Il gelato artigianale è una delle primizie italiane più conosciute. La sue origini sono incerte, e come accade spesso per i dolci, confuse e piene di storie e leggende. In base ad alcuni documenti storici pare che l’antenato del gelato sia una bevanda rinfrescante dell’antica Grecia preparata con limone, miele, succo di melograno, neve o ghiaccio, risalente al 500 a.C.  Se, invece, ci spostiamo in Arabia, scopriamo che le bibite ghiacciate venivano chiamate “Sherbet” da cui deriva il nostro famigerato sorbetto. Il gelato artigianale italiano nasce, in una forma molto primordiale, in Sicilia quanto gli Arabi solevano mescolare la neve dell’Etna ai succhi di frutta. La versione moderna di questa delizia rinfrescante, a base di latte e panna, sembra esser stata creata alla corte di Caterina de ‘Medici, nel 1565, a Firenze, dall’architetto Bernardo Buontalenti che per realizzarla utilizzò: neve, sale, limoni, zucchero, bianco d’uovo e latte. Nel 1846, una certa Nancy Johnson, del New Jersey, mesi appunto la prima gelatiera costruita con un mastello pieno di ghiaccio e sale ove all’interno era inserito un cilindro metallico con l’impasto da gelare che veniva girato con una manovella. Il siciliano Francesco Procopio, nel 1686, inaugurò, nella romantica Parigi, il suo “Café Procope” dove propose la sua nuova ricetta a base di frutta, miele, zucchero e ghiaccio. Il primo gelato industriale su stecco al fiordilatte nacque, in Italia, nel 1948. Negli anni ’50 arrivò il primo cono con cialda industriale, il tanto amato “Cornetto”. Negli anni ’70, nelle case italiane, fece il suo ingresso il primo secchiello formato famiglia il “Barattolino”. In breve, il gelato artigianale Italiano: buono, cremoso, gustoso e DOP, è una nostra creatura.

 Pertanto considerando le origini del gelato, il contest delle Bloggalline in collaborazione con INformaCIBO e il patrocinio di Expo 2015 Milano e le varie categorie ove è possibile inserire il proprio piatto, nel mio caso “Dolce Italia (con prodotti Fabbri 1905)”, non potevo non presentarmi con un dolce che unisce la nostra tradizione del gelato artigianale e la bontà dei prodotti Fabbri da sempre conosciuti anche per la vendita di alimenti dedicati alla gelateria.
 
La torta gelato alla nutella e frutti di bosco con amarena Fabbri gluten freee

 

INGREDIENTI:

-150 gr di savoiardi senza glutine
-400 gr di panna da montare vegetale e senza glutine
-400 gr di latte intero
-140 gr di zucchero a velo gluten free
-3 cucchiai abbondanti di nutella
-4 cucchiai abbondanti di confettura ai frutti di bosco (nel mio caso homemade)
-2 amarene (fabbri)
-2 tazze di latte
-2 cucchiai di liquore (a scelta senza glutine)
-amarena fabbri per decorare q.b.



UTENSILI NECESSARI:


-fruste elettriche
-frusta a mano
-cucchiaio
-gelatiera
-2 ciotole
-stampo da 20 cm per charlotte, budino o bavaresi
-lecca pentola
-misurino



PROCEDIMENTO:

1- PREPARAZIONE GELATI
a-Nutella: montate la panna (200 g) con l’ausilio dello sbattitore elettrico e riponetela nel frigo. In una ciotola mescolate, con la frusta a mano, lette (200 g), zucchero (70 g) e nutella. Versate la panna montata nel composto, mescolate dall’altro verso il basso e lasciate raffreddare nel ripiano più fresco del frigo per 3-4 ore. Riponete il gelato nella gelatiera.
b-Frutti di bosco e amarene: montate la panna (200 g) con l’ausilio delle sbattitore elettrico e riponetela in frigo. In una ciotola mescolate, con la frusta a mano, latte (200 g), zucchero (70 g), confettura ai frutti di bosco e amarene. Versate la panna nel composto, mescolate dall’alto verso il basso e lasciate riposare in frigo per 3-4 ore. Riponete il composto nella gelatiera.
2-PREPARAZIONE TORTA GELATO
Bagnate, nelle due tazze di latte e liquore, i savoiardi e disponeteli nello stampo. Versate il gelato alla nutella e poi quello ai frutti di bosco e amarene.Chiudete la base con i savoiardi avanzati, chiudete lo stampo e lasciate che il gelato si solidifichi nel congelatore (serviranno all’incirca 15 ore).
N.B. tutti i prodotti utilizzati sono privi di glutine, controllare la presenza della spiga sbarrata.
Tagliate la vostra fette di gelato e servitela con un’amarena in bella vista per darle sapore e bellezza.
Chi non ama le amarene può non inserire nel gelato ai frutti di bosco e modificare la decorazione utilizzando uno dei tanti gustosissimi Top Fabbri (cioccolato, pistacchio…)
Chi vuole facilitare la procedura, non ha la gelatiera o preferisce un sistema  più veloce può utilizzare una delle basi Fabbri ( per i celiaci esistono oltre 30 varianti di gusto), quindi potete sbizzarrirvi con tante combinazioni.
CONSIGLI: Per una resa migliore è preferibile preparare il gelato alla nutella, iniziare a disporre i savoiardi e versare il primo gusto nella calotta permettendogli di rassodarsi ( nel congelatore), mentre il secondo gusto viene lavorato nella gelatiera.

