In una casa magica e molto Natalizia, vive una cuoca sbadatella, che durante le feste ama cimentarsi tra i fornelli. In un giorno nuvolo pensò “devo fare un pò di prove con i dolcetti, se non voglio fare brutta figura con il vecchietto dalla barba lunga e gli stivali neri”. Lei non sapeva cucinare senza musica e quel giorno mentre metteva all’opera la sua finta maestria, decide di ascoltare Celeste di Zucchero, tanto per sentirsi Natalizia.
Prese due ciotole, la farina, lo zucchero e le uova ed inizio il suo spettacolo. Però non fece in tempo ad arrivare a metà della sua creazione che a causa di due elfi, monelli, burloni e briconcelli; arrivò il suo primo pasticcio. Sostituì il Rhum della ricetta originale, con il San Marzano un liquore che stava li nelle vicinanze. In realtà, già aveva commesso un errore, nel suo dolce invece di mettere 6 uova, ne aveva messe 4 e per creare una sorta di equilibrio a livello di liquidi, pensò di aggiunge 1 bicchiere di latte al posto di 1/2 bicchiere. L’elfo più grande arrivò gridando “sbadatella!!! cosa pensi di fare, i dolci vanno dosati per benino e se fai di testa tua uscirà ben poco roba”. La sbadatella ha un nome, si chiama Audrey e non era nuova a questi aggiustamenti, infatti nessuno lo sa, ma lei non segue nemmeno mezza ricetta alla lettera. Se non fa almeno una cosa di testa sua, la ricetta non può essere completata. Comunque, questa pasticciona  di una finta cuoca, continuo tra un balletto e l’altro, trascinata dalla musica sempre più natalizia e dal suo sangue ballerino a cantare, zumbettare e cucinare. Naturalmente non ci sono due errori, se non vi è il terzo, cosi per completare l’opera dopo aver imburrato la teglia grazie all’aiuto del Grinch, si dimenticò di cospargere il tutto con la farina. Purtroppo si accorse dell’errore troppo tardi e un pò perplessa mise la sua torta nel forno.
Siccome la nostra amica è un pò chiacchierona, nell’attesa decise di raccontare tutto alla Befana, la quale disse “ha ragione l’elfo, ti verrà una schifezza!!! Vedrai che Babbo Natale non mangerà mai il tuo dolcetto, anche se lasci una tazza di latte vicino al piattino come vuole la tradizione”. Allora la piccola Audrey, si senti un pò triste e mortificata e presa dalla sconsolazione estrasse la sua torta dal forno, la lasciò raffreddare e prese un piatto per capovolgerla. Non ci crederete mai, la torta non si era attaccata alla teglie anche se aveva dimenticato la farina. Poi la tagliò in vari quadratini, notando che la torta era bella alta e profumata, infine, presa dalla curiosità tiro un morso e disse “ummmmm…che bontà!!!”. Fu cosi che la piccola Audrey inventò la torta-biscotto di Babbo Natale al San Marzano, ovviamente bicolore perchè lei è una patita della cioccolata.
Il giorno dopo al suo risveglio la torta era sparita ed al suo posto apparve un biglietto con su scritto:
                                                         Cara sbadatella pasticciona,
                                         come al solito ne hai combinata una delle tue,
                          ma perchè non segui mai le ricette e non ascolti gli elfi consiglieri?
                          Bè, questa volta hai fatto bene perchè hai inventato davvero un ottimo
                              dolce, complimenti!!! Grazie per aver dato il mio nome a questa
                                                      torta, sono veramente lusingato 😉
                                   Comunque la torta va bene, puoi lasciarla accanto al 
                                                 latte il 24 sera, mi raccomando abbonda,
                                                              almeno 3 pezzettoni.
                                                                                    Un abbraccio Babbo Natale
P.S. sò che hai messo la margarina al posto del burro e che invece di 200 gr hai messo 150 gr…hai barato anche su questo, sbadatella che non sai altro.  🙂

INGREDIENTI:
-4 uova
-150 gr di margarina
-200 gr di zucchero
-250 gr di farina
-150 gr di maizena
-lievito
-1 bicchiere di latte
-meno di 1/2 bicchiere di San Marzano
-75 gr di cacao
PROCEDIMENTO:
Separate il tuorlo dall’albume e montate a neve quest’ultimi. In una ciotola grande mettete i tuorli e lavorateli con lo zucchero. Fate ammorbidire la margarina ed aggiungetela un pò alla volta al composto. A questo punto versate latte e S.Marzano e unite pian piano: farina, maizena e lievito setacciato. Incorporate molto dolcemente gli albumi montati a neve e dividete l’impasto in due parti. Una parte dell’impasto lasciatela cosi com’è, all’altra aggiungete il cacao. Imburrate una teglia di misura media e mettete prima il composto semplice e poi quello al cioccolato (con una forchetta mescolatelo). Forno preriscaldato a 180 gradi. La torta è qualcosa di simile ad un biscotto ma decisamente più morbido, anche se ho modificato la ricetta, non mi sembra di averla stravolta tantissimo, la differenza è essenzialmente dovuta al S.Marzano, ma vi assicuro che è buonissima, solo più leggera e leggermente più morbida.

