Tra i tanti balocchi natalizi, quando ero una bambina, il più agognato di tutti per le femminucce era la tanto adorata Barbie. Lei era fantastica con il suo fisico sempre al top, i capelli dal biondo perfetto, il viso privo d’imperfezioni. Giocare con lei era eccezionale, perchè potevi inventare per lei il futuro che desideravi, farle indossare i vestiti più in e sentirti all’occorrenza anche una principessa. La sua casa era enorme e tutta rosa, proprio il mio colore preferito trionfava su pareti e mobili, poi il cavallo, la macchina e gli accessori; pensavo che doveva essere fantastico essere lei. Per non parlare di Ken, l’uomo perfetto, quello che non tradisce, che aiuta la sua mogliettina, che ha la tartaruga e che per fortuna non è biondo come il principe delle favole. Quando ero piccola io, noi bimbe facevamo le buone per poter avere una Barbie e si poteva chiedere solo al compleanno oppure a Babbo Natale. Quanto valeva una Barbie!!! Se la ricevevi, la  tenevi con estrema cura e premura per non rovinarla. Le mie non le facevo toccare a nessuno, valevano troppo, però ogni tanto una di loro subiva una metamorfosi punk perchè le facevo la cresta e le dipingevo i capelli di rosa, ma anche se diventava un pò rock non la rovinavo mai. Avevo anche delle Barbie più regali, infatti per loro obbligavo la mia mamma a cucire i vesti che avevo disegnato ed immaginato in qualche sogno. 

Una Barbie negli anni ’80-’90 costava dalla 60 mila lire alle 100 mila lire, quelle più belle e particolari costavano anche di più, praticamente con quei soldi si poteva fare la spesa per 15 giorni. Non tutte le bimbe potevano avere una Barbie, perchè non tutti i genitori potevano permettersela, cosi le bambine più povere avevano “Tanya”, la sua brutta copia. Giocare con lei era davvero divertente, ti si aguzzava la fantasia e potevi inventarti storie, conversazioni, intrighi, relazioni; ma potevi anche creare degli oggetti che ti servivano per giocare e che non avevi. Per esempio, non tutte le bimbe potevano avere la casa di Barbie, io facevo parte delle bimbe che non potevano averla, costava davvero troppo per essere un giocattolo; cosi il mio papà dipinse del legno di rosa e costruì dei quadrati in una scatola enorme di legno ( la scatola era la casa ed i quadrati le varie camere). Poi mi comprò i mobili, quelli più belli, ma non tutti erano veri e cosi ebbi la mia prima casa ingegnosa, certo serviva molta fantasia, ma era comunque divertente. La macchina di Barbie era la mia ciabatta, dentro ci stava benissimo e filava che era una meraviglia, doveva pur andare in giro la mia Barbie,no? Bè, quando era piccola io, i bimbi apprezzavano i doni ricevuti. Quando ero piccola io, si era felici con poco. 
Quando ero piccola io, solo poche persone potevano far avverare i sogni dei loro bimbi. Quando ero piccola io l’estate si giocava alla campana con i bimbi del quartiere e tutti eravamo felici. Adesso una Barbie costa praticamente niente, con 10-16 massimo 20 euro è tua, chissà quante delle mie amichette l’avrebbero voluta; però ora le bimbe non pensano più alle Barbie, non si ingegnano più per giocare, non usano più la fantasia, perchè adesso voglio solo giochi elettronici. A cosa serve sognare ed inventare se può avere un cane su di uno schermo, se tutto ciò che puoi immaginare lo fa già il gioco per te basta solo premere un pulsante. A cosa serve una Barbie se puoi avere molto di più…Mi spiace per le bimbe di oggi è davvero una brutta infanzia la loro, potrebbero divertirsi con i giochi più belli perchè adesso tutti i genitori possono permettersi una Barbie, ma piangono per il nintendo DS, la PSP e chi più ne ha più ne metta. Poi mi spiace anche per lei, ora è ancora più bella , ma quasi nessuno la vuole. Barbie vorrei comparti io per dimostrarti che anche se sono grande posso ancora giocare con te, perchè la fantasia regna sovrana nella mia testa, la mia immaginazione è ancora fervida e sò qual’è il valore delle cose a dispetto di chi ora ha tanto, ma non capisce il valore di ciò che ha. Barbie ti compro io, perchè con te si può giocare a tutte le età e perchè quando un bambino non brucia le tappe, quando capisce l’importanza di ogni cosa, sarà sicuramente un adulto migliore. 
Barbie, ti compro io e ti nascondo nella mia infinita collezione, con le tue sorelline, tuo marito, i tuoi figli, i tuoi nipoti e con i mobili della tua casa; cosi se mai un giorno avrò anch’io una bambina giocherò con lei e le farò vedere quanto vali e quanto può dare una Barbie. Insieme le insegneremo la bellezza che stà nelle piccole cose, le faremo capire che se la sua bambola non ha una macchina ha comunque una ciabatta che può svolgere la stessa mansione, le faremo vedere che sognare, fantasticare, inventare è il dono più bello e speciale che possiede un essere umano. Barbie, prima la gente ti criticava per la tua perfezione, quella perfezione fatta di plastica che sembrava tanto errata al mondo intero; ma il mondo intero non capiva che con te si poteva volare alto. Quello che fa realmente male non è la tua plastica, ma gli elementi elettronici dei vari video giochi, perchè quelli non aiutano come te i bimbi a socializzare, ma ad isolarsi e non fanno sviluppare la fantasia a dispetto di quello che tu puoi fare.








