ROTOLANDO VERSO SUD…
Come sapete mantengo sempre le mie promesse, cosi oggi vi porterò con me in giro per il Salento.
Per prima cosa respirate a fondo, chiudete gli occhi qualche secondo e guardate questo video, vi servirà ad entrare in quella che è l’atmosfera del sud.

Ora possiamo iniziare il nostro tour…                                                                                                                                                                            

i sapori del salento
Cucina leccese

Dopo aver deliziato l’udito, direi di passare al gusto, il salento è pieno di piatti tipici dal sapore unico. Oltre al famoso “pasticciotto leccese”, del quale vi ho parlato tempo fa nella sezione cucina.  Ecco a voi un trionfo di sapori dal gusto salato: focacce e rustici. Poi non dimentichiamoci dell’adorata e prelibata “puccia”. Se andate nel salento, non potete rinunciare alle specialità di mare. In molti ristoranti potrete ordinare il piatto del giorno che, ovviamente, sarà cucinato con il pescato della mattina. Una sera, passeggiando per Gallipoli, ci siamo ritrovati in una zona stupenda ove erano situate delle pescherie all’aperto e sul bancone, vi era un tripudio di crostacei e molluschi. L’odore del mare e del pesce era intenso e i gamberi si muovevano affannosamente alla ricerca di acqua e libertà. La gente era in delirio, tutti erano pronti a scegliere ostriche, gamberi, cozze, scampi … , che venivano puliti vivi e serviti crudi, naturalmente insieme ad una bottiglia di prosecco. La mia combriccola si è leccata i baffi, mangiando con gusto i sapori del mare.  


la spugna di mare
Spugne

Dal mare non vengono solo i pesci e i mitili, ma soprattutto stelle marine e spugne (o Poriferi). Tale spugne vengono pulite dai pescatori e vendute, non solo nei mercati, ma anche in molti negozi.  Solitamente sono di colore giallognolo e di forme differenti, ma per lo più ovali o rotonde, sono soffici e al tatto sembrano gommose.

artisti di strada
artisti di strada

artisti di strada a lecce
artisti di strada

                                                                           Ogni sera ci siamo recati in un posto differente, visitando e vivendo la vita notturna di Gallipoli, Otranto, Lecce… Le strade di questi luoghi erano super affollate, spesso era impossibile camminare, i negozi erano aperti sino a tardi e lo shopping notturno era una consuetudine. Per le vie delle città è impossibile non abbattersi negli artisti di strada. Ad Otranto abbiamo visto lo spettacolo di un mangia fuoco e del folletto ( foto in alto a sinistra). Un po’ ovunque, invece, ci siamo imbattuti in quelli che io adoro chiamare “belle statuine”, dei personaggi surreali che si muovono cambiando posizione grazie al lancio di una monetina. Una sera, a Lecce, ho deciso di buttare una monetina all’uomo in bianco, quello nella foto in alto a destra, vicino alla libreria. In cambio di una monetina lui offriva una schedina da giocare. Il problema con questo personaggio è sorto quando, super imbarazzata, sono scappata dopo aver buttato la monetina. Il tipo mi ha rimproverato con gesti e alzate di mano in stile “quaquaraqua” e da li è nato uno spettacolo per la folla, ove io mi sono ritrovata protagonista.
Sempre a Lecce abbiamo incontrato questo bizzarro tipo inglese, simpaticissimo e curioso. Un personaggio divertente e talentuoso, che ci ha fatto trascorrere quindici minuti tra giochi, risate e comicità. Quello che vedete in basso è una parte dello stemma del Lecce, riportato sulla pavimentazione della pizza ove si era esibito questo simpatico giocoliere.  
« D’argento alla lupa passante di nero, attraversante il fusto di un albero di leccio di verde, sradicato e ghiandifero d’oro. »

