Buongiorno miei cari follower 😀 Mamma mia che settimana!!! Se ci penso mi vengono i brividi, da noi, in Puglia, si è scatenato l’inferno, un tempo da uragano caraibico con aggiunta di grandine grossa quanto palline da golf. Pauraaaa!!!! Non vi dico quanti danni ha subito l’esterno del mio Bar e B&B.  Dopo la calamità naturale vi è stata quella umana, avete visto Italia-Costa Rica? Che amarezza!!! Ma si può? No, secondo me non si può!!! Quindi, visto che è meglio non commentare, salto le chiacchiere da bar e vi racconto cos’è accaduto tra le mia quattro mure domestiche e lavorative. 

BACIO PIOVOSO
Mercoledì pomeriggio il cielo ero strano: metà azzurro, fantastico e solare e metà cupo, nuvoloso e arrabbiato. Elena era molto stanca cosi, dopo aver fatto merenda con dei golosissimi muffins salati, aveva deciso di andare in cameretta per un pisolino. Scocciata, a causa del ritardo di Edoardo, mi recai in cucina, presi gli ingredienti necessari per preparare dei muffins con gocce di cioccolato e proprio mentre stavo per versare la farina nella ciotola, accanto alla porta, apparve Edoardo bagnato fradicio.
-Chloé, corri!!! Dobbiamo portare tutto dentro…IMMEDIATAMENTE!!!- Urlando si diresse vero l’ingresso.
-Cosa succede?- Chiesi seguendolo in preda all’agitazione.
-Sta per arrivare l’inferno…a Bari ha grandinato in una maniera spaventosa e qui sta per iniziare, vedrai!! già piove!!-Specificò frettolosamente.
Quando spalancammo la porta d’ingresso mi spaventai, la pioggia batteva insistente e forte contro i miei trulli, il mio orto, il mio gazebo, le mie sedie. Edoardo, con furia e destrezza, lottò contro il vento per spostare i divanetti dell’angolo relax mentre io trascinai dentro casa: sedie, tavolini, luci. Credetemi!! Coprirli con i teli, come era solito fare, non era fattibile, il vento era esageratamente aggressivo e la pioggia pareva una cascata proveniente dall’infinito. Dopo un quarto d’ora di fatica e sforzi, finalmente, entrammo nel mio B&B.
-Chloé, abbiamo preso tutto?-
-Credo di si!!! Almeno le cose più importanti mi sembrano salve- Risposi cercando di fare mente locale.
-Allora…adesso dividiamoci e chiudiamo tutte le finestre, ok?- Aggiunse con tono fermo e dispotico.
Chiusi ogni singola finestra, tapparella e persiana quando ad un tratto, nel salotto del B&B, la porta finestra si spalancò riempiendo d’acqua la stanza, con tutte le mie forze e facendo anche leva con il mio corpo tentai di serrarla, ma non ci riuscii. Ero troppo bagna, il peso dei vestiti inzuppati complicava la cosa, i pedi scivolavano nell’acqua accumulatasi sul pavimento e il vento, unito alla pioggia battente, era più forte di me.
-Chloé, cosa succede?-
-Non riesco a chiudere la porta finestra…- Gridai continuando a premere le mani contro la maniglia.
Edoardo si avvicinò e spinse energicamente la prima metà chiudendola. Poi, quasi pattinando sul pavimento acquoso, si posizionò alle mie spalle e insieme accostammo la seconda metà. Con i capelli bagnati ed i vestiti completamente incollati addosso mi voltai poggiano il mio corpo sulla porta finestra, Edoardo era davanti a me, ad un passo, con le braccia tese e le mani contro il vetro.
-fatto!!! adesso siamo al sicuro, credo!!!- Affermò guardando al di là del vetro.
-credi?…- Più che una domanda mi parve di aver emesso un sibilo. Un po’ per il freddo e un po’ per quella strana vicinanza il mio corpo tremava come una corda di violino appena sfiorata.
-Chloè!!! Io…ehhh….- Edoardo non riuscii a concludere la frase che sentimmo il contattore scattare, in un lampo la luce andò via e d’istinto, nel buoi della stanza, entrambi facemmo un passo avanti finendo nel corpo dell’altro incollati e fusi assieme a causa degli abiti bagnati.
