11828836_949865651742174_3518497879181679565_n

La granita è un dolce tipico della Sicilia, un dolce freddo, al cucchiaio, composto da un liquido semi-congelato formato da tre ingredienti principali: frutta fresca di stagione, acqua e zucchero. Secondo la tradizione, questa bontà, va servita in un bicchiere trasparente accompagnata da pane fresco croccante famoso antenato della brioscia siciliana.

11796356_949865491742190_7757415338031405084_n

L’ origine di questo dolce ha radici antiche, infatti, pare risalga al periodo della dominazione araba in Sicilia. All’epoca gli arabi portarono con loro la ricetta del sherbet, una bevanda ghiacciata aromatizzata con succhi di frutta o acqua di rosa. Tale bevanda venne poi modificata attraverso la consuetudine catanese di raccogliere la neve che d’inverno si depositava lungo l’Etna, sui monti Peloritani, Ibei e Nerbrodi e conservarla in costruzioni erette sopra alcune grotte. Difatti, in estate, poi, la nave oramai tramutata in ghiaccio veniva grattata dalle pareti e ricoperta di sciroppi di frutta e fiori. La seguente preparazione ancora oggi viene utilizzata per la grattachecca romana diffusasi nei primi del novecento. Durante il XVI secolo la ricetta venne migliorata grazie alla possibilità di poter usare la neve mista al sale marino come eutettico per congelare le preparazioni. Da qui nacque il pozzetto, una sorta di tino in legno con all’interno un secchiello di zinco che poteva essere girato con una manovella che permetteva di ottenete dei cristalli di ghiaccio. Nel XX secolo il pozzetto è stato poi sostituito dalla gelatiera. Dal 2012, ad Acireale, si svolge il festival Nivarata dedicato proprio al rito della granita siciliana artigianale.

PicMonkey Collage

Consultando alcune ricette presenti sul network  “Ifood” del quale, come sapete, faccio parte ho trovato una ricetta: facile, veloce, senza glutine e ultra buona. Dopo aver provato la ricetta di Roberta Marasco pubblicata su iFood ho pensato di condividere con voi questa bontà. La mia versione contiene, oltre ai lamponi, anche delle more selvatiche non vi è l’aggiunta di panna e menta, ma se volte provare l’originale non dovete far altro che cliccare qui.

Prep time   Cook time  Total time  
Ricetta di Roberta Morasco iFood Per 6 persone
Author: Audrey
Recipe type: dolci
Cuisine: Italian
Serves: 3h10m
Ingredients
  • 100 g lamponi freschi (più qualcuno per decorare)
  • 250 g di more fresche (più qualcuna per decorare)
  • 1 limone (succo)
  • 400 ml acqua
  • 100 g zucchero (più 4 cucchiai)
Instructions
  1. Lavate i lamponi e le more sotto l’acqua corrente. Spremete il limone.
  2. Mettete nel bicchiere di un frullatore i lamponi, le more, 100 g di zucchero, il succo del limone e l’acqua, frullateli alla massima velocità.
  3. Versate la purea ottenuta in un contenitore e riponete nel freezer per mezz’ora.
  4. Trascorso il tempo, tirate fuori il contenitore, aggiungete un cucchiaio di zucchero e mescolate con una forchetta per rompere i cristalli di ghiaccio che si saranno formati.
  5. Rimettete nel freezer per un’altra mezz’ora ed eseguite per altre 3 volte questo passaggio, aggiungendo ogni volta un cucchiaio di zucchero e smuovendo accuratamente con una forchetta.
  6. Completati questi passaggi rimettetela in freezer per almeno un’altra ora.
Notes
Se variate la quantità dell’acqua aggiungendone troppa o diminuendola modificate anche l’intensità del sapore della granita.
Lo zucchero serve, oltre a dolcificare, anche a mantenere fluida la granita quindi variando le dosi non si cambia solo il sapore ma anche la consistenza.

Non trovate sia una granita deliziosa oltre che facilissima e, perchè no, anche elegante e raffinata da servire?