gallipoli di notte
Gallipoli di notte

Sempre di sera siamo stati a Gallipoli, abbiamo camminato all’infinito tra bancarelle, ristoranti e negozietti. Per le vie del centro storico abbiamo cercato una via d’uscita e cosi siamo arrivati al conosciutissimo castello angioino, circondato quasi completamente dal mare. Esso si erge imponente presso l’estremità orientale dell’isola che ospita il borgo antico della città, sempre affollato da turisti e abitanti del posto. Il castello risale all’incirca al XI sec. e fu ricostruito in epoca bizantina. Passeggiando si possono ammirare anche le spiagge che circondano il centro storico, la loro sabbia finissima e il mare limpido. Ovviamente siamo andati a Gallipoli anche di giorno per visitare le chiese e i monumenti, ma non potendo pubblicare 100 foto, ho deciso di scegliere quelle che per me erano più rappresentative.

porto badisco
Porto Badisco (LE)

Porto Badisco è stato meta dei nostri bagni.   Devo dire che è molto simile alle calette della mia città, anche se  possiede una scogliera molto più frastagliata e appuntita. Il mare era limpido e iper salato. Raggiungere la nostra postazione è stato arduo, il nostro amico del posto ha rischiato il linciaggio a causa delle arrampicate e degli ostacoli da superare: rocce, alberi, terra e sabbia. Quando finalmente ero pronta all’approccio con l’acqua, guardandomi intorno, notai tuffi stile Cagnotto alle Olimpiadi cosi, per non sfigurare, mi sono esibita anch’io con un bel tuffo a bomba, naturalmente, stile Fantozzi “scusate se è poco”. Dopo avervi fatto partecipare al mio tuffo, degno dei migliori nuotatori, vi consiglio di guardare la foto in basso a desta, dove c’è un lettino con due persone sopra. Se guardate bene, dietro si vede una rientranza nella scogliera, proprio in quel punto immergendosi si può entrare nella prima grotta del famoso porto, ove si narra che approdò Enea. Un luogo incantevole con l’acqua cristallina e la sabbia finissima, da altre due cavità era possibile visitare altre due grotte mozza fiato. Se si guarda in alto, si può notare che la grotta ha delle fessure nella roccia dalle quali trapela la luce, tutto ciò regala giochi d’acqua meravigliosi. 

santa cesaria terme
Santa Cesaria Terme

borderline
Santa Cesaria Terme

Un posto del quale non si può non parlare è Santa Cesaria Terme. Un luogo piccolo, delizioso e tranquillo, secondo me, dal sapore arabeggiante, oltre che dal mix antico-moderno. Trovo stupende alcune abitazioni, cosi particolari e caratteristiche nelle loro fattezze e nei loro colori. Questo posto è molto conosciuto per le sue terme, però io punterei l’attenzione su altro. Per prima cosa guarderei Villa Sticchi, nelle foto a destra, una delle più alte espressioni dello stile moresco. L’edificio venne edificato all’incirca nel 1894, da un certo Giovanni Pasca. Superbi sono i delicati intagli nella pietra leccese di questa favolosa struttura. Da menzionare c’è anche Villa Raffaella, maestosa e dallo stile eclettico.  Per concludere ho voluto deliziarvi con le foto della sua costa, non è stratosferica?  Fare il bagno in quei luoghi è stato magico e quasi surreale, sembrava di essere circondati da opere d’arte moderna tra queste rocce geometriche ed irregolari. Poi a causa del caldo afoso e dei 40 gradi all’ombra, ci siamo rifugiati in una grotta e lì abbiamo goduto della brezza marina sino a tarda sera.  

