagone accanto!
    Un abbraccio

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 Ottobre 2013 at 17:18 (7 anni ago)

      hai visto che colpo di scena? nulla è mai come sembra 😉
      Gli innamorati sono Luca e Lucia, ma scoprirai tutto molto presto
      un abbraccio

      Rispondi
  7. lolle
    22 Ottobre 2013 at 16:05 (7 anni ago)

    Un'altra bella puntata… non farci aspettare troppo per la seconda parte però!!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 Ottobre 2013 at 17:19 (7 anni ago)

      no, mercoledi sarà bella che pubblicata, manca solo una settimana, come per i telefilm 😉
      un abbraccio

      Rispondi
  8. La lanterna dei sogni
    22 Ottobre 2013 at 16:34 (7 anni ago)

    Molto avvincente questo racconto… sembrava di essere anche noi alla stazione ad osservare la scena.
    Chissà come andrà a finire!!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 Ottobre 2013 at 17:21 (7 anni ago)

      grazieee!!!
      andrà a finire in modo molto particolare, ci sono ancora tanti colpi di scena e la cosa diventerà sempre più curiosa 😉
      ciao ciao

      Rispondi
  9. giovanna bianco
    22 Ottobre 2013 at 17:03 (7 anni ago)

    Le descrizioni dei tuoi personaggi, i loro pnsieri rispecchiano noi e la nostra vita reale, alla paura di avere rimpianti..Quanti pensieri girano intorno alla piccola Sofia. Un bacione cara.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 Ottobre 2013 at 17:22 (7 anni ago)

      Ciao Giovanna,
      sono felice di leggere che per voi i personaggi sono molto simili alla realtà , perchè per scrivere questa storia ho mescolato verità e finzione 😉
      un bacione carissima

      Rispondi
  10. Mariangela Circosta
    22 Ottobre 2013 at 17:20 (7 anni ago)

    Audrey ma ci lasci con il fiato sospeso! Come sarà andato l'incontro tra i due? Molto carina anche la piccola Sofia! Aspetto con molta curiosità il prossimo capitolo!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 Ottobre 2013 at 17:23 (7 anni ago)

      eh lo so, mi spiace per questo ma non posso pubblicarvi dei post super lunghi vi verrebbe un accidenti solo a vederlo 😉
      per sapere com'è andato l'incontro devi passare mercoledi
      un abbraccio

      Rispondi
  11. Stefyp.
    22 Ottobre 2013 at 19:15 (7 anni ago)

    Un'altra bella puntata ..un viaggio pieno di sorprese..scorre piacevole la lettura e sale la curiosità…
    Come al solito, molto brava a muoverti tra i personaggi…
    Buona serata, Stefania

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 Ottobre 2013 at 17:25 (7 anni ago)

      Ciao Stefania,
      grazie mille!!!! sei gentilissima 😉
      buona serata anche a te un abbraccio

      Rispondi
  12. Betty
    22 Ottobre 2013 at 22:07 (7 anni ago)

    Cara Audrey, le scene scorrono davanti ai miei occhi mentre leggo, e ogni volta c’è suspense ed emozioni…
    Sei proprio brava, sai descrivere che è una meraviglia…
    Un bacione grande, alla prossima 🙂

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 Ottobre 2013 at 17:27 (7 anni ago)

      Ciao Betty,
      è bello leggere che il tutto è piacevo da leggere e vi emoziona oltre che incuriosisce, perchè scrivendo per me la percezione del racconto è completamente diversa perchè conosco bene i personaggi, ogni storia e anche la fine.
      grazie grazi e grazie
      un bacione a prestissimo cara

      Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 Ottobre 2013 at 17:29 (7 anni ago)

      grazieee!!! mercoledi mattina saprai il seguito, manca solo una settimana 😉
      baci baci

      Rispondi
  13. daisyfairydust
    23 Ottobre 2013 at 12:40 (7 anni ago)

    Sei eccezionale Audrey! Questa storia mi sta appassionandoooo! Amo leggere e tu sei bravissima!! mi piace molto il contenuto e anche come lo scrivi… attendo la seconda parteeee!! uffi non voglio aspettareee! 😀
    Mille baciiii amica miaaaa!! Eh si Bari e provincia è ormai un'estate che dura 9 mesi… 😀
    Kisssssss e se provi la torta fammi sapere!!!!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      23 Ottobre 2013 at 17:31 (7 anni ago)

      Ciao cara,
      grazie mille!!! *.*
      con tutti questi complimenti mi state commuovendo.
      la seconda parte arriva presto, mercoledi per l'esattezza 😉
      baci baci
      p.s. appena faccio il dolce ti dico 😉

      Rispondi
  14. Beatris
    23 Ottobre 2013 at 13:41 (7 anni ago)

    E' bellissimo leggerti, sei bravissima!
    Un abbraccio da Beatris

    Rispondi
  15. Antonella S.
    23 Ottobre 2013 at 19:24 (7 anni ago)

    Ciao Audrey, finalmente sono riuscita a leggere il capitolo.

    Sei stata, ancora una volta, bravissima…mi intriga tantissimo la storia della figlia…non vedo l'ora di capirci qualche cosa in più.

    Un abbraccio.
    Antonella

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Ottobre 2013 at 9:27 (7 anni ago)

      Ciao Antonella,
      ne vedremo delle belle, Lucia è una tipa strana.
      Un abbraccione

      Rispondi
  16. Any
    11 Gennaio 2014 at 10:29 (7 anni ago)

    Mi sto appassionando e poi hai visto….il destino…da qualche parte c'era il nome di M.Buy…che strana la vita!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      11 Gennaio 2014 at 15:14 (7 anni ago)

      ahuahuahua è vero!!! La Buy c'è anche se in forma latente 😉
      la vita è proprio strana 😀

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.