Una famiglia perfetta è il nuovo film di Paolo Genovese, una commedia natalizia riflessiva, ben strutturata e diversa dal solito, un cine-panettone che vale i soldi del biglietto.
Il lungometraggio ha una rosa di attori validissimi, forse tra i migliori: Sergio Castellitto, Claudia Gerini, Marco Giallini, Carolina Crescentini, Eugenia Costantini, Francesca Neri…E punta tutto sulla realtà e sulla finzione, sui rapporti, sulle incomprensioni, i malintesi, i colpi di scena, gli schemi. Un film che ha un’ottima fotografia ,una validissima sceneggiatura ed una splendida colonna sonora. Un film Italiano che finalmente mostra la maestria dei nostri attori anche a Natale, senza cadere nella banalità, volgarità e stupidità delle solite preconfezionate commedie del periodo delle feste.
Leone (Castellitto) è un cinquantenne ricco e misterioso, che scrive un copione che alcuni attori dovranno recitare a Natale, lo spettatore è uno solo: lui, le scene si svolgono quasi tutte in una villa nei pressi di Todi e gli attori devono interpretare i componenti della sua famiglia, la famiglia che Leone non ha mai avuto. La prima scena è forviante, presenta i vari personaggi di questa casa in perfetta armonia, felicità, allegria e spensieratezza. Poi arriva il colpo di scena, l’imprevisto, la disgrazia ed allora gli attori devo destreggiarsi andando a ruota libera, riempiendo i tempi morti e cercando di sistemare le cose. Proprio quello che accade al piccolo Daniele, il quale deve interpretare il figlio minore, ma vine cacciato da Leone perchè grasso e con gli occhiali. Mentre Daniele cerca di recuperare la sua parte, la compagnia di attori ingaggia “Il professionista”, il bambino perfetto che recita persino con Scorsese. Ma nella vita i figli non si possono scegliere e se non ti somigliano o non sono come vuoi non puoi cambiarli con uno perfetto.
Il film è pieno di questi imprevisti, perchè Leone ama modificare le cose e mettere gli attori in difficoltà, tirando fuori dal cilindro frasi non riportate nel copione; ad aggravare la situazione arriva Francesca Neri, l’ospite imprevisto che resta sconvolta da questa strana famiglia ove i due figli fanno l’amore, la moglie tradisce il marito con il cognato e la nonna si finge morta.
Realtà o finzione? Fino a che punto una famiglia è reale, come facciamo a capire se chi amiamo recita una parte oppure fa sul serio? E fino a che punto la finzione, l’artificio cinematografico è frutto di un copione? ove si colloca la sottile differenza tra recitazione e vita vissuta? ove si trovano i sentimenti? nella realtà o nella commedia?

Un film che fa riflettere su quanto spesso “la famiglia”, il nostro rifugio, il nostro nido; possa anche essere qualcosa di irreale, una costruzione, una vera e propria recita. Arriva cosi nel secondo tempo la scena madre, Leone finge di essere attratto da questa nuova arrivata Francesca Neri (una donna raccatta per strada, amante infelice e delusa), improvvisa una specie di abbandono, quello che gli uomini non hanno solitamente il coraggio di fare quando si trovano la famosa “amante”. Qui abbiamo un’interpretazione spettacolare della Gerini (Carmen), che negli anni altre a diventare sempre più brava ci lascia anche a bocca aperta con la sua bellezza cosi semplice e naturale. Carmen, come un film nel film, improvvisa da brava attrice una moglie ferita e stanca, che vuole solo avere il suo uomo per se, lasciando allibito anche Leone con il suo discorso. Si, perchè se si ama non si deve per forza essere la regola e cornificare la moglie, ma si può anche dire di no privilegiando la coppia. Ma nella realtà, si presenta un’altro colpo di scena, il vero marito di Carmen (Claudia), che interpreta il fratello di Leone, per paura che la recita si spinga troppo oltre chiede alla più anziana delle attrici (quella che interpreta la nonna), di fare il suo pezzo forte e morire annegata per salvare la sua amata. Si, nella finzione Carmen(Claudia) è la moglie di Leone (Castellitto), nella realtà è la moglie del finto fratello Fortunato(Giallini), il quale finge di essere sposato con Sole (Crescentini) che in realtà ama l’uomo più della parte che recita. Ma la recita svela la realtà mettendo ogni cosa al suo posto, in verità Leone voleva solo far capire a Carmen (vecchia ex), che la sua mancanza di responsabilità, il fatto di averla lasciata alla fine sia stato un bene, perchè non avrebbero mai avuto quella famiglia da lui inventata. Carmen capisce che anche se il suo matrimonio stava tentennando a causa di una piccola crisi, è proprio Fortunato l’uomo della sua vita. Sole arriva ad una conclusione dolorosa, ma inevitabile, deve abbandonare il suo progetto di conquista e lasciare Fortunato con la donna che ama.