borderline
Lecce di notte

borderline
artigianato

Camminando una sera per Lecce, abbiamo visitato la Basilica di Santa Croce, monumento simbolo del barocco leccese, non ho messo una foto visto che era in fase di restaurazione, quindi non si vedeva  molto. Se andate da quelle parti, vi consiglio di visitare anche: Il Duomo di Maria Santissima Assunta, la chiesa dedicata a Sant’Irene, la Basilica di San Giovanni Battista al Rosario, la chiesa del Carmine, Palazzo dei Celestini, Porta Napoli, il Castello di Carlo V, l’Ipogeo Palmieri, l’Obelisco … Infine l’anfiteatro romano (nelle due foto sopra), quella sera non è stato possibile effettuare delle foto migliori perchè nell’anfiteatro si stava tenendo un concerto di musica classica. Il tutto sembrava avvolto in un’atmosfera romanzesca e le dolci noti,oltre alla soave voce della cantante, riempivano le strade gremite di gente. Nelle foto in basso, invece, c’è Piazza del Duomo, immensa e imponente, essa è un raro esempio di piazza chiusa. Da vedere è sicuramente la festa di Sant’Oronzo che viene celebrata dal 24 al 26 agosto.
Nel salento è solito effettuare shopping notturno (come vi dicevo), le ore diurne infatti sono troppo calde ed è praticamente impossibile andare in giro per la città. Per questo le varie attività sono aperte sino a notte fonda. 
Tra le cose da comprare c’è sicuramente la pietra leccese, quest’anno ho acquistato delle piantine grasse inserite nella pietra. Ma sono bellissime anche le statuine, i lumi, le calamite e l’oggettistica. Divertentissime sono le maglie in stile salentino, colorate ed eccentriche con scritte dialettali e frasi tipiche della zona. Non sono da meno i sandali in pelle, comodi e belli; oltre che artigianali. Tra le strade troverete tanta gente che realizza oggetti con le proprie mani, artigiani di tutti i tipi: chi decora le lampadine (foto in alto a sinistra), chi crea gioielli con i palloncini, chi orecchini di pizzo, bracciali di conchiglie, cappelli di paglia…A voi la scelta per il vostro souvenir, io nell’indecisione ho preso un po’ di tutto.

borderline
castro marina e grotta zinzulusa

Castro Marina è una frazione del centro urbano di Castro, ricca di grotte naturali e bellezza. Una piccola bomboniera che vi lascerà a bocca aperta. Castro è conosciuta grazie a due delle sue grotte, la Romanelli e la Zinzulusa. Quest’ ultima è l’unico sito carsico italiano, essa ebbe origine durante il Pliocene, per effetto dell’erosione causata dall’acqua sul sottosuolo e si articola in tre parti. La grotta non è enorme, ma è piena di passaggi stretti, bella da vedere perchè le stalattiti e le stalagmiti al buoi sembrano quasi dei gelati alla crema che si stanno sciogliendo, colando su loro stessi, inoltre, spesso hanno dei punti di luce stupendi. Nell’ultima grotta, la più grande, sono presenti una marea di pipistrelli che, durante il giorno, restano ben nascosti ma la notte escono per far un po’ di baldoria.  L’acqua di Castro è uno specchio e la grotta di Zinzulusa, può essere visitata anche dall’esterno (via mare). Il fondale è straordinario, spostandosi più a largo è possibile vedere pesci di grossa taglia gironzolare indisturbati. 

 borderline
castro marina il processo alla strega

A Castro nel periodo natalizio, si svolge la manifestazione “Natale in contea” che vine poi  riproposta durante l’estate. Le foto del processo alla strega Francesca, sono di due anni fa, quando andai a Castro per ammirare questo rito antichissimo. Durante la notte, negli angoli più caratteristici del borgo antico, si svolgono le vicende della strega Francesca, che viene processata al cospetto di tutti, sino ad essere condotta in una specie di prigione, dopo aver attraversato le vie del borgo. Per l’occasione tutti gli abitanti s’impegnano per rievocare al meglio l’atmosfera medioevale. I vestiti, cuciti e disegnati dalle donne del posto, sono degni dei migliori film in costume e il tutto è davvero suggestivo. 
Una volta giunti a Castro non potete non visitare il suo castello e fare un giretto lungo le mura di cinta, lunghe all’incirca 700 metri. Fatevi conquistare da questo luogo, anche per il cibo, scendendo a Castro Marina, troverete il ristorante Underground, ottimo e pieno di specialità a base di pesce fresco. .