Con questo post partecipo all’iniziativa 25 pensierini per Natale del blog una fragola al giorno.

44 Comments on Torta-biscotto di Babbo Natale al San Marzano

  1. giovanna
    19 Dicembre 2012 at 7:52 (8 anni ago)

    Brava Audrey con le tue disattenzioni hai fatto un dolce che se ha gradito Babbo Natale, sarà veramente buono e poi a me il San Marzano, piace molto. Complimenti e auguri per il contest.Ciao.

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 10:58 (8 anni ago)

      Ciao Giovanna,
      tra mille pasticci e modifiche non si spiega la riuscita di questo dolce, quando si dice che a volte dagli errori posso venir fuori grandi cose 😉
      Grazie e un bacione

      Rispondi
  2. Antonella
    19 Dicembre 2012 at 8:18 (8 anni ago)

    E' un capolavoro della letteratura natalizia!
    Sei stata unica, questo racconto è degno delle migliori favole di Natale…e il dolce deve essere una vera delizia.
    Brava Audrey, ancora una volta ci hai avvolte nella magia.
    Un bacione.
    Antonella

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 11:00 (8 anni ago)

      Ciao Antonella,
      volevo scrive una cosa divertente ed a tema e visto che comunque i pasticci erano veri e che i due elfi (alias mai madre e mia sorella), mi hanno realmente tormentata, mi sono detta "perchè no?"
      Sono felice di sapere che la cosa ti è piaciuta 😉
      GRAZIEEEEEE!
      UN BACIONE ANCHE A TE

      Rispondi
  3. Esmeralda D.H
    19 Dicembre 2012 at 8:45 (8 anni ago)

    !!Hola,preciosa!!

    Lo q saco de reflexión de tu historia es q si crees en lo q haces y le pones cariño y empeño,lo conseguirás,aunque otros te tachen de loco.Maravillosa receta y aun mas maravilloso texto.Enhorabuena y mucha suerte en la participación.Muchísimos besitos,preciosa.

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 11:01 (8 anni ago)

      Hola Esmeralda,
      ahuahuahuahuahua es verdad dulce amiga 😉
      Gracias para tu amables palabras
      Muchos besos tambien 😀

      Rispondi
  4. Marika
    19 Dicembre 2012 at 9:11 (8 anni ago)

    Sempre perfetti i tuoi post , questa favola profuma di Natale
    come il tuo dolce !
    Buona giornata tesoro

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 11:02 (8 anni ago)

      Grazie Marika,
      sei carinissima 😀
      buona giornata anche a te e un mega kiss

      Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 11:02 (8 anni ago)

      bè, anch'io visto che faccio sempre pasticci e cambio dosi ed ingredienti 😉
      certo sono appena passata
      kiss

      Rispondi
  5. Patalice
    19 Dicembre 2012 at 12:07 (8 anni ago)

    ….e pare anche semplice da fare…
    che bello!

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 15:38 (8 anni ago)

      si, è facilissimo 😉

      Rispondi
  6. Lilli
    19 Dicembre 2012 at 12:23 (8 anni ago)

    Ciao Audrey<3 Sono rimasta a leggere la tua fiaba incantata!!:) Che brava! Sarai anche sbadatella e pasticciona, ma quella torta ha un aspetto delizioso!! Anche io sono una patita del cioccolato! Hai un sacco di fantasia, che brava! Proprio monelli gli elfi!:P Un bacio grande!!!:***<3

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 15:46 (8 anni ago)

      Ciao Lilli,
      io sono super pasticciona, però molto spesso (almeno in cucina), mi va bene…cambio tutte le ricette, poi mi chiedono come mai è cosi buona quella cosa ed io dico che ho messo l'ingrediente segreto …bugissima ahuahuahuahua
      Si, gli elfi di casa mia sono insopportabili 😀
      Un bacione anche a te :* <3 <3

      Rispondi
    • Lilli
      19 Dicembre 2012 at 17:37 (8 anni ago)

      Ciao Audrey! Ahaha l'ingrediente segreto! Mi hai ricordato Kung Fu panda!:P Cmq, mi spiace per le unghie!:( la prox volta ti usciranno meglio ne sono certa! Al max, vengo e te le faccio in cambio di un tuo dolcetto!:P un abbraccio e buona serata cara, troppo carine le aggiunte natalizie al blog!!♥

      Rispondi
  7. Melinda Santilli
    19 Dicembre 2012 at 14:39 (8 anni ago)

    Peccato che ci siano latte e farina, così non posso mangiarlo. Però provo a sostituire il latte di mucca con quello di riso e la farina con la farina di riso così vediamo come viene.
    Un bacione e complimenti per la bella fiaba!