Hi Barbie 
Hi Ken! 
Do you wanna go for a ride? 
Sure Ken! 
Jump In… I’m a barbie girl, in a barbie world 
Life in plastic, it’s fantastic! 
you can brush my hair, undress me everywhere 
Imagination, life is your creation 
Come on Barbie, let’s go party! I’m a barbie girl, in a barbie world 
Life in plastic, it’s fantastic! 
you can brush my hair, undress me everywhere 
Imagination, life is your creation I’m a blond bimbo girl, in a fantasy world 
Dress me up, make it tight, I’m your dolly 
You’re my doll, rock’n’roll, feel the glamour in pink, 
kiss me here, touch me there, hanky panky… 
You can touch, you can play, if you say: “I’m always yours” (uu-oooh-u) 
I’m a barbie girl, in a barbie world 
Life in plastic, it’s fantastic! 
you can brush my hair, undress me everywhere 
Imagination, life is your creation Come on Barbie, let’s go party! 
(Ah-ah-ah-yeah) 
Come on Barbie, let’s go party! 
(uu-oooh-u) 
Come on Barbie, let’s go party! 
(Ah-ah-ah-yeah) 
Come on Barbie, let’s go party! 
(uu-oooh-u) Make me walk, make me talk, do whatever you please 
I can act like a star, I can beg on my knees 
Come jump in, bimbo friend, let us do it again, 
hit the town, fool around, let’s go party 
You can touch, you can play, if you say: “I’m always yours” 
You can touch, you can play, if you say: “I’m always yours” Come on Barbie, let’s go party! 
(Ah-ah-ah-yeah) 
Come on Barbie, let’s go party! 
(uu-oooh-u) 
Come on Barbie, let’s go party! 
(Ah-ah-ah-yeah) 
Come on Barbie, let’s go party! 
(uu-oooh-u) I’m a barbie girl, in a barbie world 
Life in plastic, it’s fantastic! 
you can brush my hair, undress me everywhere 
Imagination, life is your creation I’m a barbie girl, in a barbie world 
Life in plastic, it’s fantastic! 
you can brush my hair, undress me everywhere 
Imagination, life is your creation Come on Barbie, let’s go party! 
(Ah-ah-ah-yeah) 
Come on Barbie, let’s go party! 
(uu-oooh-u) 
Come on Barbie, let’s go party! 
(Ah-ah-ah-yeah) 
Come on Barbie, let’s go party! 
(uu-oooh-u) Oh, I’m having so much fun! 
Well Barbie, we’re just getting started 
Oh, I love you Ken!

Con questo post sulla fantasia, sulla bambola più amata dalle bambine di ieri e sul valore delle piccole cose, concorro al giveaway di Vaty, autrice del blog A thai Pianist. Perchè lei è una mia cara amica e le sono molto affezionata. Perchè lei, come me, è una persona molto sensibile e per questo le voglio bene. Perchè lei, come me, da valore alla piccole cose e questo ci rende simili. Perchè lei, come me, anche se adulta conserva dentro di se la sua piccola Vaty, quella che è ancora bambina. Buon compleanno Thai Pianist e grazie per averci fatto vivere un anno di emozioni, quelle vere, quelle che racchiudono in se un pezzo di cuore.

