LA BORSA DA IERI A OGGI

Esiste un accessorio che  è il re degli accessori, che rappresenta anche uno status symbol, che fa la differenza e che le donne considerano come estensione cangiante del proprio corpo. Quest’accessorio è quello più amato , desiderato, sognato da tutte le donne sin da bambina, il suo nome è BORSA. Si, perchè ogni donna vorrebbe un’intera collezione, siamo insaziabili sotto questo punto di vista, la colpa non è nostra ma delle griffe, delle mode del momento, della necessità; visto che si cambia borsa in continuazione : in base all’occasione, all’abbigliamento, ai colori che s’ indossano, alla stagione… Insomma è la delizia delle donne e la croce degli uomini, che per accontentare le loro lady, spendono somme di denaro assurdi e tempo alla ricerca di qualcosa che, loro vedono uguale a  tanti altri oggetti che noi possediamo, e noi vediamo in modo cosi diverso. 
L’amore per quest’accessorio è di vitale importanza, se qualcuno mi tocca la borsa potrei disintegrarlo in un secondo.
Si…perchè tante donne come me hanno l’armadio, quello delle borse ovviamente, ove tutte le nostre adorate borsette, sono riposte nelle loro splendide custodie e non ci serve sbirciare nelle custodie per sapere quale borsa c’è, noi  conosciamo già il loro contenuto, anche se alcune sono della stessa marca. Inoltre diciamoci la verità, che mondo sarebbe senza le borse? Io non saprei dove mettere le mani, le borse che amo di più sono grandi e capienti, visto che posso riempirle con l’impossibile, ci infilo dentro di tutto: il portafoglio che ha le dimensioni di una pochette, trucchi, ombrello, fazzoletti umidi e asciutti, medicine varie, occhiali da sole e da lettura, sciarpa o foulard, chiavi, lettore mp3, macchina fotografica, libri o riviste; in poche parole mi porto metà casa dietro. Forse per questo ho seri problemi nei rapporti con le clutch.
Infine e credo che sia una cosa di tutte le fanciulle, quando conquistiamo quella che amavamo tanto e della quale non potevamo proprio farne a meno, subito dopo come i bambini che ottengono il loro giocattolo tanto desiderato, ci rendiamo conto che non ci soddisfa più e che ci serve assolutamente la prossima. Non so voi, ma io dopo aver acquistato finalmente la tanto sognata Louis Vuitton, desidero con tutta me stessa la Kelly di Hermés, possibilmente pink. 
Pertanto visto che la borsa fa parte dei desideri fatti di piccole frivolezze femminili, ho deciso di parlarvi un po’ della sua evoluzione, sono stata molto sintetica, perchè raccontare ogni singolo passaggio storico, mi sembrava noioso, pertanto vi ho messo i punti salienti dei vari sviluppi.
STORIA 
Il termine accessorio deriva dal latino acceder, cioè aggiungere o accrescere. Gli accessori si dividono poi in due grandi categorie,quelli che si portano addosso (sciarpe,gioielli,cravatte,foulard…) e quelli che si portano a mano (borse,ombrelli,ventagli ecc…).
La borsa simbolicamente rappresenta il potere femminile e la sua funzione originaria era quella di custodire il denaro. La sua storia si perde nella notte dei tempi, in quanto l’uomo preistorico scoprì che, accartocciando una “pelle”, si poteva ottenere una borsa, comoda per trasportare gli utensili e le pietre scheggiate. Infatti il suo nome deriva dal greco “byrsa”, che indicava per l’appunto il cuoio. La sue diffusione va di pari passo con l’utilizzo delle monete, nacquero all’epoca i primi modelli di borsa: la “zona” che si portava alla cintura, la “crumena” che si portava a tracolla e la “manticula” da portare a mano. Ovviamente le donne trasformarono quest’oggetto, che aveva lo scopo di trasportare il denaro ed evitare i furti, in un accessorio di grande eleganza. Vide cosi la luce la borsetta, che gli uomini già all’epoca regalavano alle loro amate. In seguito la borsa ha subito vari mutazioni, si dilata diventando borsa da viaggio,si allarga trasformandosi in shopping bag, si rimpicciolisce e impreziosisce…
La più antica testimonianza sulla lavorazione delle borse si ritrova in Toscana, nel XIIsec. ; mentre a Venezia apparivano gli artigiani detti bolzieri,che lavoravano il cuoio.
Nel Medioevo si utilizzavano tantissimo le borse che non occupavano le mani come: carnieri,bandoliere, tascapane e bisacce. Nel Duecento comparvero anche i primi marsupi fatti di: cuoio, seta o velluto. Durante il rinascimento videro la luce le prime borse con la chiusura metallica, simili a quelle usate ai giorni nostri. Nel cinquecento, inizia la prima diversificazione delle borse in base a due parametri (provenienza e forma); abbiamo cosi: la borsa alla francese, alla veneziana, alla ferrarese…Nel seicento, la borsa, scompare lasciando ampio spazzo al manicotto che era solitamente provvisto di una tasca interna ove era solito inserire le cose di valore. Alla corte del Re Sole quest’oggetto nel settecento, diviene sempre più grande prendendo il nome di barilotto, infatti, poteva contenere anche ventagli, animali da compagnia e tabacco. Dopo la Rivoluzione Francese, la borsa torna in auge. Nel novecento ha il suo boom, sia grazie alla moda ma anche grazie alla maggiore dinamicità delle donne che iniziano a viaggiare. Cosi nascono le borse da viaggio, i bagagli, le borse da passeggio, le cappelliere. 