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 15:49 (8 anni ago)

      Ciao Melinda,
      puoi mangiarla, io sono celiaca perciò ho fatto la torta con il mix dolci DS, ma viene bene anche con la sola farina di riso o mais. La maizena si può mangiare, almeno che tu non sia allergica anche al nichel (in questo caso va eliminato proprio il mais).
      Per il latte non credo sia un problema visto che spesso uso anch'io quello di soia o riso.
      Un bacione e grazie

      Rispondi
    • Melinda Santilli
      19 Dicembre 2012 at 17:35 (8 anni ago)

      Grazie cara, mi ha fatto piacere la tua risposta. Sì è un pò noioso essere celiaci (io anche lattosio kaput, non se ne parla) ma alla fine si mangia benissimo lo stesso.
      Sperimenterò con onore la tua ricetta.
      Un abbraccio!

      ps: troverai lo stesso commento anche sul mio blog, ma ci tenevo che lo leggessi anche qui!

      Rispondi
  8. SONIA
    19 Dicembre 2012 at 15:22 (8 anni ago)

    Sai che ti dico..che questo dolce lo mangerei volentieri insieme a te, magari sorseggiando un the' e scambiandoci ricette perchè io vado meglio sul salato!!!
    Baci.

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 15:50 (8 anni ago)

      anch'io Sonia 😉
      si, sarebbe una gran bella idea, magari un giorno…chissà!!! 😀
      bacioni

      Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 16:52 (8 anni ago)

      si è molto buona 😉
      grazie e kiss kiss

      Rispondi
  9. Bbonton
    19 Dicembre 2012 at 17:54 (8 anni ago)

    Fantastico questo post, molto divertente!
    Se ti può consolare…anch'io faccio i miei magici aggiustamenti culinari! 😀

    Buona serata e al prossimo post!
    Barbara

    http://www.bbonton.it

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 20:01 (8 anni ago)

      ahuahuahu
      è sempre bello sapere che almeno un'altra persona fa le tue stesse cose 😉
      buona serata anche a te
      kiss

      Rispondi
  10. Strawberry
    19 Dicembre 2012 at 18:18 (8 anni ago)

    Ma che tenerezza! E' stato molto divertente leggere il tuo racconto su ome sei riuscita a creare questa torta…mi hai messo davvero una gran voglia di provarla!!
    Sono sicura che Babbo natale apprezzerà…
    ti seguo e grazi per partecipare anche te all'iniziativa!

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 20:18 (8 anni ago)

      Ciao,
      sono molto felice di averti tra le
      mie follower e sono contenta di leggere che la mia storiella ti è piaciuta 😀
      ho adorato la tua idea e per questo ci tenevo a partecipare
      kiss kiss

      Rispondi
  11. Miky
    19 Dicembre 2012 at 19:28 (8 anni ago)

    Molto simpatico il tuo modo di presentarci la ricetta ^_^
    Buona serata cara Audrey!
    Miky

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 20:19 (8 anni ago)

      grazieee!!! *-*
      buona serata anche a te 😉

      Rispondi
  12. Chica
    19 Dicembre 2012 at 19:47 (8 anni ago)

    Che bello che è il racconto 🙂 Come sai sono molto golosa di dolci, quindi credo che appena sarò a casa da scuola proverò anche questo 🙂
    Un bacio

    Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 20:21 (8 anni ago)

      allora poi fammi sapere se ti è piaciuto 😀
      kiss kiss

      Rispondi
    • Audrey
      19 Dicembre 2012 at 21:44 (8 anni ago)

      😉
      grazie e baci baci

      Rispondi
    • Audrey
      20 Dicembre 2012 at 6:56 (8 anni ago)

      grazie!!!passo al piú presto 😉

      Rispondi
  13. Vaty ♪
    19 Dicembre 2012 at 21:54 (8 anni ago)

    E meno male Che quella piccola Audrey aveva deciso di fare fu testa sua senza ascoltare ne elfi ne befane 😉
    Tesorina ma che meraviglia questo tuo capolavoro . E non parlo solo della ricetta ma questo bellissimo post di Audrey piccola un cucina per la serie piccola peste ai fornelli :-)) che dolce, in tutti i sensi . Love

    Rispondi
    • Audrey
      20 Dicembre 2012 at 6:58 (8 anni ago)

      ahuahuahu meno male si 😉
      grazie tesoro 😀 :-* :-*
      <3 <3 <3 <3

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.