38 Comments on Vorrei di nuovo una Barbie

  1. Betti B.
    3 Dicembre 2012 at 16:02 (8 anni ago)

    Le barbie… da piccolina ne avevo una quantità spropositata, ma non di quelle super-belle, cioè non le vere barbie che intendono le bimbe oggi (se ci giocano ancora), ma di quelle con gli abiti retrò, i boccoloni biondi, il marchio Barbie impresso al posto delle mutande… e io le adoravo davvero. Poi mi regalarono Tanya, e non me ne separai per circa due anni. Mi sembrava una personale rivincita delle more contro le bionde! E ora sono tutte chiuse in uno scatolone, nude, perché gli abiti li tenevo tutti per Tanya. Tanya, per l'appunto, sta sulla scrivania accanto a me. 😉

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 22:32 (8 anni ago)

      tu quindi sei una patita di Tanya 😀 io per sentirmi meglio compravo l'amica du Barbie,quella mora…

      Rispondi
  2. *°+*°* vé *°*+°*
    3 Dicembre 2012 at 16:05 (8 anni ago)

    ciao cara…che nostalgia ^^
    anche io da bambina avevo molte barbie…non ci giocavo granchè… ma mi piaceva averle…guardarle..lì immobili…con i loro corpi perfetti i capelli in piega e gli abiti alla moda…
    poi tante replica più o meno tamarre delle barbie sono arrivate…ma per me rimane sempre l'unica e originale…che ha fatto sognare milioni di bambini e adulti…
    kiss e buona serata
    vendy

    NEW 2 POSTs
    follow me on:

    the simple life of rich people blog
    instagram @thesimplelifeofrichpeople
    twitter @simpleliferichP

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 22:33 (8 anni ago)

      concordo con te 😉
      kiss kiss

      Rispondi
  3. Lilli
    3 Dicembre 2012 at 16:42 (8 anni ago)

    Ciao Audrey!! Non ti preoccupare affatto!:) Ah non potevi scegliere oggetto migliore oggi!!^^ Io l'adoravo da matti!! e ci giocavo sempre, la portavo ovunque tanto che o finivano decapitate o con i capelli bruciati perchè ero solita portarle in cucina pure quando mia mamma cucinava!^^' sono d'accordo con te sulle bambine di oggi, ne vedo spesso in giro..e con in mano un videogioco al contrario della nostra generazione!! hai ragione, le compriamo noi allora!!:P Costano pure poco ora come dici!!:D Un bacio e buona serata cara!!:***

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 22:36 (8 anni ago)

      ciao Lilli,
      tu eri come mia sorella allora 😉
      si, visto che le bimbe non l'apprezzano piú compriamole noi,ne ho.viste certe fighissime e super fashion 😀
      bscioni

      Rispondi
  4. Who is?
    3 Dicembre 2012 at 16:48 (8 anni ago)

    Bellissimo questo post… davvero oggi non capisco l'infanzia cosa sia diventata e mi chiedo tra 40 cosa diranno i bambini di oggi dell'infanzia che vivranno i loro figli. Ai miei tempi c'era il wii, la playstation, e l'I-Phone!
    Chissà, forse i bambini giocheranno ad essere adolescenti complicati… e tra un bambino ed un uomo di 30 le differenze saranno pochissime.

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 22:38 (8 anni ago)

      grazie per il complimento 😀
      guarda non oso immaginare il futuro perché mi fa sentire male…

      Rispondi
  5. Vaty ♪
    3 Dicembre 2012 at 16:50 (8 anni ago)