Negli anni folli, subito dopo la guerra, con il cambiamento della donna prendono piede le catenelle e le pochette. I questi anni il movimento delle suffraggette, che vogliono rivendicare i diritti delle donne, portano cambiamenti anche in quello che il modo di vestire. Iniziano ad utilizzarsi le borse appese al braccio, convivono cosi le borse funzionali e sobrie, con quelle delle signore della buona società che indossavano borse leziose ed eleganti. Sbarcano anche in europa le trousse, dette anche America vanity case: dei contenitori rigidi ove all’interno si potevano trasportate i trucchi. In questi anni la fanno da padrone: Hermés, Gherardini e Gucci; sino a quando, negli anni trenta, con il ritorno alla sobrietà e all’eleganza si diffonde la famosissima Chanel, nata nel ’22. Il modello a busta con le impunture a rombi è un must have, anche dei giorni nostri. Con l’arrivo degli sport spopola il primo sacchettino, quello di Hermes. In questi anni le borse erano legate ad una serie di regole nell’abbigliamento, dividendosi in borse da :mattino, pomeriggio e sera.Nel periodo della seconda guerra mondiale le borsette lasciano il posto alle borse della spesa e subito dopo la guerra, Parigi diventa il luogo di culto della moda. Nel 1956, Grace Kelly apparve sulla rivista Life con al braccio “LA BORSA”, la stra sognata e desiderata Kelly di Hermes. Gli anni a venire cambiano sempre di più il ruolo della donna nella società e la moda diviene sperimentazione che portano alla luce : bauletti,borse,cartelle e borse a mano. Possiamo pertanto affermare che il cambiamento della borsa va di pari passo con i vari avvenimenti storici e con il cambiamento del ruolo della donna nella società.
BORSE E MODELLI
Le borse di dividono principalmente in 4 grandi categorie:
1-a mano
2-a spalla o tracolla
3-da sera
4-pochette e clutch
Oltre a questa prima suddivisione vi è un ulteriore suddivisione che va in base hai nomi dei vari modelli. Questa suddivisione può riguardare o il modello in se, che evoca un oggetto, per esempio, il sacco si chiama cosi per la sua forma, la baguette perchè ha una figura allungata, la busta per le sue fattezze simili alle buste delle lettere…;oppure in base alla loro musa ispiratrice. Solitamente la borsa acquista il nome di una diva (in questo caso), la Kelly si chiama cosi perchè è ispirata a Grace Kelly, la Kate a Kete Moss e via dicendo. Infine, possono avere un nome dato dalla maison per indicare quel specifico modello, per esempio,  la famosa Chanel 2.55, pertanto ci sono : le enveloppe, le baguette, la shopping bag, la sacca, la borsa a mano, a spalla, la tracolla, il marsupio, la pochette, le cartella, il bauletto…
Vi lascio con una carrellata di quelle che secondo me sono dei very evergreen.