I due fratelli Luna e Pietro capiscono di amarsi, mentre i due bambini più piccoli Angelo e Daniele entrano in maniera spettacolare nel personaggio. Leone cerca di far crollare gli equilibri, proprio come accade nella realtà, prova a fare il buon padre e pensa ad ogni singola scena con minuziosità spaventosa, però spesso mette in crisi le persone più che i personaggi. Bella è anche la parte del monologo in chiesa seguita dai regali fatti di fantasia, simpatica la parte della tombola ove ognuno copre un ruolo nel ruolo, cercando di simulare un attimo di quotidianità; ma nella riflessione di questo film per nulla scontato, non mancano anche momenti di divertimento e piccole risate che scaldano il cuore.
La finale del secondo tempo regala un’inquadratura di Leone, che resta solo seduto sul divano di una casa che non è nemmeno sua, arriva Francesca Neri, che ha trovato il copione e finalmente ha capito cosa stava accadendo all’interno di quella strana casa, prende Leone e vanno via. La realtà e la finzione si sono mescolati nel giorno di Natele, svelando i sentimenti a volte finti e a volte troppo veri. Perchè spesso la realtà non è come sembra e la finzione è proprio ciò che vedi. Alla fine nulla è veramente reale nella vita, tranne l’amore, questo è il piccolo insegnamento che fa da epilogo, l’amore mette sempre le carte in tavola e vince.
Direi che questo è un film che emozione, che va capito e che regala tanto, soprattutto grazie ai suoi attori che non sbagliano una scena , perchè se reciti nella vita dev’essere per forza buona la prima, nonostante le paure, le difficoltà e le complicazioni, perchè quando ami il tuo lavoro devi farlo dando il meglio.

Per voi la traduzione di “Nothing’s Real But Love”  clicca qui 
In piedi in coda

Mi chiedo perché non mi sono mossa
Cercando una mano
Guardando chi infrangeva le regole
Forse all’uomo al comando non piace il mio volto
Ma ciò che è vero non è sempre bello
Niente è vero, tranne l’amore 
Niente soldi, né casa, né macchina, niente batte l’amore…
Il rombo ha fatto luce
Vedi che può essere sprecato
Guarda cosa posso fare
Ma quando la porta è stata chiusa, è stato fatto sulla mia faccia
E scopro che questo mondo non è sempre stato buono
Niente è vero, tranne l’amore
Niente soldi, né casa, né macchina, niente batte l’amore…
Né il denaro, né la macchina, né la macchina, niente è come l’amore
La la la la la la
Yeaaah
Ho messo tutto da parte
Aspettando un giorno di pioggia
Ma quel giorno non verrà
Ho bisogno di amore
Niente soldi, né casa, né macchina, niente batte l’amore…
Non ti sazia mai
Non ti fa crescere
Non ti sazierà
Non è amore!
Niente è vero, tranne l’amore 
Niente soldi, né casa, né macchina, niente batte l’amore…