borderline
Santa Maria di Leuca
Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca è il centro abitato più a sud dell’intera provincia. A punta Mèliso, viene posto il punto di separazione fra costa adriatica e ionica. Nella cittadella troverete delle splendide ville ottocentesche, un mare da mille e una notte, una scogliera rocciosa, ma non impenetrabile e una vista estasiante. Se avete dei soldini in più, non potete non visitare le sue grotte: Levante, Ponente e Rada. Infine, se volete godere appieno del suo panorama dovete raggiungere la Basilica di Santa Maria o De Finubus Terrae, dedicata alla dea Minerva. Arrivati in cima troverete lo spettacolo che ho fotografato per voi, uno scenario da cartolina senza eguali.  Ogni giorno poi ci sono delle bancarelle,ove potrete fare rifornimento di ricordini e troverete davvero l’impossibile, questo è quello che ho fotografato per voi, il famoso tamburello. Potevo non immortalare il simbolo delle tarantelle, lo strumento maestro dei balli del sud? Certo che no!!! Di tutte le forme e le dimensioni, decorati e colorati hanno conquistato il mio cuore.

borderline
Otranto

Punta Palascìa o comunemente Otranto, la punta più a est della nostra penisola. Centro messapico, romano, bizantino e aragonese. Una costa che rende felici tutti dai bambini , agli amanti della pasca a chi vuole praticare sport in acqua. Dal punto di vista paesaggistico è incantevole. Molto caratteristico è il suo centro storico che si articola tra sali e scendi, piccoli negozietti e bravissimi artisti di strada. Chi ama l’arte e la storia deve assolutamente visitare il suo castello, che ospita sempre mostre importanti e interessanti. Esso venne costruito nel 1485 da Alfonso d’Aragona ed ideato da Ciro Ciri. Sotto la giurisdizione aragonese, invece, venne circondato da un fossato. Nelle foto vedete l’interno del castello e il panorama del quale potete godere una volta entrati.

borderline
Laghi Alimini

                                                                            I Laghi Alimini, sono due laghi: grande e piccolo; situati a nord di Otranto e fanno parte dell’Oasi protetta, questi due laghi sono collegati da un canale detto Lu Strittu. 
Giuggianello, paesino situato in una posizione strategica, è un villaggio piccino picciò, che per me è diventato il posto perfetto. Immaginate, tutta la popolazione girava in bici, dai più piccoli ai più anziani. Tutti erano gentili e cordiali. Le mie adorabili vicine, quando sono andata via, mi hanno abbracciato quasi in lacrime dopo sera trascorse assieme tra grandi sorrisi, risate e tuffi nel loro passato con storie emozionanti. Il sig. F., proprietario della “bottega” ove ogni giorno andavo a fare la spesa, resterà sempre nel mio cuore dopo il buon umore regalato con le sue chiacchiere mattutine. La signora del bar con le sue manie mi sembra di vederla ancora. Mi mancherà anche il dondolarmi con gli amici nel piazzale della pizzeria-bar del paese ed i saluti della buona notte del napoletano, che prima di andare a dormire, incontravamo sempre per qualche viottolo. Cosi dopo una lunga serata, verso le quattro del mattino, prima di andare a nanna, ci diceva una massima napoletana e ci salutava a suon di “baci baci  cuoricini miei” (ovviamente nel suo accento). Mi mancano un po’ tutti, come se fossero stati da sempre miei compaesani, i loro sorrisi, la gentilezza di L. e C., una coppia deliziosa che avrei voluto come zii. In breve, andando via, mi è sembrato di abbandonare un pezzo del mio cuore lì, tra uno scoglio e un onda, tra un castello e una viuzza, tra una torre e un rustico leccese, tra una tarantella e una sagra di paese.

il presagio di un temporale

Cosi al mio ritorno sento ancora il sapore del salento e la mia pelle, finalmente colorata, reclama un ultimo bacio dal sole caldo dell’estremo sud. Lungo la strada del ritorno anche il tempo sembrava triste come me.  Non ho potuto far altro che fotografarlo, un po’ depressa e sconsolata perchè, come nei migliori film, ero arrivato all’ultimo giorno d’estate, almeno per me.  