baguette Fendi

 «Ci sono bellissime storie d’amore nel fondo delle borse, tra i pacchetti di sigarette e le chiavi; per questo a volte si fa fatica a trovarle, semplicemente perché tentano di nascondersi per poter rimanere lì.» Fabio Volo

Jimmy Choo

 “I ladri ti chiedono la borsa o la vita, mentre le donne le esigono entrambe” Ralph Samuel Butler

C.Louboutin
Gucci

Chanel shopping bag

Mulberry

“Un uomo può indossare ciò che vuole. Resterà sempre un accessorio della donna.” Coco Chanel

alexander mecqueen clutch

Balnciaga
balnciaga

 

Bauletto Burberry

“La moda è la raffinatezza che corre davanti alla volgarità e teme di essere sorpassata.”
William Hazlitt

Louis Vuitton

“Dio ha fatto la femmina e i sarti hanno fatto la donna.”

                               Pitigrilli

Bottega veneta

“La moda è quello che uno indossa. Fuori moda è quello che indossano gli altri.”

Oscar Wilde

cèline

Chanel modello mademoiselle

“eleganza non vuol dire 

essere notati,

ma essere ricordati” Armani

Coach

Chanel 2.55
Gucci bamboo

“Amo il lusso. Esso non giace nella ricchezza e nel fasto ma nell’assenza della volgarità. La volgarità è la più brutta parola della nostra lingua. Rimango in gioco per combatterla.” Coco Chanel

Lady Dior

“La moda è fatta per diventare 
fuori moda” Coco Chanel

 

C.Louboutin

  “La moda è quella cosa che interrompe il consueto per crearne un altro.”

Pino Caruso
Miu Miu
Michael Kors
busta Prada

“La moda riflette sempre i 

tempi in cui vive, anche se,

quando i tempi sono 

banali, preferiamo

dimenticarlo.”

                 Coco Chanel

Gucci

64 Comments on BORSE: LA STORIA, I SUOI NOMI,I SUOI MODELLI

  1. Antonella
    22 Maggio 2012 at 12:43 (8 anni ago)

    Ah che meraviglia! Io sono una collezionista di borse, le adoro, per un periodo della mia vita ho anche avuto un negozio di borse di stilisti molto importanti tipo Valentino, Armani ecc. La mia sete personale di borse si è un po' placata dopo aver avuto la Kelly di Hermes. Molto interessante la storia della borsa nei secoli, me la voglio rileggere con calma. Ciao, a presto, Antonella.

    Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 12:52 (8 anni ago)

      ciao Antonella,la Kelly è proprio un sogno…sarà stato un paradiso il tuo negozio di borse. La storia è molto sintetica,perchè non potevo comunque riportare pagine e pagine,sarebbe stato un pò pesante per alcuni,però le tappe più importanti ci sono 🙂
      A presto

      Rispondi
  2. giovanna
    22 Maggio 2012 at 13:04 (8 anni ago)

    Grazie per aver approfondito un argomento su un oggetto così comune. Io adoro le belle borse.Peccato che costano….troppo.Ciao.

    Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 13:08 (8 anni ago)

      ciaooooooo….anch'io le adoro ed hai ragione spesso hanno prezzi troppo altri,per questo le sogno soltanto ahuahuahuahua ciao ciao 😉

      Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 13:19 (8 anni ago)

      sono contenta che ti piacciano 😉

      Rispondi
  3. Meme
    22 Maggio 2012 at 13:12 (8 anni ago)

    Ciao è la prima volta che capito sul tuo blog…! mi piace molto questo post e molte delle borse che hai pubblicato…se ti va passa da me =) sono una fashion blogger e può darsi che ti interessa qualche outfit=) dammi un tuo parere se ti va attraverso un commento! Baci da http://memelavienrose.blogspot.it

    Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 13:22 (8 anni ago)

      ciao,certo che passo da te a presto ciao ciao 😉

      Rispondi
  4. La Betty
    22 Maggio 2012 at 13:15 (8 anni ago)

    audrey,
    niente male queste borse che hai proposto…
    e dietro un semplice accessorio c'è comunque una storia…
    baci

    Rispondi
  5. Ilaria girucca
    22 Maggio 2012 at 13:17 (8 anni ago)

    Complimenti cara un post stupendo.. io adoro le borse, ne ho moltissime e di tutti i tipi. Ho davvero apprezzato 🙂
    Ilaria

    Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 13:25 (8 anni ago)

      ciao,sono contenta che il post sia piaciuto avevo delle remore nel pubblicarlo,ma vedo che vi sta interessando…grz per essere passata 😉

      Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 13:33 (8 anni ago)

      grazie mille…ke bel complimento…Happy io!!! 😉

      Rispondi
  6. Miky
    22 Maggio 2012 at 13:35 (8 anni ago)

    Anche io adoro le borse, l'ultima acquistata è una gabs modello Patti, quella che con una zip si trasforma da bandoliera sportiva in bauletto elegante ^__^
    Miky >> Passione Fotografica

    Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 13:47 (8 anni ago)

      bella…grande acquisto 😉
      a presto

      Rispondi
    • Miky
      22 Maggio 2012 at 13:53 (8 anni ago)

      Fatto, mi sono aggiunta ^__^
      A presto cara.
      Miky

      Rispondi
  7. La commode d Amélie
    22 Maggio 2012 at 14:00 (8 anni ago)

    Ciao Audrey.
    Che dire? ADORO le borse e ne ho tantissime. Il post è molto ricco di notizie e le immagini sono strepitose!
    Non sono d'accordo sulla moda di acquistare a tutti i costi la Kelly di Hermès. E' una borsa impegnativa e non per tutte. Bisogna avere molta classe e soprattutto un'eleganza innata. Le varie signore Beckam e Kate Moss non le vedo all'altezza di una Grace, mi dispiace!
    Honoré De Balzac diceva: "Il lusso costa meno dell'eleganza" ed aveva ragione!
    Ti auguro una buona giornata.

    Deborah

    Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 14:06 (8 anni ago)

      Concordo con te,nessuna ad oggi è all'altezza di Grace Kally e per portare una Kelly si deve avere un certo stile. Comunque io non parlavo di acquistare per moda una Kelly,ma semplicemente del mio amore per questa borsa,che mi piacerebbe avere un giorno nella mia collezione di borse.Per quanto riguarda l'aforisma di Balzac,concordo a pieno l'eleganza non si può acquistare si ha e basta.
      buona giornata 🙂

      Rispondi
  8. Vajolet
    22 Maggio 2012 at 14:19 (8 anni ago)

    Che bella la borsa di jimmy choo!! Con un paio di jeans e scarpe col tacco farebbe la sua bella figura!!

    Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 14:31 (8 anni ago)

      si,soprattutto quest'anno ove tutti sono pazzi per la flag mania,concordo!!! 🙂

      Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 15:12 (8 anni ago)

      thank you Inass 😉

      Rispondi
  9. Shaking Your Soul
    22 Maggio 2012 at 15:43 (8 anni ago)

    Prima di tutto ti ringrazio per questo fantastico viaggio nel tempo.
    Secondo poi ti confesso la mia passione/ossessione per la Balenciaga!shhh non lo dire a nessuno però! ;))

    Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 15:53 (8 anni ago)

      grazie a te per essere passata…che dire,concordo con la tua passione,ovviamente resterà un secreto 😉

      Rispondi
  10. Francesca Riolfo
    22 Maggio 2012 at 16:04 (8 anni ago)