36 Comments on Una famiglia perfetta

  1. CherRy BoMb
    10 Dicembre 2012 at 11:30 (8 anni ago)

    io non vedo l'ora di vederlo…sto fremendo…ma aspetterò ancora un po'..magari quando il natale è un po' più vicino…so già che mi piacerà..almeno spero..
    Castellitto è uno dei pochi attori(italiani)che mi piacciono:)

    se ti va passa da me..
    http://thecherrybombdiary.blogspot.it/

    Rispondi
    • Audrey
      10 Dicembre 2012 at 15:40 (8 anni ago)

      ti piacerà sicuro, è stupendo 😉
      kiss kiss

      Rispondi
  2. SONIA
    10 Dicembre 2012 at 12:00 (8 anni ago)

    Faro' di tutto per andare a vederlo, ci sono un sacco di verita' assolute in quello che hai scritto…
    Baci!

    Rispondi
    • Audrey
      10 Dicembre 2012 at 15:41 (8 anni ago)

      Ciao Sonia, guarda ne vale la pene è davvero molto bello.
      Baciotti 😀

      Rispondi
    • Audrey
      10 Dicembre 2012 at 15:41 (8 anni ago)

      thank you dear 😉

      Rispondi
  3. Ilaria girucca
    10 Dicembre 2012 at 13:14 (8 anni ago)

    Sembra molto carino, Castellitto mi piace molto come attore e anche come regista. Io volevo vedere "Venuto al mondo" per quanto riguarda i suoi film, ho letto il libro da cui è tratto e devo dire che mi ha toccata molto.
    Buona giornata cara,
    Ilaria

    Rispondi
    • Audrey
      10 Dicembre 2012 at 15:45 (8 anni ago)

      Concordo con te, è davvero bravo e propone sempre film eccellenti, mai banali e mai stupidi.
      Buona giornata anche a te

      Rispondi
  4. Lilli
    10 Dicembre 2012 at 13:24 (8 anni ago)

    Ciao Audrey! Grazie per la recensione, solitamente come sai non guardo molto i film italiani ma da come parli di questo mi hai convinta a vederlo, tocca dei temi che mi interessano:) Quella canzone mi piace un sacco!;) Un abbraccio cara, buon lunedì!!!:***

    Rispondi
    • Audrey
      10 Dicembre 2012 at 15:46 (8 anni ago)

      Ciao Carissima,
      guarda io odio i cine-panettoni, perchè di solito non offrono nulla. Questo però è diverso, ha un suo perchè ed un suo spessore. La canzone la trovo troppo bella anch'io 😉
      Un abbraccio mega e buon lunedi anche a te:D

      Rispondi
  5. tuttepazzeperibijoux
    10 Dicembre 2012 at 14:20 (8 anni ago)

    ciao audrey , bella questa recensione, sembra carinissimo il film, un bacino elena

    Rispondi
    • Audrey
      10 Dicembre 2012 at 15:47 (8 anni ago)

      Ciao Elena,
      si, è veramente un bel film, lo consiglio vivamente.
      Baci

      Rispondi
  6. Antonella Leone
    10 Dicembre 2012 at 14:24 (8 anni ago)

    ma sai che cercavo proprio un film in streaming da vedere? 🙂

    Rispondi
    • Audrey
      10 Dicembre 2012 at 15:47 (8 anni ago)

      trovatooooo 😉

      Rispondi
  7. Chica
    10 Dicembre 2012 at 14:48 (8 anni ago)

    Ciao 🙂 questi tipi di film mi piace guardarli sul divano sotto una coperta con una tazza di thè fumante…
    Buona giornata

    Rispondi
    • Audrey
      10 Dicembre 2012 at 15:48 (8 anni ago)

      concordo…se accoccolati ancora meglio 😉
      buona giornata anche a te

      Rispondi
  8. Melinda Santilli
    10 Dicembre 2012 at 17:03 (8 anni ago)

    E' che odio profondamente le feste, benchè mi piace prepararle per gli altri, quindi un film del genere non mi attira. Preferisco quello con Liam Neeson, The Grey, l'hai visto?
    Un abbraccio!