    cara Audrey,
    mi piacerebbe poter leggere questo post a Sofie. Affinchè comprenda la lungimiranza delle tue parole.
    Ahime purtroppo è tutto vero: oggi la Barbie costa davvero poco (l'ultima a prezzo intero la pagai € 14,90!) ma proprio perchè le bimbe di oggi non hanno più bisogno di una bambolina "fisica" quando possono giocare e divertirsi con una "virtuale".
    E già, anche mia figlia è attratta da tutti i giochi che il mondo Appstore offre. E sono pure gratis.. E così, puoi scegliere tutti i colori del mondo, abbinare qualunque gioiello, abito e anche Ken!
    Ma, come dici tu, vuoi mettere la possibilità di prendere in mano una bambolina, immedesimarti in lei e determinare tu stessa le sorti del gioco: e cioè la sconfitta per i cattivi ed il trionfo del bene, dell'amore e del matrimonio con Ken.. 🙂
    Io e mia sorella giocavamo sempre a Barbie. Abbiamo avuto la fortuna di avere sia la villa di città (con l'ascensore rosa!!) che quella di campagna (con il tetto mansarda apribile, wowww!!).
    Che bei ricordi che conservo ancora. Vorrò leggerle il tuo post di oggi.. così da farla commuovere un pò .. (ma piangerà anche per la tristezza che i suoi figli sono patiti per la wii…!!!)
    Grazie per questo ennesimo post di riflessione.
    E grazie per le tue parole che mi hanno fatto venire i gocciolini (ma giuro poi non ho pianto!) ^_^
    D'altra parte non posso che allietarmi IO di averti conosciuta in quest'ultimo anno perchè ogni volta che leggo un tuo articolo (dire "post" è alquanto riduttivo) rimango affascinata dalla intelligenza e maturità delle tue parole.
    Questo giveaway l'ho pensato proprio per questo: non tanto per ricever "complimenti e lusinghe" da voi (so che in molte mi volete bene), ma proprio per poter io ringraziare alcune di voi, per quest'anno speciale trascorso in vostra compagnia, approfittando un pò dell'anniversario, un pò per le festività (in questo periodo non si dice che siamo tutti un pò più buoni? 🙂
    Cara Audrey,
    so che gli ultimi eventi non sono stati per te molto piacevoli ma io un pò sono contenta che sono stati proprio questi a farmi avvicinare per te. E così, sentendo quasi ogni giorno la tua voce mi conforta, come se tu fossi un'amica di bergamo, una sorella a me vicina.
    Senti, sorellina..allora, ti va se giochiamo un pò a…
    Barbie? :')
    Vaty

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 22:45 (8 anni ago)

      ciao Vaty,
      sono felice di sapere che il post ti piace. wooow hai avuto le casa piú belle,io ci ho giocato qualche volta con quella della mia cuggi.Grazie per le tue bellissime parole,mi lusingano e mi commuovono anche.*.*anch'io ti sento vicina e sono felice.di averti come amica e anche come sorella 😉 certo che gioco con te a Barbie è un offerta che non si puó rifiutare
      tvttb kiss

      Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 22:47 (8 anni ago)

      eh giá 😀
      baci

      Rispondi
  6. Greta Miliani
    3 Dicembre 2012 at 17:50 (8 anni ago)

    Io ho ancora delle Barbie, con accessori, case e vestiti da favola!
    I capelli un po' meno..da piccola coloravo e tagliavo caschetti improbabili e creste punk.
    Anche dovessi tornare a 10 anni, continuerei a preferire questo tipo di giocattoli, o le polly pocket o la playmobil. Adoravo costruire e creare storie per i miei personaggi.
    Ovvio che non disdegno la tecnologia (o non sarei qui), ma c'è un età per ogni cosa e a 10 anni si deve sognare, non navigare o impazzire con diavolerie tecnologiche!

    baci G.
    Vuoi aiutare In Moda Veritas ad entrare a far parte della IT FAMILY di Grazia.it? Vota cliccando qui e poi sul cuoricino. Grazie mille <3
    IMV su Facebook
    IMV su Bloglovin'

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 22:49 (8 anni ago)

      tu eri come me,creste a tutta forza hihihihhihi
      concordo con le tue parole Greta
      a presto kiss

      Rispondi
  7. Marika
    3 Dicembre 2012 at 17:51 (8 anni ago)

    Carissima Audrey , chi non ha amato intensamente la bellissima Barbie ? Leggere il tuo mega post mi ha fatto ricordare momenti di assoluta tenerezza a cui non pensavo ormai più . Le tue parole sono sempre stimolanti e fonte di riflessione .
    Ti abbraccio .

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 22:50 (8 anni ago)

      vero!!!grazie cara 😀
      un abbraccio

      Rispondi
  8. Marcela Gmd
    3 Dicembre 2012 at 18:07 (8 anni ago)

    Querida Audrey, adoro las muñecas…me encanta la Barbie, la Bratz, las Monsters y es una pena que con la modernidad se pierda el saber jugar con juguetes de verdad, pero eso es lo que nos toca vivir…
    A pesar de ello me encanta hacer casas de muñecas de madera ya tengo dos y voy por la tercera es una verdadera afición y reconforta poder crear y decorar todo el interior, incluyendo muebles, adornos y lámparas hechas a mano…todos tenemos un niño dentro que debemos mantener…
    Buen comienzo de semana! y mi G+…