46 Comments on UN VIAGGIO CHIAMATO SALENTO

  1. Marcela Gmd
    2 Settembre 2012 at 10:17 (8 anni ago)

    Maravilloso post, querida amiga!!!!
    Adoro las estrellas, esponjas, caracolas y corales tengo una vitrina llena!
    Que tengas un buen domingo!! y GRACIAS por estar siempre allí….

    Besos, desde España, Marcela♥

    Rispondi
    • Audrey
      2 Settembre 2012 at 12:54 (8 anni ago)

      Hola preciosa,
      muchas gracias 😉
      Yo tambien adoro las estellas,son muy linda 😀
      Un besos y buen fin de semana

      Rispondi
  2. Lilli
    2 Settembre 2012 at 10:23 (8 anni ago)

    mi hai messo una fame!!!^^ che bel post Audrey!! un bacio e buona domenica!

    Rispondi
    • Audrey
      2 Settembre 2012 at 12:55 (8 anni ago)

      Ciao Lilli,
      grazie per il complimento…
      ti ho messo fame ahuahuahuahua
      quello era il mio intento 😉
      baci e buona domenica anche a te

      Rispondi
  3. fata confetto
    2 Settembre 2012 at 11:15 (8 anni ago)

    Grazie Audrey per averci portato in luoghi meravigliosi e aver condiviso così la tua bella vacanza…e noi conosciamo meglio questa parte della nostra bella Italia e chissà, un giorno… :-))
    Marilena

    Rispondi
    • Audrey
      2 Settembre 2012 at 13:00 (8 anni ago)

      Ciao Marilena,
      grazie a voi per essere passate 🙂
      Si, mai dire mai!!!
      baci

      Rispondi
  4. giovanna
    2 Settembre 2012 at 11:18 (8 anni ago)

    Una vacanza veramente bella.Ho riso molto all'idea di te imbarazzata dopo il lancio della monetina. Le foto e le tue descrizioni hanno reso molto l'idea e mi hai convinto ancora di più del fatto che il salento è da vedere. Poi anche la cucina è fantastica. Sono contenta per te, del fatto che tu ti sia divertita tanto. Un abbraccio.

    Rispondi
    • Audrey
      2 Settembre 2012 at 13:02 (8 anni ago)

      Ciao Giovanna,
      grazie per le belle parole. Mi fa piacere sentire che sono riuscita a realizzare il mio intento 🙂
      Un mega abbraccio e buona domenica

      Rispondi
  5. Chica
    2 Settembre 2012 at 11:43 (8 anni ago)

    Ma che bella vacanza! Sono contenta che ti sia divertita.. Ovunque vai in Italia sei sicura di trovare posti meravigliosi e una buonissima cucina 😉

    Rispondi
    • Audrey
      2 Settembre 2012 at 13:03 (8 anni ago)

      Ciao bella,
      si,mi sono divertita molto e mi sono anche sentita a casa.
      Hai ragione,l'Italia è piena di luoghi incantevoli e di cibo buonissimo.
      Baci

      Rispondi
    • Chica
      4 Settembre 2012 at 13:26 (8 anni ago)

      Mi piacerebbe veramente andare a visitare il sud Italia… 🙂 C'è un premio per te nel mio blog

      Rispondi
  6. Paulina
    2 Settembre 2012 at 11:55 (8 anni ago)

    Have a nice Sunday:)

    Rispondi
    • Audrey
      2 Settembre 2012 at 13:03 (8 anni ago)

      thank's you too 😉

      Rispondi
  7. Antonella
    2 Settembre 2012 at 12:13 (8 anni ago)

    Ciao carissima Audrey,
    mi lasci senza parole, un post stupendo, un condensato di arte, natura, artigianato, gastronomia, tradizione….bellissimo ( mi sono innamorata di quelle piantine grasse inserite nella pietra leccese. )
    Sei riuscita anche a comunicare in modo efficace il tuo stato d'animo, il piacere che questa vacanza ha saputo darti. E poi bellissime le fotografie, di cui avevo già avuto un bell'assaggio privato. Insomma una gran bella vacanza da cui è scaturito un gran bel post.
    Un bacione, a presto.
    Antonella

