éclair au chocolat
 (storia e ricetta)

L’éclair au chocolat  è un pasticcino delizioso,fatto di “pate à choux”(per intenderci il bignè),farcito con una crema solitamente al cioccolato e ricoperto da una glassa fondente.
Esso nasce ad opera del grande cuoco e scrittore francese ,Marie Antoine  Carême,noto per la sua grande attività di semplificazione della haute cuisine. Il grande pasticcere,lavorò anche per :Napoleone,Giorgio IV e lo Zar Alessandro I.  Il cuoco,un maestro della pasta sfoglia,portò alla perfezione numerose ricette : i croquembouches (il dolce formato da una montagna di bignè,utilizzati all’epoca come centrotavola),il profiteroles e infine modernizzo le duchesse. 
La duchessa,non è altro che l’antenato dell’éclair,una torta fatta di pasta da bignè,che si estendeva a forma di dito e rotolo in mandorle. Le mandorle vennero rimosse (a causa della quaresima),poi venne introdotta  la glassa in zucchero fondente. In breve,in questo modo,vide la luce il primo pasticcino. Pertanto, si può attribuire a Carême la paternità del dolcetto. Invece il nome éclair,che arrivò all’incirca 20 anni dopo,sembra avere come radici diverse filosofie di pensiero. Alcuni attribuiscono la creazione del nome ad un fornaio francese,che assaggiando il pasticcino,esclamò : “Questa torta è cosi buona che si magia in un lampo”. Sembra che il termine lampo sia stato poi sfruttato per il dolce. Altri assegnano il nome alla glassa, che essendo fondente,assume un aspetto luminoso,tale da evocare il bagliore di un fulmine. Infine per alcuni il nome è dovuto alla forma(io non direi,in quanto più che la forma di un fulmine,sembra quella di un dito). Con il tempo ,il tradizionale bignè ha allargato la sua famiglia,presentandoci forme alternative e gusti differenti,come:la fragola,il caffè e la vaniglia.


Cari amici,visto che la creatività è un patrimonio enorme ed indefinito,io vi scrivo la ricetta e voi trovate la vostra variante preferita.


1-Pasta choux : 10 cl di acqua
                         75 g di burro
                         un pizzico di sale
                         3 uova
                         1 uovo che utilizzerete per spennellare la pasta





2- la crema : 3 tuorli
                     90 g di zucchero
                     20 g di maizena
                     30 g di farina
                     1/2 litro di latte
                     un pizzico di sale
                     50 g di cioccolata


3- glassa : 75 g di cioccolato fondente e 75 g di panna fresca.


PREPARAZIONE:
1-PASTA CHOX : in primis preriscaldate il forno a 180C°. Nel frattempo in una casseruola,fate bollire l’acqua con il burro a pezzetti e il pizzico di sale.Togliete la casseruola dal forno e dopo aver setacciato la farina,versatela in un solo colpo. Girate il tutto con un cucchiaio di legno,finchè la pasta non assume un aspetto appiccicoso e denso. A questo punto rimettete la pentola sul fuoco per qualche secondo,il tempo di far seccare la pasta. Togliete nuovamente la pentola dal fuoco e mettete un uovo per volta,(attenzione ogni volta fate assorbire l’uovo dalla pasta). Alla fine l’impasto dev’essere liscio e fluido,ma non liquido. Adesso potete inserire l’impasto nel sac à poche e formare sulla teglia imburrata,(o coperta con carta da forno) dei bastoncini di circa 8/10 cm. Metteteli a cuocere in forno per 25/30 minuti,finchè non diventano dorati in superficie.

2-CREMA : Fate bollire il latte,aggiungendo il cioccolato a pezzetti e mescolate. In una ciotola  mettete: i tuorli,lo zucchero,la maizena,la farina,il sale ed amalgamate. Quando il latte con il cioccolato inizia a bollire,unite il composto della ciotola,mescolate bene. Cuocere il composto per due minuti, finchè la crema diventa liscia e densa.
3-GLASSA : mettete il cioccolato in una ciotola.Nel frattempo fate bollire la panna,che verserete caldissima sul cioccolato. Fate sciogliere bene la cioccolate e lasciate intiepidire il composto.
Farcite i bignè con la crema ,con l’aiuto di un sac à poche. In conclusione glassate i pasticcini e lasciateli in frigo,in modo che la ganache si solidifichi.















“Non c’è amore più sincero di quello per il cibo.” 
George Bernard Shaw 



N.B. Le immagini provengono dal web e hanno un puro scopo illustrativo. 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.