fabergé

Il tempo vola…sembra ieri che Antonella ed io eravamo qui a scrivervi gli auguri del nostro Fatterellando/ Aspettando Natale e adesso eccoci qui con i nostri auguri pasquali…come gli scorsi anni il nostro Buona Pasqua è accompagnato da due delle meravigliose uova imperiali di Fabergè. Antonella sul suo blog vi proporrà, per questa terza edizione dello Speciale Pasqua due uova spettacolari: da parte mia vi presento l’Imperial Constellation Ester Egg e il Gatchina Palace Egg.

Uovo blu delle Costellazioni dello Zarevic-  Imperial Constellation Easter Egg

L’uovo delle costellazioni è una delle uova imperiali realizzate da Fabergé. Un uovo di Pasqua gioiello cheBgxoONOCcAA62hC l’ultimo Zar di Russia, Nicola II, voleva donare alla moglie, nel 1917. Questo uovo, a differenza degli altri, non solo è l’ultimo uovo prodotto ma è anche il simbolo di un lavoro rimasto incompiuto visto che, a causa della rivoluzione del 1917 che detronizzo la dinastia, non fu mai portato a termine. Inoltre, del seguente uovo, pare esistano due esemplari: uno è quello esposto al Museo di Fersman rimasto incompleto e ritenuto per anni quello autentico. L’altro, invece, appartiene al collezionista milionario russo: Alexandre Ivanov che, da anni, dichiara di possedere la versione originale affermando che quella esposta al Fersman è solo una copia o uno schizzo rimasto incompiuto. La teoria di Ivanov, in seguito, è stata anche sostenuta da alcuni esperti e l’uovo è stato poi esposto nel Museo Fabergé che lo stesso collezionista ha aperto a Baden Baden. La disputa, ancora oggi, è oggetto di diatriba ed entrambi i Musei affermano che l’uovo messo in mostra è quello autentico. Il Museo Minerologico Fersman avvalora la sua tesi dimostrando che, nel 2001, furono rinvenuti, a Mosca, un supporto in cristallo opaco scolpito a forma di nuvole ed un uovo di vetro blu diviso in due parti: quella inferiore era allungata mentre quella superiore presentava delle incisioni. Secondo gli addetti ai lavori tali parti appartengono all’uovo incompleto. I piccoli diamanti che tempestavano le costellazioni sono andati persi e manca anche l’orologio con quadrante che doveva circondare il globo celeste. In base alle registrazioni degli archivi del Museo risulta che, nel 1925, Agathon Fabergé, figlio di Peter Carl, prima di scappare all’estero donò alcuni oggetti preziosi al museo compreso quest’ultimo uovo del mistero.
3a6d36af9f1223a0bfe6862d15ade929

 

Descrizione: Grazie ad un documento dell’epoca sappiamo che l’uovo
era in vetro blu inciso come un globo celeste con le costellazioni contrassegnate da diamanti taglio rosetta. Inoltre era rappresentato anche il segno zodiacale sotto il quale era nato lo zarevič Aleksej: il leone. L’uovo blu era sostenuto da nuvole in cristallo di rocca smerigliato e cherubini d’argento su una base di giada. Infine vi era un orologio con quadrante girevole a forma di disco.

9c1df9c20550536a67ff5aceec88eef8

Uovo del Palazzo Gatčina – Gatchina Palace Egg

L’uovo deldownload palazzo, come il precedente, è un uovo imperiale di Pasqua donato dallo Zar Nicola II alla madre, l’imperatrice Marija, nel 1901. Il gioiello fu fabbricato a San Pietroburgo sotto la supervisione di Muchael Parkhin per conto del gioielliere russo Peter Carl Fabergé. All’epoca l’uovo fu pagato 5.000 rubli e rimase a Palazzo Anickov sino al 1917. Nel 1920 il possessore dell’uovo Alexander Polovtsov, ex dipendente del Palazzo di Gatcina, ha acquistato l’uovo e poi avviato un negozio di antiquariato. Nel 1930 l’uovo fu venduto insieme all’uovo pergola di rose del 1907, a Henry Walters e nel 1931, dopo la morte di quest’ultimo, divenne parte delle collezione presente alla Walters Art Museum Collection. Nel 1936 le due uova furono messe in mostra al Walters Art Museum di Baltimora dove sono in esposizione dal 1952.