    Grazie mille per aver commentato il mio blog!!
    Questo post è davvero molto bello e hai fatto una splendida selezione… complimenti!!!
    Mi piace molto il tuo blog e da oggi ti seguo su gfc… ^^
    A presto!!!!

    http://thebayoffashion.blogspot.it

    Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 16:19 (8 anni ago)

      grazie,mi fa veramente piacere a presto 😉

      Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 19:29 (8 anni ago)

      There are very expensive bags,more of this bags
      cost 1000-1500 euro,in many cases even more,depends on models.
      But there are also bags less expensive,for exemple Mulberry cost 800-900 euro approximately. There are model of maison Vuitton,cost 500 euro or 300 euro, for exemple pochette and trunk.
      More of this bags are ever green,for exemple the classic model of Louis Vuitton,Burberry,Chenl 2.55 or Gucci. The Coach,Mulberry and Cèlin are the top in this moment,speccialy in USA.
      I hope to be exhaustive. I'm sorry for my English,it's not very good.
      Bye bye 😉

      Rispondi
  11. lolle
    22 Maggio 2012 at 19:13 (8 anni ago)

    Ma come faremmo senza le nostre borse… ci portiamo a spasso tutta l(o quasi) la nostra vita!
    Bellissime le citazioni!

    Rispondi
    • Audrey
      22 Maggio 2012 at 19:32 (8 anni ago)

      guarda non ne ho idea…anch'io mi porto l'impossibile nella mia,infatti puntualmente non trovo mai nulla ahuahuahua
      buona serata 😉

      Rispondi
    • Audrey
      23 Maggio 2012 at 9:34 (8 anni ago)

      ok,al più presto passerò da te…a presto 😉

      Rispondi
  12. malamajka
    22 Maggio 2012 at 20:35 (8 anni ago)

    Great bags. I love 90% of them 🙂

    malamajka.blogspot.com

    Rispondi
    • malamajka
      23 Maggio 2012 at 11:48 (8 anni ago)

      Yes of course I want to follow you!

      malamajka.blogspot.com

      Rispondi
    • Audrey
      23 Maggio 2012 at 13:08 (8 anni ago)

      thank you so much 😉

      Rispondi
    • Audrey
      23 Maggio 2012 at 9:49 (8 anni ago)

      Ciao Greta,grazie mille e buona giornata 😉

      Rispondi
    • Audrey
      23 Maggio 2012 at 12:53 (8 anni ago)

      grz e certo passo subito Rebecca a dopo 😉

      Rispondi
    • Audrey
      23 Maggio 2012 at 13:05 (8 anni ago)

      Thank you for the visit and the comment 🙂
      Yes,my name is inspired to Audrey Hepburn,
      one becouse I love she and two becouse
      I was born in France,and my real name begins
      with Au as Audrey,in order becouse i love the
      elegance and sophistication like the famouse actrice;-)
      Xoxo

      Rispondi
    • Audrey
      23 Maggio 2012 at 14:20 (8 anni ago)

      ahuahuahuhau si una mega cassaforte dato il loro valore
      a presto 😉

      Rispondi
    • Audrey
      23 Maggio 2012 at 15:21 (8 anni ago)

      Ciao,grazie mille sia per i complimenti,sia per
      esserti unita alle mie follower.
      A presto 😉

      Rispondi
    • Audrey
      24 Maggio 2012 at 9:47 (8 anni ago)

      thenks..ok!!
      nice day 😉

      Rispondi
  13. Vaty ♪
    24 Maggio 2012 at 15:04 (8 anni ago)

    Audreyyyyyy!! come ho fatto a perdermi questo tuo post!!
    IO SONO UNA PAZZZZZZAAAA PER LE BORSE E POSSEGGO (AHIME) GRAN PARTE DI QUELLE CHE HAI MESSO COME FOTO (ma ti assicuro che le colleziono da quando ho 18 anni).
    infatti, la mia primissima borsa è stata una burberry per il mio 18esimo 🙂
    peccato che tutte le borse sono "stivate" nell'armadio, purtr si è semmpre di corsa e non riesco mai ad alternarle 🙁
    Bellissimo anche il tuo excursus sulla storia e i cenni a due icone di stile per eccellenza.
    a presto, ^_^
    vaty