    Rispondi
    • Audrey
      2 Settembre 2012 at 13:05 (8 anni ago)

      Ciao Antonella,
      ero sicura che ti sarebbero piaciute, però non ti ho detto nulla perchè volevo che almeno queste avessero un effetto sorpresa 😉
      Grazie mille per i complimenti,sei sempre molto gentile con me <3
      Buona domenica e un mega abbraccio :*

      Rispondi
    • Antonella
      2 Settembre 2012 at 13:41 (8 anni ago)

      E mi sono dimenticata di dirti che adoro il titolo, questo rotolando verso sud rende veramente l'idea e poi mi ricorda la canzone "rotolando, respirando" dei miei amati Pooh. Bacioni.
      Antonella

      Rispondi
    • Audrey
      2 Settembre 2012 at 13:58 (8 anni ago)

      no,non dirmi che anche tu sei una super fan dei Pooh!!!
      Io sono cresciuta a pane e Pooh,grazie a mio padre. Però le mie preferite sono: 50 primavere, cercando di te,parsifal, per dimenticare te e due donne;mamma mia anni di Pooh per ore di viaggio da una nazione all'altra.
      Baci

      Rispondi
    • Antonella
      3 Settembre 2012 at 15:15 (8 anni ago)

      ma davvero? ma sai che io adoro i Pooh, anni e anni di Pooh le loro canzoni hanno scandito tutta la mia vita nel bene e nel male! Ciao, baci.
      Antonella

      Rispondi
    • Audrey
      3 Settembre 2012 at 9:44 (8 anni ago)

      Ciao Elena,
      grazie per i complimenti 😉
      bè, la canzone dei negrita mi sembrava calzasse a pennello, quindi l'ho usata, anche perchè è uno dei miei gruppi preferiti 😀
      Baci

      Rispondi
  8. Eva
    3 Settembre 2012 at 9:18 (8 anni ago)

    Prima ti avevo scritto un commento lungo come un papiro ma la mia connessione è zompata!!! cmq, anke io sono cresciuta a pane e pooh e la mia canzone preferita è UOMINI SOLI.. x farla breve in secondo superiore mi diedero da fare un tema sui single ed io, avendo totalmente la mente vuota, copia la canzone pari pari. mi presi un bel 7 e la prof nn si accorse di niente ma mi disse cmq ke quelle frasi le ricordavano qualcosa 🙂

    Rispondi
    • Audrey
      3 Settembre 2012 at 9:27 (8 anni ago)

      ahuahuahuahuahuahua
      sembro una pazza che ride sola di fronte al pc, assurda questa storia,ma troppo bella!!!
      p.s. dovresti scrivere una lettera di ringraziamento ai Pooh ahuahuahuahuahauhau

      Rispondi
  9. mariangela
    3 Settembre 2012 at 12:57 (8 anni ago)

    Audrey io il salento lo conosco, la Puglia assieme alla Sicilia sono due regioni bellissime e molto aperte al turismo. Guardando le foto e leggendo il tuo post mi hai fatto venire voglia di tornare in vacanza!!!!! Brava ci hai fatto vivere una bella emozione!

    Rispondi
    • Audrey
      3 Settembre 2012 at 13:09 (8 anni ago)

      Ciao Mariangela,
      grazie per le tue belle parole, sono felice di esserci riuscita allora. Si, hai ragione anche la Sicilia è fantastica;)
      Buona giornata e un abbraccio

      Rispondi
    • Audrey
      3 Settembre 2012 at 18:33 (8 anni ago)

      Ciao e grazie a te per essere passata 😉

      Rispondi
    • Audrey
      4 Settembre 2012 at 15:54 (8 anni ago)

      Thank you 😉
      yes 😉
      Nice day kiss kiss

      Rispondi
  10. Vaty ♪
    4 Settembre 2012 at 8:13 (8 anni ago)

    O mama!! Questo post merita di essere letto con estremo relax così da godermi il tour! Ritorno domani cara che oggi sono presissima ! Che viaggio !!

