Se andate nella cittadella di Lumex, salite per una strada, scendete lungo un dirupo, girate al terzo albero giallo e poi proseguite lungo il sentiero dei fiori rosa, spostando l’erba verde e profumata di cioccolato bianco, vedrete la foresta della Bianconiglia. Il sole è bello e splendente, ma non è mai troppo caldo, gli alberi sono immensi cake pops colorati e dolcissimi, ove gli animali si recano per goderne i frutti, i prati sono fili di zucchero e cioccolato, i fiori caramelle golosissime e il laghetto che costeggia il sentiero è fatto di budino alla menta. Sparse lungo la strada ci sono delle stupende casine colorate, sono simili ai cupcakes che mangiamo noi umani, i ciotoli del sentiero sono gomme da masticare e tutto profuma di vaniglia e cannella. In una di quelle casine, vive la protagonista della nostra storia, una sorta di Coco Chanel della foresta, una coniglietta elegante e raffinata, dai gusti semplici e alla moda, che va matta per le leccornie e gli abiti griffati. La Bianconiglia è sempre stata una coniglietta diversa dalle altre, una piena di idee brillanti con tanta voglia di fare, creare e cambiare il mondo. Mentre le altre conigliette morivano d’invidia, guardano gli abiti delle compagne firmati “Le blanche”, lei non si perdeva d’animo e pensava che alla fine la moda non poteva nascere e morire con quel marchio. Sembravano tutte uguali, impacchettate come salami, in quei vestiti decisamente poco adatti alle forme di una coniglietta per bene, assolutamente demodè e privi di comodità. Determinata nel cambiare le cose seguì dei tutorial sul cucito tramite web, con i soldi risparmiati al lavoro, che svolgeva dopo la scuola, comprò una macchina da cucire e delle stoffe bellissime. Una notte presa dall’emozione cuci e tagliò, tagliò e cuci sino al mattino. Il risultato all’alba era sorprendente, la Binaconiglia, creò il suo primo abito dai colori pastello, delicato, raffinato e romantico; proprio come  lei. Quando arrivò a scuola vide che tutte le compagne avevano gli occhi puntati su di lei, chi per l’ammirazione e chi per l’invidia. Così decise di aiutare le conigliette meno fortunate creando un vestito per ognuna di loro, cucito su misura, dai colori tenui e in perfetta armonia con il loro mondo fantastico. Su ogni abito mise una sua immagine, una sorta di firma un pò speciale.
In poco tempo la fantasiosa Bianconiglia divenne famosissima, tutti volevano i suoi abiti, anche le lepri, i castori, le volpi e gli uccellini. Usci sulle copertine di Conigliolandia, Glamour e Cinguettii, Volpe chic e La moda di Sweet. Aprì un mega e fantasmagorico store, ove acquistando un capo, si poteva regalare un altro ad un animale meno fortunato. La coniglietta fashion e dal cuore buono divenne così, la più amata e famosa della foresta e con le sue scarpette, la borsa e il cappellino giallo; andava girando per la città e nei giorni più freddi metteva il conigliotrench inventato da lei e divenuto poi un cult per la sua generazione. La Bianconiglia icona di stile e bontà, dimostrò come la voglia di fare unità al buon gusto e al talento, potevano risultare armi vincenti nella vita di tutti, anche di quelli meno fortunati.  Poi, poi… poi, non è che posso raccontarvi tutto in una volta, il resto è un’altra storia 😉

Con questo racconto breve, dedicata alla Bianconiglia, partecipo al concorso letterario di Greta & Greata.

Indetto dal blog In moda Veritas, della bravissima Greata Milani, in collaborazione con Great Teddeolini (Greta Tees) studentessa di designer e ideatrice del marchio Bianconiglia.

41 Comments on Storia di una Bianconiglia alla moda

    • Audrey
      17 Aprile 2013 at 20:58 (7 anni ago)

      grazie!!!
      Buona serata kiss kiss

      Rispondi
    • Audrey
      17 Aprile 2013 at 21:00 (7 anni ago)

      grazie *.*
      buona serata

      Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:07 (7 anni ago)

      grazie mille 😉

      Rispondi
  1. Giovanna Bianco
    18 Aprile 2013 at 6:42 (7 anni ago)

    Molto carino il racconto. Mi piace l'altruismo della coniglia stilista, nei confronti di chi non può permettersi i suoi abiti. Magari se ce ne fosse un pò tra gli umani!!!! Aspetto il seguito e ti auguro una buonissima giornata. Un abbraccio.

    Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:09 (7 anni ago)

      Ciao Giovanna,
      concordo con te , sarebbe bello se anche gli umani fossero cosi altruisti.
      Buona serata e un mega abbraccio 😉

      Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:13 (7 anni ago)

      grazieeee!!! 😉

      Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:14 (7 anni ago)

      bè, ne sono felice allora. Grazieeee!!!
      buona giornata anche a te

      Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:16 (7 anni ago)

      Ciao Beatrice,
      grazieee!!!!
      un abbraccio

      Rispondi
  2. Vaty ♪
    18 Aprile 2013 at 9:11 (7 anni ago)

    ma quanto SEI STRAORDINARIA?? In TUTTO POI! ^_^

    Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:17 (7 anni ago)

      grazie tesò, mi fai arrossire 😉

      Rispondi
  3. Lilli
    18 Aprile 2013 at 9:14 (7 anni ago)

    Ciao Audrey♥ Complimenti hai scritto un racconto eccellente! Voglio vivere anche io a Lumex con tutte quelle leccornie^^ E poi la coniglietta è dolcissima, l'immaginavo mentre leggevo:) Bravissima!! In bocca al lupo per il contest, faccio il tifo per te! Un abbraccio♥

    Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:19 (7 anni ago)

      Ciao Lilli,
      grazieeeee!!!!anch'io, per noi sarebbe il paradiso, però io diventerei una palla tutta ciccia e brufoli -.-'
      Crepi il lupo
      Un bacione :* <3

      Rispondi
  4. Melinda
    18 Aprile 2013 at 9:37 (7 anni ago)

    Bello questo racconto!
    Un super bacione 🙂

    Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:20 (7 anni ago)

      grazie tesoro 😉

      Rispondi
  5. Silvia
    18 Aprile 2013 at 10:16 (7 anni ago)

    Bellissimo il tuo racconto (mi ha fatto anche venire un po' fame…). Ti auguro di vincere il premio!!!

    Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:23 (7 anni ago)

      grazieee!!! se può consolarti ho fame anch'io ahuahuahuahua
      kiss

      Rispondi
  6. Le Chat Noir
    18 Aprile 2013 at 12:12 (7 anni ago)

    Che bel racconto, ne hai di fantasia 🙂
    un abbraccio

    Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:24 (7 anni ago)

      Ciao Xavier,
      purtroppo ne ho troppa di fantasia, io mi perdo nelle mie storie e nei mie film mentali.
      Un abbraccio

      Rispondi
    • Audrey
      19 Aprile 2013 at 20:17 (6 anni ago)

      😉
      abbraccione

      Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:25 (7 anni ago)

      grazie mille 😀

      Rispondi
  7. Antonella
    18 Aprile 2013 at 17:16 (7 anni ago)

    Ma che bello Audrey, davvero meraviglioso! Sei stata splendida…la trovata dell'erba che sa di cioccolato bianco e il conigliotrench sono spettacolari.
    Bravissima, un bacione.
    Antonella

    Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:30 (7 anni ago)

      Ciao Antonella,
      grazieeee!!!!Ti piace? sai avevo paura che sembrasse banale e stupido.
      Un bacione anche a te

      Rispondi
  8. Stefyp.
    18 Aprile 2013 at 19:11 (7 anni ago)

    Sei bravissima, è proprio bello! Hai un fervida fantasia e scrivi bene.
    Un abbraccio Stefania

    Rispondi
    • Audrey
      18 Aprile 2013 at 19:33 (7 anni ago)

      Ciao Stefania,
      grazieeee mille per questi bei complimenti 😉
      Un abbraccio

      Rispondi
  9. Audrey
    18 Aprile 2013 at 19:50 (7 anni ago)

    grazie e buona serata anche a te 😀

    Rispondi
  10. Lady_Celeste
    18 Aprile 2013 at 22:49 (7 anni ago)

    !Hola,preciosa!

    Que ternura desprende tu historia,que perseverancia y determinacion la del conejito.Que buena historia que hace pensar que si te lo propones, puedes lograrlo.Suerte en el concurso,seguro que ganas.Precioso,audrey.

    Muchisimos besitos querida amiga, y disculpame que no te dejara antes el comentario,vine esta tarde a leerte pero no comente porque ando investigando como se utiliza google + y llevo toda la tarde con el tema,la que tengo liada es buena jajajaja.
    Muchas gracias por tu comentario en mi blog,me da alegria leerte.
    Dulces sueños y mas besitos,guapisima.

    Rispondi
    • Audrey
      19 Aprile 2013 at 20:20 (6 anni ago)

      Hola preciosa,
      si, es una conejita muy determinada 😉
      gracias, espero que di!!! 😀
      Muchisimo besito tambien
      No te procupe, no es un problema 😉
      dulces suenos mi linda amiga

      Rispondi
  11. Ali Ce
    19 Aprile 2013 at 10:11 (7 anni ago)

    spero che tu vinca questo concorso!

    Rispondi
    • Audrey
      19 Aprile 2013 at 20:17 (6 anni ago)

      grazie!!! speriamo bene 😉

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.