20595_949865521742187_40730333947600615_n

Con questa buonissima torta partecipo al 100% Gluten Free (FRI)DAY
Con questa granita dai colori molto feshion partecipo al 100% Gluten Free (FRI)DAY

11828651_949865801742159_8861176552215737330_n

44 Comments on Granita di lamponi e mirtilli

  1. robbyroby
    31 Luglio 2015 at 12:15 (5 anni ago)

    ciao
    non sono molto amante della granita. La vera granita siciliana però mai assaggiata e a pensare che vicino a casa c’è un locale che fa dolci e granite tipici della Sicilia.

    Rispondi
    • Audrey
      4 Agosto 2015 at 15:53 (5 anni ago)

      Ciao,
      davvero? ma che bello!!! beh!! qualcosa di può sempre provare a volte ci si può stupire 😉

      Rispondi
    • Audrey
      4 Agosto 2015 at 15:53 (5 anni ago)

      🙂
      grazie baci baci

      Rispondi
  2. Lilli
    31 Luglio 2015 at 12:38 (5 anni ago)

    Tu mi vuoi far morire Audrey!XD Che bontà, immagino la dolcezza e l’effetto rinfrescante, la vorrei ora! Non sapevo avesse origini così antiche sai, complimenti sei troppo brava e vorrei venire a merendare da te ora!:P Poi ai mirtilli ed ai lamponi è anche tra le mie preferite (assieme all’anguria). Un abbraccio grande e buon weekend!:**

    Rispondi
    • Audrey
      4 Agosto 2015 at 15:54 (5 anni ago)

      ahuahuahuahuah no!!! si, è ottima e super rinfrescante con questo caldo tremendo ci sta tutta 😉
      lo sai, quando vuoi, sono qui 😉
      un bacione cara

      Rispondi
  3. Antonella
    31 Luglio 2015 at 13:59 (5 anni ago)

    Dev’essere deliziosa e leggendo il post ho ripensato a una granita alle mandorle gustata anni fa in Sicilia…e adesso potrei morire dal desiderio di averne qui una…Interessante la storia della granita Siciliana, mi ha ricordato il libro Il pasticciere del re.
    Un abbraccio, buon fine settimana.
    Antonella

    Rispondi
    • Audrey
      4 Agosto 2015 at 15:57 (5 anni ago)

      Si, è davvero buono e poi l’esecuzione è facile. Sarà stata una cosa deliziosa, la granita siciliana è roba da svenimento.
      Non lo conosco me ne devi parlare di questo libro mi hai incuriosita 😀
      Un abbraccione

      Rispondi
  4. Elisabetta
    31 Luglio 2015 at 14:43 (5 anni ago)

    Questa estate finalmente andrò in Sicilia e finalmente assaggerò la vera granita siciliana. Questa alle more ed i lamponi mi ingolosisce molto! Baci Elisabetta

    Rispondi
    • Audrey
      4 Agosto 2015 at 15:59 (5 anni ago)

      bello!!! allora poi mi dirai 😉
      baci

      Rispondi
  5. Veronica
    31 Luglio 2015 at 16:36 (5 anni ago)

    Che delizia questo gusto di granita . Io da buona siciliana me la mangio all’antica assieme ad un bel pezzo di pane di casa appena sfornato baci cara e buon weekend

    Rispondi
    • Audrey
      4 Agosto 2015 at 16:02 (5 anni ago)

      ummm…la prossima volta l’assaggerò anch’io con il pane, mi sono incuriosita 😉
      bacioni

      Rispondi
    • Audrey
      4 Agosto 2015 at 16:20 (5 anni ago)

      😉

      Rispondi
  6. lolle
    2 Agosto 2015 at 22:08 (5 anni ago)

    Ho ancora parecchie more in giardino… magari ci provo!