    Besos, desde España, Marcela♥

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 22:53 (8 anni ago)

      hola preciosa,
      es verdad lo que tu escribe,todos tenemos un nino dentro :-*
      besos

      Rispondi
  9. Antonella
    3 Dicembre 2012 at 19:35 (8 anni ago)

    Ciao Audrey, splendido post, me ne avevi parlato ma non mi aspettavo di leggere una pagina così commuovente. Quando ero una bambina iole Barbi non c'erano ancora, penso siano arrivate qualche anno dopo, forse addirittura una generazione dopo. C'erano però 3 bambole, che non ho mai più sentito nominare, Susan, Sylvia e Sharon, rispettivamente bruna, bionda e rossa e anche loro avevano dei bellissimi vestiti, io e la mia amica giocavamo per giornate intere, facevano parte della nostra vita. Quando vede i bambini di oggi mi viene voglia di chiamare il telefono azzurro, gli hanno rubato l'infanzia a questi bambini:devono andare a danza, a pallavolo, a equitazione, in palestra, in piscina, a sciare, a tennis…ma quando giocano questi bambini? Quando la loro fantasia può farli volare in alto? Quando non sono impegnati in varie attività sono con gli occhi incollati a qualche gioco elettronico. Chissà che adulti saranno?
    Ciao,un bacione.
    Antonella

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 22:56 (8 anni ago)

      mi sa che anch'io ho giocato con le tue stesse bambole,erano della mia mamma…purtroppo i bimbi di oggi non giocano piú e se giocano è davanti alla tv
      grazie!!!un bacione

      Rispondi
  10. Doctor Ci.
    3 Dicembre 2012 at 20:32 (8 anni ago)

    Bel post, malinconico, però bello!
    Se ti può consolare, mia sorella di dieci anni ne ha un bel po'. Ogni tanto spuntano dove meno te lo aspetti. Per non parlare del guardaroba! Hanno più vestiti di tre Zara messe insieme tra di loro!
    Canzone fantastica! Era la mia prima cassetta che ho comprato :3

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 22:59 (8 anni ago)

      grazieee!!mi rincuora,oltre che consolare…almeno una bimba sana,brava la tua mamma.
      Anch'io adoravo questa song 😀
      kiss

      Rispondi
  11. Saji Connor
    3 Dicembre 2012 at 20:44 (8 anni ago)

    La Barbie… ogni Natale ricevevo sempre un regalo di Barbie e ogni promozione a scuola ci rimediavo un vestitino che potevo scegliere io in cartoleria! Anche mia mamma mi cuciva i vestitini… poi le facevo i bagni nel lavandino con quintali di bagnoschiuma! Mia mamma disperata alla fine dopo anni mi ha comprato la vasca da bagno di Barbie 😀 ho passato giorni interi per anni con le mie amiche, da sola, o con mamma a giocare con Barbie!
    Rischio la lacrimuccia….
    G+ per te!
    xoxo

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 23:01 (8 anni ago)

      anche la mia mi ha comprato la vasca per lo stesso motivo,faceva anche la schiuma hihihihi
      rischio la lacrimuccia anch'io
      *.* kiss

      Rispondi
  12. SONIA
    3 Dicembre 2012 at 20:59 (8 anni ago)

    Cara Audrey mi dispiace non poter commentare tutti i tuoi post ma il fine settimana sono molto presa dai bambini e a proposito, proprio in questi giorni il mio di 7 anni ha chiesto come regalo di Natale la PSP Vita che non so neanche come è fatta , ma ha visto la pubblicita'. Io e il padre gli abbiamo spiegato che è ancora troppo presto per averla e che costa troppo, sembra essersi convinto e incrocio le dita.
    La Barbie Gran Gala' era la mia preferita, la conservo ancora e quanti bei ricordi legati al gioco….anche per me la casa e la macchina erano troppo ma la ciabatta..non mi è venuta mai in mente….pensa che bello poter tornare indietro e fare una bella sgommata insieme!!

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 23:05 (8 anni ago)

      brava,non cedere quelle cose fanno isolare i bimbi,rovinano la vista e rincitrullscono.Non preoccuparti se non vieni,capisco 😉
      quando vuoi vengo da te con ciabatta e barbie hihihihi kiss

      Rispondi
  13. Eva
    3 Dicembre 2012 at 21:31 (8 anni ago)

    Tu non sai quanto ci ho sognato assieme… Le ho ancora tutte, dentro una scatola, così come ho tutte le scarpe, i vestiti, i cappelli… Meraviglia! Baci!

