Dopo il grigio, la scrittrice E.L. James, ci offre un nuovo colore per il nostro Mr Cinquanta sfumature di tenebre. Leggendo il secondo libro della chiacchierata trilogia, mi sono sentita un pò smarrita. La mia domanda è stata la seguente: ma quanti generi vuole mescolare? Dall’erotico- sadomaso (del primo libro), si passa  al dramma psicologico, un pò noir immerso in un bagno di romanzo rosa. Diciamo che il libro non sarebbe stato di quasi 600 pagine, se avesse evitato di dettagliarci ogni singola doccia fatta da questa coppia di piccioncini. Dopo i primi due bagni hot, sembra chiaro un pò a tutti che sono due persone molto pulite e che amano lavarsi insieme, perchè allora continuare con pagine e pagine di lavaggi? Mah!!!
La nota positiva è che Mr Grey ( grazie al cielo), finalmente ha deciso  di mettere da parte i suoi aggeggi, naturalmente il suo prurito alle mani non è scomparso magicamente e la sua stanza dei giochi non è stata smantellata; ma almeno ogni 10 pagine, non dovevo saltarne tre per evitare di leggere di certi giochetti (motivo per il quale avevo problemi a digerire il primo libro). Dopo l’abbandono della sua amata Ana, il nostro Christian cambia; questo porta in scena un tripudio di “Ti Amo” e descrizioni dal sapore sdolcinato, che segnano l’ingresso del romanzo rosa. I nostri paladini della doccia, modificano un pò il loro stile di vita, Ana mette praticamente le tende a casa di Grey per vivere al meglio questo nuovo modo di amare, mentre lui non vuole più fustigarla perchè ha paura di perderla, prediligendo l’amore “vaniglia”. Però, c’è sempre un però…troppo facile, le cose non possono scorrere lisce come l’olio e gli scheletri devono pur uscire dagli armadi. Cosi, entra in scena una pazza ex sottomessa, candidata assassina, innamorata perdutamente del fascinoso Mr Grey e psicologicamente instabile.
Il suo ingresso in scena cambiale le cose e per un pò di capitoli il libro prende una piega noir o meglio entra nel giallo, scritto con poca maestria, visto che subito capiamo tutto. Comunque Leila (l’ex sottomessa), ci permette di scoprire alcuni altarini e di capirne un pò di più sul passato di quest’uomo cosi lunatico e repentino negli sbalzi d’umore. Contestualmente la cara Mrs Robinson, si trasforma sempre più in un antagonista scomoda per i due innamorati, ma interessante dal punto di vista dell’analisi dei personaggi, questa : pedofila, pazza, sanguisuga, depravata, sadomasochista e scostumata donna; se possiamo ancora usare l’appellativo donna, secondo me,no. Finalmente negli ultimi capitoli esce di scena, dopo essersi presa un bel ceffone della mamma di Grey.
Ovviamente il tutto non finisce cosi, il dottor Flynn (lo psicologo), inizia ad avere un ruolo più importante, ed aiuterà Ana a capire i problemi di Christian, oltre ad occuparsi della potenziale omicida ex sottomessa. Inoltre subentra un nuovo soggetto: Jack Hyde, il datore di lavoro di Ana, ma al contempo molestatore e vendicatore. Infatti nelle ultime pagine ci viene svelato che dopo esser stato licenziato, a causa di una molestia fatta alla nostra protagonista, decide di vendicarsi attentando alla vita di Mr Grey.
Foto: Un regalino per tutte le nostre mega fan!Per fortuna il pericolo viene scampato e l’amore passionale tra i nostri due belli e dannati, può continuare con il terzo libro. Ma prima di concludere il secondo libro, ci viene annunciato il fidanzamento di Christian e Ana e la loro decisione di sposarsi. Kate trova una copia del contratto che Ana doveva firmare come sottomessa, quindi vi è un attimo di timore che svanisce nel giro di poche righe. Infine ci viene svelato che Mr Cinquanta sfumature scegli le donne in base al grado di somiglianza con la madre biologica, scopriamo il motivo per il quale non vuole essere toccato e tanto altro ancora. Questo secondo libro della trilogia, lo trovo decisamente migliore rispetto al primo, ma non riesco ancora a trovare il motivo di tanto clamore. Non è un libro che sconvolge la vita, ma un romanzo da legge in modo leggero, a tempo perso e per svagarsi un pò. Con la sua storia d’amore singolare, spesso ricca di stereotipi, ci godiamo un pò di romanticismo e volendo qualcuno avrà sognato o messo in atto qualche fantasia, ma non è sicuramente un caso letterario. Non sò se è diventato un bestseller grazie alle descrizioni molto dettagliate sulla loro intimità o alla tanta pubblicità fatta attorno a questa faccenda del bondage. Per quanto mi riguarda, questi sono due elementi che non mi hanno fatto apprezzare il libro, quello che invece mi è piaciuto e mi ha permesso di continuare la lettura è  la complessità dei personaggi dal punto di vista dell’analisi psicologica (intrigano e colpiscono), oltre a questo amore complicato, passionale, possessivo, adolescenziale e maturo al contempo, che appassiona alquanto.