-Scusa, ti ho schiacciato il piedi!!- Il mio cuore raggiunse almeno tremila battiti al minuto, non lo vedevo ma sentivo il suo respiro vicino al mio, il naso sfiorarmi la guancia, le labbra scivolare dolcemente sulle mie mentre le braccia si spostarono per cingermi, sollevarmi e spingendomi contro il muro. Nella mia testa tutto sembrava essere andato in tilt, Edoardo mi stava baciano: prima lentamente, dolcemente e delicatamente, poi con foga, forza, passione. La luce si accese, io mi spostai e Marie apparve, come un fantasma, infondo alla stanza.
-Ops… ho forse rovinato un momento idilliaco?- Domandò scherzosamente facendo un passo avanti.
-no, Marie…ehhh non hai rovinato nulla …Edoardo mi stava solo aiutando a chiudere la porta finestra-
-Chloé, scusami ma credo tu debba cambiarti, chérie!!! Sei…come dire? molo sensuale …-
Sconvolta abbassai lo sguardo e tentai di coprirmi con le braccia, scappai.
-Marie, hai attaccato tu il contattore?- Da lontano sentii la voce di Edoardo e poi quella della mia amica.
-si, è la prima cosa che ho fatto quando sono arrivata. Vieni, andiamo in cucina, ho visto che Chloé stava per preparare dei muffins-
Dopo qualche minuto ritornai con un vestito decente ed i capelli legati.
-Cosa state facendo?- Il mio tono era inquisitorio visto che entrambi bisbigliavano.
-raccontavo a Edo di quando siamo finiti nell’Inghilterra Vittoriana cucinando muffins, ricordi?- Dal tono di voce di Marie avevo già capito che volevo cucinare per tornare in quella storia che tanto adorava.
-Si, mi ricordo come sono nati i muffuns… Edo, non ti perdi niente!! Guarda, non occorre andare perchè tanto sono solo stati inventati da alcuni domestici che solevano unire gli avanzi dei padroni: pane vecchio, ritagli di biscotti e patate schiacciate in piccole palline che venivano fritte. Ben presto la voce si sparse e anche la nobiltà iniziò ad apprezzare questo dolce che all’epoca veniva mangiato prevalentemente salato-
-siiii… però poi, per le strade, arrivò l’uomo dei muffin che vendeva a tutti il dolcetto…una volta sono stata anch’io l’uomo dei muffins, è divertentissimo!!…ah, anche se è nato in Inghilterra pare che si chiami cosi grazie ai francesi, deriva dal nome moufflet che era un pane soffice- Precisò la regina.
-in verità Marie, potrebbe derivare anche dal tedesco muffe, che è il nome di una torta- Sindacai.
-ma non erano americani? ho sempre creduto fossero nati oltre oceano- Affermò Edoardo incuriosito.
-no, in america sono emigrati trasformandosi un po’. I muffins, difatti, venivamo fatti sia dolce che salati, ma con preparazioni diverse: lievito chimico e bicarbonato per i cugini d’oltre mare, lievito madre o di birra per quelli inglesi- Spiegai cercando di far valere, per una volta nella mia vita, le mie conoscenze in campo culinario.
-allora? che si fa cuciniamo e andiamo?- Chiese Marie euforica come una bambina.
Ci infilammo i grembiuli, iniziammo a cucinare assieme e, visti gli ingredienti, finimmo in America. Marie era arrabbiatissima perchè non si divertì nemmeno un po’, Edoardo mi ignorò ed io pregai per tornare a casa il prima possibile.
Ah… dopo quel bacio bagnato, durante la settimana, tra me e Edo, è calato
 il gelo avvolto da sprazzi d’indifferenza visto che lui non ha fatto altro che 
evitarmi. Mah!!! Forse non vuole parlarmi o forse crede che io pretenda qualcosa
da lui. Femminucce cosa pensereste al mio posto? 
Maschietti, voi che appartenete alla stessa categoria, mi spiegate perchè fa cosi?
In attesa delle vostre preziose risposte vi lascio la ricetta dei muffins, 
potreste preparali per martedì 
cosi, mentre tifate la nostra Italia, sgranocchiate qualcosa di dolce…
credo che ci servirà un po’ di zucchero contro l’Uruguay.
Baci Chloé