    Ubique Chic, H2O Fashion added

    Rispondi
    • Audrey
      3 Dicembre 2012 at 23:07 (8 anni ago)

      anch'io sai ho tutti gli scatoloni nascosti 😀
      che bello,ogni tanto apro e sento profumo d'infanzia
      baci

      Rispondi
  14. lolle
    3 Dicembre 2012 at 21:39 (8 anni ago)

    Conservo ancora la mia Barbie… e non aggiungo altro!!!

    Rispondi
  15. Audrey
    3 Dicembre 2012 at 23:09 (8 anni ago)

    anch'io le conservo e come dice Liga"se si voltano un momento io ci gioco perchè a me va"
    kiss

    Rispondi
  16. Alessia
    4 Dicembre 2012 at 7:35 (8 anni ago)

    Ciao Audrey,
    grazie mi hai fatto tornare bambina, io ho avuto la fortuna di avere genitori e nonni che ogni anno mi regalavano una Barbie e tutto i suoi accessori la casa, la macchiana, la capanna…ho avuto tutto ma ho giocato così tanto che a volte guardo mia nipote e penso ma tu sai che belle storie che si potevano inventare, che vita bellissima potevi farle vivere…Io mi divertivo a fare sfilate obbligavo mia mamma a stare vicino a me e giocare con le Barbie. Ho avuto la possibilità di avere un' infanzia bellissima e spero di poterla offrire anche ai miei figli in futuro quando ne avrò. Non voglio regalarci giochi elettronici, voglio regalargli un sogno, farli volare e fargli inventare storie farli sentire dei bimbi amati.
    Baci buona giornata Alex

    Rispondi
    • Audrey
      4 Dicembre 2012 at 11:23 (8 anni ago)

      ciao Alessia,hai colto in pieno cio che volevo dire con questo post…i bambini devono usare la fantasia per giocare,altrimenti che bambini sono? bruciare le tappe è sempre sbagliato,bisogna godersi l'etá che si ha quando è il momento 😉
      grazie per il tuo commento un abbraccio

      Rispondi
  17. Paola
    4 Dicembre 2012 at 8:53 (8 anni ago)

    e no, la fantasia è meglio di 100000 giochini elettronici, noi abbiamo realizzato la casa delle bamboline in legno con dei pezzi acquistati al Brico e ci ha dato molta soddisfazione farla. Un abbraccio!
    Paola
    http://www.lechicchedipaola.it/

    Rispondi
    • Audrey
      4 Dicembre 2012 at 11:25 (8 anni ago)

      brava!!! anche il mio papá fece la stessa cosa con me da bambina 😀
      kiss

      Rispondi
  18. giovanna
    4 Dicembre 2012 at 9:33 (8 anni ago)

    Io non sono stata una fan della Barbie, forse perchè i miei genitori non avevano la possibilità di comprarmi le ultime novità e tutto quanto il resto. Il mio gioco preferito era fare i vestiti. Ricordo che una volta al mio rione, abbiamo festeggiato il matrimonio di Barbie e Ken. Troppo simpatico.

    Rispondi
    • Audrey
      4 Dicembre 2012 at 11:26 (8 anni ago)

      ahuahuahu che bravi,quindi.è stato un grande evento 😉
      un abbraccio

      Rispondi
  19. Bea
    4 Dicembre 2012 at 21:11 (8 anni ago)

    Adoravo anche io le barbie!!Ricordo ancora quanto ero felice quando mi hanno regalato la barbie Sissi…un'emozione!Mi piaceva da matti vestirle,inventare le storie più strampalate…quanto passa veloce il tempo però!Il natale aveva decisamente un altro sapore quando si era più piccoli!:(
    Pensa che delle volte mi soffermo a guardare i bimbi appena escono dal supermercato con il loro giocattolo appena comprato in mano e un pochino mi scende la lacrimuccia!Rivedo la stessa emozione del tornare a casa a scartalo e giocare che avevo io quando ero piccola!:)Da pazzi lo so!:)
    UN bacio cara!
    Bea

    Rispondi
    • Audrey
      4 Dicembre 2012 at 21:56 (8 anni ago)

      non é da pazzi,anzi è segno di un ricordo bellissimo e nostalgico quello di una splendida infanzia…in realtá ogni bambino dovrebbe averla 😀
      bacione

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.