A breve la recensione del terzo libro: Cinquanta sfumature di rosso.

16 Comments on CINQUANTA SFUMATURE DI NERO

  1. Vaty ♪
    5 Novembre 2012 at 16:52 (8 anni ago)

    io non ho mai letto nemmeno il primo!
    però questa tua ultima frase mi ha incuriosita visto che da sempre, mi ritengo anch'io un pò "complessa" 😉
    buona serata Audrey

    Rispondi
    • Audrey
      5 Novembre 2012 at 17:59 (8 anni ago)

      Ciao Vaty,
      non è nulla di che come libro, spesso è estremamente prolisso. Però mi è piaciuta la complessità del suo protagonista, dall'infanzia spaventosa, che ha condizionato inevitabilmente la sua vita.
      Ma tu sei straordinaria 😉
      buona serata bacioni

      Rispondi
  2. Miky
    5 Novembre 2012 at 17:00 (8 anni ago)

    Io il nero l'ho quasi finito e mi trovo d'accordo con te su tante tue riflessioni.
    Ciao Audrey.
    Miky

    Rispondi
    • Audrey
      5 Novembre 2012 at 18:02 (8 anni ago)

      bè, questa cosa mi rende felice e mi rincuora, credevo di essere l'unica 😉
      ciao ciao 😀

      Rispondi
  3. Alessia
    5 Novembre 2012 at 17:17 (8 anni ago)

    Ciao Audrey
    li ho letti tutte e tre trovo i secondo e il terzo migliori del primo che ho trovato ripetitivo. Baci buona serata Alex

    Rispondi
    • Audrey
      5 Novembre 2012 at 18:03 (8 anni ago)

      Concordo con te, andando avanti i libri migliorano 😉
      buona serata anche a te

      Rispondi
  4. giovanna
    5 Novembre 2012 at 18:41 (8 anni ago)

    Sicuramente la pubblicità aiuta tanto a vendere, speciale se gli argomenti trattati riguardano il sesso e le passioni. Mi piacerebbe leggere direttamente le cinquanta sfumature di rosso, visto che la qualità dei libri va a migliorare. Ciao carissima, ti auguro una buona serata.

    Rispondi
    • Audrey
      5 Novembre 2012 at 19:07 (8 anni ago)

      Si,concordo con te la pubblicitá è stata la causa di tutto…le sfumaturo di rosso sono decisamente le pagine migliori.
      Buona serata e bentornata kiss

      Rispondi
  5. Antonella
    5 Novembre 2012 at 19:03 (8 anni ago)

    Non so, non li ho letti e onestamente mi attirano poco.
    Mi intriga il tuo commento dove parli della complessità psicologica dei personaggi.
    Ciao, un bacione.
    Antonella

    Rispondi
    • Audrey
      5 Novembre 2012 at 19:17 (8 anni ago)

      Antonella,per come ti conosco io non sono libri che possono piacerti.
      Si,secondo me la complessità dei personaggi merita,fa riflettere e suscita interesse;almeno per me.
      Buona serata un abbraccio e un bacio

      Rispondi
  6. Lilli
    5 Novembre 2012 at 20:51 (8 anni ago)

    Ciao Audrey! hahaha mi hai molto sorridere quando hai parlato dei lavaggi!:) non ho ancora letto il primo, ma sono tutti e tre in lista appena ho tempo!! Un bacio e buona serata mia cara!!:*

    Rispondi
    • Audrey
      6 Novembre 2012 at 11:06 (8 anni ago)

      Ciao Lilli,
      bè, che dirti mi è venuto naturale ahuahuahuahua
      Buona giornata un bacio

      Rispondi
  7. Lady_Celeste
    6 Novembre 2012 at 0:52 (8 anni ago)

    !!Hola,Audrey!!

    Se ha hablado tanto y se lo ha criticado tanto a este libro que es imposible evitar que la curiosidad pique.Quizás me anime a leerlo.Tu has hecho la reseña perfectamente.Muchísimos besitos,amiga preciosa.Buen post.

    Rispondi
    • Audrey
      6 Novembre 2012 at 11:07 (8 anni ago)

      Hola preciosa,
      tiene razon, sobra este libro se habla muchissimo. Muchas gracias para tu palabras 😉
      Besos y buen comienzo del semana querida 😀

      Rispondi
    • Audrey
      6 Novembre 2012 at 11:11 (8 anni ago)

      concordo, essendo maschio sarebbe davvero una lettura impossibile 😉

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.