    Rispondi
    • Audrey
      24 Maggio 2012 at 17:18 (8 anni ago)

      Grazie Vaty!!!
      Sono contenta che ti piaccia,ci tenevo tanto a questo post perchè adoro le borse(come il 70% delle donne),pertanto mi sembrava simpatico saperne qualcosa in più 😉
      A presto cara

      Rispondi
  14. Elettrarossa
    24 Maggio 2012 at 16:16 (8 anni ago)

    …notevole! Sono rimasta catturata! Mi rendo conto di aver collezionato da sempre borse eccentriche e senza marca, ma certo non disprezzo i capolavori che hai postato 😀

    elettrarossa.blogspot.com

    Rispondi
    • Audrey
      24 Maggio 2012 at 17:21 (8 anni ago)

      Anche se le borse non hanno una marche,se sono belle sono sempre dei gioiellini da collezione e sono sempre legate a qualche avvenimento della nostra vita. Poi ci sono le borse per eccellenza,ma uno non deve per forza averle,no?l'importante e sentirsi bene con ciò che si indossa 😉
      A presto Xoxo

      Rispondi
  15. Marcela Gmd
    24 Maggio 2012 at 19:40 (8 anni ago)

    Soy una adicta a los bolsos!!! me encantan todossssss
    Besos, Marcela

    Rispondi
    • Audrey
      26 Maggio 2012 at 13:48 (8 anni ago)

      Soy muy feliz que te gusta 😉
      besos

      Rispondi
  16. PoLLy
    26 Maggio 2012 at 11:41 (8 anni ago)

    !!!post is amazing!)would you like to follow each other?
    have a good day)*

    Rispondi
    • Audrey
      26 Maggio 2012 at 13:49 (8 anni ago)

      thank you Plly
      Ok a follow you 😉

      Rispondi
  17. Danica Petrovic
    31 Maggio 2014 at 21:39 (6 anni ago)

    Ciao ragazze ! Sono rimasta impressionata (positivamente) dall'amore per le borse che ho trovato qui. Io faccio le borse che ritengo al di là della moda, quel genere che piace sempre alle donne che amano l'originalità pur seguendo la moda. Cercavo gli spunti per i testi che accompagnano le mie borse e sono capitata in questo blog. La storia delle borse è fantastica , complimenti ! Danica

    Rispondi
  18. Danica Petrovic
    31 Maggio 2014 at 21:40 (6 anni ago)

    Ciao ragazze ! Sono rimasta impressionata (positivamente) dall'amore per le borse che ho trovato qui. Io faccio le borse che ritengo al di là della moda, quel genere che piace sempre alle donne che amano l'originalità pur seguendo la moda. Cercavo gli spunti per i testi che accompagnano le mie borse e sono capitata in questo blog. La storia delle borse è fantastica , complimenti ! Danica

    Rispondi
  19. Danica Petrovic
    31 Maggio 2014 at 21:43 (6 anni ago)

    Ciao ragazze! Sono rimasta impressionata dall'amore per le borse che ho trovato qui. La storia delle borse è fantastica, complimenti! Io faccio le borse che ritengo al di là della moda perché piacciono alle donne che amano l'originalità pu seguendo la moda. Ero alla ricerca di testi carini da accompagnare le foto delle mie borse e sono capitata qui 🙂 E sono contenta !

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      1 Giugno 2014 at 9:43 (6 anni ago)

      Ciao Danica,
      grazie!! Purtroppo e per fortuna sono una grande amante delle borse, per questo mi capita spesso di parlarne. Beh!!! Chi ama le borse le ama per la sua bellezza oltre la moda, i brand e quant'altro. Passerò da te per vedere le tue, mi hai incuriosita 🙂
      Grazie mille per le belle parole a presto

      Rispondi
  20. Silvia
    10 Giugno 2015 at 14:15 (5 anni ago)

    Complimenti, molto bella questo articolo

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.