 

Se lo prepari tu è più buono!!!

 

Con questa ricetta, partecipo al contest : “La Cucina Italiana nel Mondo verso l’Expo 2015”, organizzato da Le Bloggalline , in collaborazione con INformaCIBO .

 

 Con questo post partecipo anche alla raccolta 100% Gluten Free (FRI)DAY
I Love Gluten Free (FRI)DAY - Gluten Free Travel & Living

36 Comments on Torta gelato nutella, frutti di bosco e amarene gluten free

  1. m4ry
    6 Giugno 2014 at 5:40 (6 anni ago)

    Che ne dici ? passo da te per la merenda ? Un abbraccio :*

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      6 Giugno 2014 at 20:40 (6 anni ago)

      Quando vuoi cara, per te le porte sono sempre aperte 😉
      Un abbraccione :*

      Rispondi
  2. Ale
    6 Giugno 2014 at 6:24 (6 anni ago)

    ciao carissima, ecco il tuo gelato! ma questa torta è meravigliosa…complimenti, anche per la presentazione e la forma, mi piace un sacco quello stampo! io poi adoro il gelato! Un bacione!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      6 Giugno 2014 at 20:42 (6 anni ago)

      Ciao Ale,
      grazieeee!!!Detto da una brava come te questo complimento vale doppio 😉
      Lo stampo l'ho comprato in Francia però credo di averne visti di simili anche qui, si può cambiare il disegno mettendo formine diverse. Anch'io amo il gelato 😉
      Un bacione

      Rispondi
  3. www.selodicecoco.it
    6 Giugno 2014 at 8:56 (6 anni ago)

    Adoro il gelato!!!…ma questo credo proprio che sia sublime, che brava! Baci Elisabetta

    Rispondi
  4. MikiMoz
    6 Giugno 2014 at 10:48 (6 anni ago)

    Santo dio, questa è una bomba di bontà! 🙂

    Moz-

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      6 Giugno 2014 at 20:43 (6 anni ago)

      wooooow sono riuscita a conquistare il tuo palato con un dolce, olè !!!! 😀

      Rispondi
  5. trisportlife
    6 Giugno 2014 at 11:28 (6 anni ago)

    Io ti odio, perchè devo leggere queste cose dopo aver ingurgitato una bistecca che ho tagliato con il flessibile del Brico perchè per l'ennesima volta bruciata?
    No io ti odio. Punto 😉

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      6 Giugno 2014 at 20:45 (6 anni ago)

      ahuahuahuahua non ci credo che l'hai bruciata sino a renderla immangiabile
      Dai, non mi odiare, al massimo assumimi come cuoca part-time 😀

      Rispondi
  6. Lilli
    6 Giugno 2014 at 11:33 (6 anni ago)

    Ciao Audrey, stavo giusto passando! Tu sei un genio, davvero complimenti, metre leggevo il procedimento ho iniziato a salivare ahah e dire che ho appena pranzato, ora ho una gran voglia della tua torta gelato! Le tue ricettine gluten free mi stupiscono sempre, riesci a renderle ancora più golose! Non sapevo che il gelato derivasse da un'antica bevanda della Grecia, ma se penso al sorbetto allora posso capire l'evoluzione. Io lo adoro poi, lo mangio tutto l'anno!:P Un abbraccio e buon weekend!:** ps mi spiace sia stata una settimana di fuoco, spero ti riposerai un pò nel we!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      6 Giugno 2014 at 20:48 (6 anni ago)

      Ciao Lilli,
      grazieeee!!! Da quando ho scoperto la celiachia cerco sempre di migliorare e rendere appetitose le ricette, lo faccio per non pensare alle differenze ma apprezzarne la particolarità. Sapere la storia delle ricette è complicato, spesso la gente non le conosce 😉
      Un abbraccione e buon week end <3 <3
      p.s. mi sa che il week end sarà anche peggio -.-' help!!!