fab23a

Descrizione: L’uovo è in oro ed è coperto da vari strati di smalto bianco traslucido su fondo arabescato con tecnica ghiglioscé dipinto con un delicato disegno di rose rosa e ghirlande di  foglie verdi e oro legate con fiocchi di nastri rossi in varietà di festo473px-House_of_Fabergé_-_Gatchina_Palace_Egg_-_Walters_44500_-_Open_View_Bni. L’uovo è diviso in dodici pannelli attraverso dei fili di perle posti verticalmente formando sei spicchi. Alle due estremità sono fissati dei diamanti tagliati come lastre sottili, molto probabilmente sono stati posti per coprire il monogramma e l’anno del dono che sono stati rimossi. La parte interna dell’uovo è foderata con del velluto, quella superiore si apre rivelando una piccola miniatura in oro di quattro calori che ritrae la residenza invernale dell’Imperatrice rimasta vedova: il palazzo di Gatchina, situato a sud-est di San Pietroburgo (un villaggio di 45 km appartenente al conte Grigorij Grigor’eveic Orlov e acquistato dallo Zar Paolo I). La miniatura riproduce nel dettaglio anche quella che era l’area attorno al palazzo come i cannoni, una bandiera, la statua di Paolo I e alcuni elementi del paesaggio. Il palazzo è fissato nella parte interna dell’uovo e, a differenza dell’Uovo del palazzo di Alessandro che Fabergé realizzo sette anni dopo per Aleksandra Fëdorovna, esso è fisso e non può essere rimosso.

La curiosità di Antonella : Uova Fabergè per Kelch

Il nobiluomo russo Alexander Kelch ha commissionato a Fabergé sette uova di Pasqua gioiello, una ogni anno dal 1898 al 1904, per regalarle alla moglie Barbara. Furono realizzate sotto la supervisione di Michael Perkhin, all’epoca secondo mastro orafo della Fabergé, che si ispirò a quelle imperiali Le sette uova Kelch sono altrettanto belle, se non addirittura più sontuose, di quelle della serie imperiale, hanno maggiori dimensioni e con tutta probabilità, costarono molto di più. Uovo con gallina per Kelch Uovo con dodici pannelli Uovo pigna Uovo dei fiori di melo Uovo rocaille Uovo bomboniera Uovo con gallo Barbara vendette le uova nel 1920.

fabergè 2

Clicca qui per visionare le uova illustrate da Antonella.

Immagini dal web-Wall a cura del “L’atelier du Fantastique- Informazioni dal web

11 Comments on SPECIALE FATTERELLANDO: FABERGÉ E LE UOVA DELLO ZAR TERZA EDIZIONE

  1. Tomaso
    18 Marzo 2016 at 9:24 (5 anni ago)

    Veramente bellissime, cara Audrey,
    Buona giornata cara amica, oggi è arrivata la primavera!!!
    Tomaso

    Rispondi
    • Audrey
      20 Marzo 2016 at 17:16 (5 anni ago)

      Si, molto belle e particolari.
      Buona giornata, buona domenica e buone Palme a te e alla tua famiglia
      a presto un abbraccio

      Rispondi
  2. Andrea
    18 Marzo 2016 at 22:46 (5 anni ago)

    Che meraviglia! Avevo visto queste uova durante il mio soggiorno in Russia, ma non pensavo ce ne potevano essere di così preziose.. Grazie per la condivisione, buona serata, ciao Andrea

    Rispondi
    • Audrey
      20 Marzo 2016 at 17:18 (5 anni ago)

      Si, ci sono esemplari preziosissimi e davvero molto costosi.
      Prego! Buona domenica delle Palme Andrea
      a presto

      Rispondi
  3. clibi
    19 Marzo 2016 at 11:57 (5 anni ago)

    Che spettacolo, vera arte orafa, grazie per questo post 🙂

    Rispondi
    • Audrey
      20 Marzo 2016 at 17:21 (5 anni ago)

      si, è davvero uno spettacolo, non voglio immaginare dal vivo
      grazie a presto e buona domenica delle Palme 😀

      Rispondi
  4. antonella
    20 Marzo 2016 at 18:15 (5 anni ago)

    Ciao Audrey, ed eccoci alla terza edizione del nostro Fatterellando Speciale Pasqua. Queste uova sono davvero uno spettacolo!
    Grazie per aver ancora una volta aver lavorato così bene insieme.
    Un bacione.
    Antonella

    Rispondi
    • Audrey
      20 Marzo 2016 at 20:41 (5 anni ago)

      Ciao Antonella,
      si, sono passati già tre anni di Fabergé. Concordo, sono una meraviglia e anche un lavoro prezioso e raffinato.
      Grazie a te 😀
      un bacione

      Rispondi
  5. Lilli
    20 Marzo 2016 at 20:59 (5 anni ago)

    Ciao Audrey! Hai ragione, sembra sia volato, pazzesco! Ad ogni modo, entrambe le uova sono molto belle e preziose, specie il secondo uovo, incredibile la miniatura all’interno ed il disegno all’esterno. Un bacione grande amichetta mia, buona serata!:**

    Rispondi
  6. Paola
    21 Marzo 2016 at 12:04 (5 anni ago)

    Adoro le uova di Fabergé, tantissimi anni fa vidi una mostra su questi capolavori a Torino e rimasi incantata, buona Pasqua Audrey

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.