46 Comments on Le café de l’éclair (Cap 10- Bacio piovoso)

  1. Ale
    23 Giugno 2014 at 7:36 (6 anni ago)

    hai davvero un'inventiva incredibile nel raccontare e i muffins con le gocce di cioccolato sono irresistibili! brava mia cara!

    Rispondi
  2. Any
    23 Giugno 2014 at 7:44 (6 anni ago)

    Aaaaaa, finalmente ci hai accontentato e li hai fatti baciare :)))))))!!!
    E Marie…..ha attaccato il contattore, molto avanti direi!!!!!!!!
    Un abbraccio mia cara, invidio la pioggia che si è fermata nel tuo racconto, qui fa caldo e io ho voglia di autunno.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Giugno 2014 at 8:39 (6 anni ago)

      si!!! volevo rendervi felici ahuahuahua
      beh, Marie è ormai una donna di oggi più che di ieri, apprende in fretta anche nel linguaggio colorito poco conforme alla sua epoca 😉
      Un abbraccione
      p.s. in Puglia il tempaccio è davvero arrivato, gironi da paura e poi la pace con il caldo

      Rispondi
  3. pastaenonsolo.it
    23 Giugno 2014 at 9:00 (6 anni ago)

    Il brutto tempo era da paura. Edoardo sicuramente le dà una mano in ogni situazione e la storia procede a anche se il bacio lo ha un pò impaurito, forse gli dato la conferma di quello che pensava: Si starà innamorando? Buonissimi i muffins, non ne conoscevo la loro origine, pensavo anche io che fossero americani. Un bacione e alla prossima.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Giugno 2014 at 8:40 (6 anni ago)

      Si, Edoardo è davvero diventato indispensabile per lei. Chloé si sta sicuramente innamorando lui non si sa ahuahuahua
      anch'io credevo fossero americano ho scoperto la loro vera origine solo 2 anni fa
      bacione

      Rispondi
  4. Tomaso
    23 Giugno 2014 at 10:24 (6 anni ago)

    cara Audrey, spero che il tempo finisca di sorprenderci con queste improvvise cambiamenti, tu che vivi in una regione che è una delle più bella d'Italia.
    Spero proprio che passi in fretta e che tu possa godere le tua bella estate.
    Ciao con un abbraccio forte, oggi è il giorno degli abbracci in tutto il mondo.
    Tomaso

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Giugno 2014 at 8:44 (6 anni ago)

      Ciao Tomaso,
      lo spero anch'io!!! Solitamente, da me, al sud, questi sbalzi repentini non accadono quasi mai.
      Allora un abbraccio anche a te
      buona giornata

      Rispondi
  5. Lilli
    23 Giugno 2014 at 10:38 (6 anni ago)

    Ciao Audrey! Ah mannaggia, Marie è arrivata proprio sul più bello rovinando la scena tanto attesa!:) Che suspense ora!:P Sai che anche io ero convinta i muffins fossero nati in america? Li adoro e mi piacerebbe tanto provare la ricettina di Chloé, certo però questo Edoardo non lo si capisce proprio! Per me è sceso il gelo perchè è rimasto male dalla reazione di lei che fa sempre finta di nulla!:P Un abbraccio grande e speriamo l'Italia vinca, deve!!!:**

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Giugno 2014 at 8:45 (6 anni ago)