      Rispondi
  7. Beatris
    6 Giugno 2014 at 12:15 (6 anni ago)

    Che delizia questa torta gelato, già ho l'acquolina in bocca, sei bravissima nelle spiegazioni e presentazioni!
    Un abbraccio e buona serata da Beatris

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      6 Giugno 2014 at 20:49 (6 anni ago)

      siiii!!! perchè anch'io vorrei una fatte 🙂
      Beh!!! quello è il fine:D
      bacioni cara

      Rispondi
    • atelierdufantastique
      6 Giugno 2014 at 20:51 (6 anni ago)

      si, è buonissima e poi si posso anche cambiare i gusti e sbizzarrirsi 😉
      Buon week end anche a te
      figurati, lo faccio con piace e perchè mi va, ti seguo sempre con piacere

      Rispondi
  8. Stefyp.
    6 Giugno 2014 at 19:15 (6 anni ago)

    Che meraviglia questa torta gelato…In Toscana una torta simile si chiama "Zuccotto" ed è buonissima…anche questa sembra deliziosa!! Sempre brava nelle tue presentazioni!!
    Buon fine settimana a te Stefania

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      6 Giugno 2014 at 20:52 (6 anni ago)

      Davvero? Non lo sapevo!!! Ma è fatta col gelato?
      Grazie cara 😉
      Buon fine settimana anche a te

      Rispondi
  9. Silvia
    6 Giugno 2014 at 19:59 (6 anni ago)

    Ma fai dei dolci da urlo Audrey! Buon weekend 🙂

    Rispondi
  10. Forno Star
    7 Giugno 2014 at 0:45 (6 anni ago)

    Tempo fa ho fatto una vacherin con gelato alla nutella e frutti di bosco, una meraviglia che ancora oggi i miei pargoli chiedono e che io non ho mai ripetuto. Questa tua versione, però, accontenterebbe tutti in famiglia: me perché farei qualcosa di mai fatto, e i miei pargoli perché vedrebbero realizzare un sogno durato anni 😉

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      7 Giugno 2014 at 8:01 (6 anni ago)

      Ummm, buona!!! Poi la nutella, o comunque il cioccolato, con i frutti di bosco sono un connubio da mille e una notte 😉
      Allora falla, in realtà è molto semplice l'unico intoppo è l'attesa ma ne vale la pena 😉

      Rispondi
  11. Fabipasticcio
    8 Giugno 2014 at 18:59 (6 anni ago)

    Bravissima davvero! Complimenti!
    Buona serata e a rileggerci presto tra ricette e sorrisi, cara. 😀

    Rispondi
  12. Le Bloggalline
    11 Giugno 2014 at 15:22 (6 anni ago)

    Carissima Audrey è un fior fior di gelato e grazie anche per l'esaustivo racconto sulle sue origini io non sapevo che venisse mescolata al neve dell'Etna con i succhi della frutta! Meraviglioso! Io ti inserisco nelle due categorie anche gelato che dici? In bocca al lupo, e complimenti per la proposta invitante e ben costruita! un abbraccio monica

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      11 Giugno 2014 at 16:44 (6 anni ago)

      Ciaooo,
      grazieeeee!!! Per me va bene, io non mi sono messa nella categoria gelato DOP perchè non ero sicura di poterci rientrare. Crepi!!!! Grazie mille Monica, non sono bravissima come voi ma grazie a voi sto crescendo e migliorando l'unione fa la forza e permette sempre di apprendere tanto.
      a presto
      un abbraccio

      Rispondi
  13. BlondeGirl V
    11 Giugno 2014 at 18:06 (6 anni ago)

    è un attacco alla mia dieta… 😀 ma è buonissimo e bellissimo da vedere!
    Complimenti *_*

    Rispondi
  14. Roberta Morasco
    12 Giugno 2014 at 17:06 (6 anni ago)

    Sto facendo il giro delle ricette che partecipano al contest, che golosità questo dolce!!!!
    Buona e bella!!!
    Ciao!!!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.