    Rispondi
    • Audrey
      4 Agosto 2015 at 16:20 (5 anni ago)

      se non sai cosa farci è una buona alternativa e poi, con questo caldo, ci stà! baci

      Rispondi
  7. andrea
    3 Agosto 2015 at 10:40 (5 anni ago)

    mai assagggiata la granita di lamponi. deve essere fresca e anche dissetante! grazie per la ricetta, buona settimana, ciao Andrea

    Rispondi
    • Audrey
      4 Agosto 2015 at 16:22 (5 anni ago)

      si, è davvero ottima 😉
      prego!! a presto ciao ciao

      Rispondi
    • Audrey
      4 Agosto 2015 at 16:26 (5 anni ago)

      grazie cara anche a te
      un abbraccio

      Rispondi
  8. Vale
    4 Agosto 2015 at 13:26 (5 anni ago)

    una granita davvero spaziale!!! Bacioni

    Rispondi
    • Audrey
      4 Agosto 2015 at 16:28 (5 anni ago)

      😉 siii!!!
      bacioni cara

      Rispondi
    • Audrey
      6 Agosto 2015 at 10:29 (5 anni ago)

      anche a te 😉

      Rispondi
  9. Valentina
    5 Agosto 2015 at 19:28 (5 anni ago)

    Ciao tesoro, come stai? <3 Questa granita è di una golosità unica, adoro anche il colore e adoro quel piattino! ^_^ Bravissima! Un abbraccio grande e felici vacanze tvb <3 <3 <3

    Rispondi
    • Audrey
      6 Agosto 2015 at 10:31 (5 anni ago)

      Ciaoooo, bene e tu? grazieeeee!!!!
      un abbraccione e buone vacanze anche a te tvttb <3 <3 <3 :*

      Rispondi
  10. nella
    5 Agosto 2015 at 20:20 (5 anni ago)

    Trovo che sia veramente una meraviglia al vedersi e una bontà al provarsi..
    Grazie per tutte le informazioni che non conoscevo..
    Un bacio amorerevole!

    Rispondi
    • Audrey
      6 Agosto 2015 at 10:31 (5 anni ago)

      si, lo è 🙂
      prego!!!
      un bacio

      Rispondi
  11. robbyroby
    17 Agosto 2015 at 18:27 (5 anni ago)

    ciao
    sono passata per un saluto.

    Rispondi
    • Audrey
      27 Agosto 2015 at 17:50 (5 anni ago)

      grazie cara 😉

      Rispondi
    • Audrey
      27 Agosto 2015 at 18:40 (5 anni ago)

      anch’io 😉

      Rispondi
  12. annbill
    19 Agosto 2015 at 12:25 (5 anni ago)

    Avere un buon tempo, e mi piace il tuo blog

    Rispondi
    • Audrey
      27 Agosto 2015 at 18:41 (5 anni ago)

      😉 grazie!

      Rispondi
  13. Paola
    20 Agosto 2015 at 9:51 (5 anni ago)

    Adoro la granita siciliana hai fatto un capolavoro Audrey. Come stai?

    Rispondi
    • Audrey
      27 Agosto 2015 at 18:46 (5 anni ago)

      grazie!!! adesso va meglio, grazie mille!

      Rispondi
  14. Elsa March
    22 Agosto 2015 at 15:35 (5 anni ago)

    Senza questa meravigliosa ricetta non avrei mai scoperto il tuo blog!
    Che brava che sei, non vedo l’ora di sperimentare anche io la tua granita.
    Ti seguirò con molto piacere e se vuoi farmi visita sei la benvenuta nel mio modesto blog.
    Ciao!

    Rispondi
    • Audrey
      27 Agosto 2015 at 18:48 (5 anni ago)

      beh! allora sono felice di averti condotta da me 😉
      Vedrai è facilissima e super veloce.
      Certo, passo subito a presto

      Rispondi
    • Audrey
      27 Agosto 2015 at 18:58 (5 anni ago)

      grazie cara 😉

      Rispondi
  15. Amyli
    26 Agosto 2015 at 8:53 (5 anni ago)

    Trovo che sia veramente una meraviglia al vedersi e una bontà al provarsi

    Rispondi
    • Audrey
      27 Agosto 2015 at 18:59 (5 anni ago)

      grazieeeee!!! *__*

      Rispondi
    • Audrey
      27 Agosto 2015 at 19:00 (5 anni ago)

      anche se in ritardo grazie 😉

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.