    Rispondi
    • Audrey
      10 Dicembre 2012 at 18:30 (8 anni ago)

      Vabbè, sono gusti, se non ti piace il genere,non ti si può fare una colpa 😉
      però è davvero molto bello e profondo, secondo il mio modestissimo parere.
      The Gray non l'ho visto, me lo consigli?
      un abbraccio 😀

      Rispondi
  9. Marcela Gmd
    10 Dicembre 2012 at 17:10 (8 anni ago)

    Me encantan las comedias!!! una familia perfecta?… existe eso? jajaja!!!
    Buen comienzo de semana, querida Audrey! mi g+…

    Besos, desde España, Marcela♥

    Rispondi
    • Audrey
      10 Dicembre 2012 at 18:31 (8 anni ago)

      Hola Marcela,
      no creo que no existe una familia perfecta 🙁
      Buen cominezo de semana tambien y muchas gracias por el G+
      Besos <3

      Rispondi
  10. Esmeralda D.H
    10 Dicembre 2012 at 19:38 (8 anni ago)

    !!Hola,preciosa,soy lady_celeste,cambie el perfil por mi nombre de verdad !!

    Tiene buena pinta la película.Con los entresijos de una familia.Intentare verla.Buena sinopsis has hecho.Muchísimos besitos,preciosa,audrey.

    Rispondi
    • Audrey
      11 Dicembre 2012 at 9:37 (8 anni ago)

      hola Esmeralda,
      que nombre bonito 😀
      Esta pelicula me gusta mucho 😉
      besos

      Rispondi
    • Audrey
      11 Dicembre 2012 at 9:38 (8 anni ago)

      felices fiestad tambien
      kisssss

      Rispondi
  11. Antonella
    10 Dicembre 2012 at 19:47 (8 anni ago)

    Ciao carissima Audrey, sto arrivando sempre per ultima, ma è un periodo in cui sono un po' presa. Il film non l'ho visto ma confesso che vedendo il trailer in televisione ne ho avuto una buona impressione, tu hai fatto il resto.
    Lasciando perdere la trama del film che hai raccontato in modo esauriente e dettagliato mi piacciono molto i temi che hai approfondito. Questo dimostra che anche in film leggerini ,come in genere sono i film di natale (quelli italiani di solito sono anche parecchio volgari, se sono ben fatti e si sanno guardare con intelligenza ci sono tanti spunti per importanti riflessioni.
    Come sempre bravissima!
    Un bacione, Antonella

    Rispondi
    • Audrey
      11 Dicembre 2012 at 9:42 (8 anni ago)

      Ciao Antonella,
      non preoccuparti se passi la sera non succede nulla,in queste settimane è un pó un trambusto per tutti.
      Questo film è una piacevole sorpresa,di solito evito i cinepanettoni,ma questo è qualcosa di diverso,me lo sono proprio gustato.
      Grazie e buona giornata

      Rispondi
  12. Marika
    10 Dicembre 2012 at 21:54 (8 anni ago)

    Audrey cara, per me tu sei ormai una garanzia !
    Andrò sicuramente a vederlo !
    Un bacione

    Rispondi
    • Audrey
      11 Dicembre 2012 at 9:45 (8 anni ago)

      grazieee!!!mi fai arrossori con questi complimenti 😀
      un bacione e buona giornata cara

      Rispondi
    • Audrey
      11 Dicembre 2012 at 9:47 (8 anni ago)

      una commedia a sfondo riflessivo direi…ciao

      Rispondi
  13. giovanna
    11 Dicembre 2012 at 10:04 (8 anni ago)

    Non vedo l'ora di vederlo. Mi incuriosisce molto. Buona giornata.

    Rispondi
    • Audrey
      11 Dicembre 2012 at 10:33 (8 anni ago)

      vai,non te ne penturai 😉
      buona giornata anche a te

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.