    Rispondi
    • Audrey
      4 Settembre 2012 at 15:55 (8 anni ago)

      Ciao Vaty,
      tranquilla il post resta sul blog, puoi vederlo quando vuoi 😉
      buona giornata e un mega kiss

      Rispondi
  11. fashion mommy
    4 Settembre 2012 at 10:26 (8 anni ago)

    Bellissimo Salento!!! Complimenti un post davvero interessante.
    ps. sono una tua nuova follower, passa da me se ti va! 🙂

    Rispondi
    • Audrey
      4 Settembre 2012 at 15:56 (8 anni ago)

      grazie mille 😀
      Certo che passo da te
      A presto

      Rispondi
  12. Antonella Leone
    4 Settembre 2012 at 11:27 (8 anni ago)

    scusami per il ritardi o tesor ma ho avuto qualche problema con internet in questi giorni :S ad ogni modo ben tornataaaaaaaa <3<3 io mi sto riaggiornando sulla tua vacanza e a breve passo a vedere anche gli altri post <3 ps: per quello che mostri in questo sembra proprio che tu abbia passato delle vacanze bellissime <3<3

    Rispondi
    • Audrey
      4 Settembre 2012 at 16:06 (8 anni ago)

      Ciao Antonella,
      tranquilla, inoltre ti capisco perfettamente perchè io stò avendo problemi con il pc e stà diventando impossibile lasciare commenti, visitare e spesso anche pubblicare un post.
      Si, ho passato delle splendide vacanze 😉
      Un bacione cara <3 <3

      Rispondi
  13. *°+*°* vé *°*+°*
    4 Settembre 2012 at 11:42 (8 anni ago)

    che foto fantastiche 😀 come al solito….sembrano davvero immagini da cartolina…
    hai rappresentato al meglio le diapositive della tua vacanza…leggendo il tuo post mi sono sentita anche io in Salento con te 😀
    un bacio grosso
    vendy

    Rispondi
    • Audrey
      4 Settembre 2012 at 16:21 (8 anni ago)

      Ciao,grazie mille per le tue belle parole!!! Se ti sei sentita con me in salento sono felice, vuol dire che sono riuscita nel mio intento 😉
      Buona giornata kiss

      Rispondi
  14. Fatima Calabrese
    4 Settembre 2012 at 12:32 (8 anni ago)

    Ciao cara, io sono tornata da poco dalle vacanze….vedo che anche tu ti sei divertita!!! Che bello, voglio tornare al mere….Farò un post anch'io con qualche foto….un bacio
    Fatima

    Rispondi
    • Audrey
      4 Settembre 2012 at 16:29 (8 anni ago)

      Ciao,
      bè, allora ben tornata, inoltre aspetterò con ansia il tuo post 😉
      Baci

      Rispondi
  15. La Betty
    4 Settembre 2012 at 14:18 (8 anni ago)

    Sicuramente un posto da visitare,complimenti le immagini sono bellissime e hai fatto degli ottimi collage…

    Rispondi
    • Audrey
      4 Settembre 2012 at 16:31 (8 anni ago)

      grazieeeee 😀
      sei gentilissimi,sai avevo il timore di aver sbagliato facendo i collage,ma poi mi sembrava l'unico modo per farvi vedere più cose possibili.
      A presto kiss

      Rispondi
    • Audrey
      5 Settembre 2012 at 17:34 (8 anni ago)

      😉
      grazie!!!

      Rispondi
  16. lolle
    5 Settembre 2012 at 15:12 (8 anni ago)

    Stupendo reportage, brava!!! Che bella vacanza… e guardando le tue immagini, ho rivissuto un po' anche la mia vacanza in Salento!

    Rispondi
    • Audrey
      5 Settembre 2012 at 17:35 (8 anni ago)

      Grazie cara, sono felice di aver fatto riaffiorare bei ricordi 😉
      kiss kiss e buona serata

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.