      Ciao Lilli,
      hai visto!!! arriva sempre nei momenti meno opportuni ahuahuahuahau
      Si, anch'io lo pensavo.
      Boh!!! è un uomo strano, vallo a capire!!!
      Un bacioneeeee
      p.s. speriamo bene!!!
      :****

      Rispondi
  6. MikiMoz
    23 Giugno 2014 at 10:54 (6 anni ago)

    Bacio bacio bacio :p
    Allora potevi proporre una ricetta al bacio XD

    Moz-

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Giugno 2014 at 8:46 (6 anni ago)

      ahuahuahuahua
      effettivamente avrebbe potuto pubblicare i baci perugina 😀

      Rispondi
  7. www.selodicecoco.it
    23 Giugno 2014 at 10:57 (6 anni ago)

    Io credo che faccia così perche' in fondo è timido, infatti ha trovato coraggio solo al buio!! ma Marie è arrivata è ha rotto l'incanto! Ma vedrai presto si rifarà sotto ormai credo che il ghiaccio è rotto! Baci Elisabetta

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Giugno 2014 at 8:47 (6 anni ago)

      Potrebbe essere, non è da escludere 😉
      Si, anche secondo me …speriamo!!
      baci

      Rispondi
  8. Mondod'Arte di S.Pia
    23 Giugno 2014 at 12:21 (6 anni ago)

    Ciao Audreyyyy!
    Come sempre mi hai incollato al tuo racconto.
    Poverino il "giovanotto", è perdutamente innamorato, ma forse non vuole offenderla parlandole del bacio, ci vorrebbe un po` di coraggio in più. Baciiii…

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Giugno 2014 at 8:48 (6 anni ago)

      Ciaoooo carissima,
      che bello rivederti 😉
      Allora sono super felice.
      ahuahuahuahua i maschi!!! concordo ci vuole coraggio
      baci

      Rispondi
  9. Miky
    23 Giugno 2014 at 17:25 (6 anni ago)

    Eh mentre leggo il tuo racconto (bellissimo) in lontananza sento il rumore del temporale che arriva! Uff…
    Un bacio dolcezza.
    Miky

    Rispondi
  10. Ali Ce
    23 Giugno 2014 at 20:14 (6 anni ago)

    quando si sono baciati il mio cuore urlava "Finalmente!!" …e ora mi chiedo ma perchè è arrivata Marie proprio in quel momento? ma li stava spiando? 😉

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Giugno 2014 at 8:50 (6 anni ago)

      ahuahuahua anche il mio 😉 (sshhhhh, non dirlo a nessuno)
      perchè è una tipa imprevedibile quella santa donna, probabilmente si!!! 😀

      Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Giugno 2014 at 8:52 (6 anni ago)

      effettivamente, per una volta che stava filando tutto liscio è arrivata sul più bello -.-'
      anch'io credevo fossero americani, poi 2 anni fa, ho scoperto la loro vera origine 😉

      Rispondi
  11. Gianna Ferri
    24 Giugno 2014 at 6:35 (6 anni ago)

    Eh…Edo sta riflettendo sul bacio bagnato…

    Rispondi
  12. sara
    24 Giugno 2014 at 8:29 (6 anni ago)

    Questa volta è andata bene! Blog interessante! Buon fine settimana lungo.Ciao!

    Rispondi
  13. Pier(ef)fect
    24 Giugno 2014 at 12:21 (6 anni ago)

    I baci bagnati! Una meraviglia! Edo mi sa che sta ingrifatello però 😛

    Rispondi
  14. Cucina Mon Amour Thais
    24 Giugno 2014 at 14:22 (6 anni ago)

    Cara Audrey
    Baci, tanti baci!!!!! Quanto é bello questo momento……….
    E i muffins sono buonissimi…..
    Che casino a casa tua in epoca di coppa del mondo…….uff…….
    Ma forza Italia oggi….
    Un abbraccio.
    Thais

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Giugno 2014 at 16:09 (6 anni ago)

      Ciao Thais,
      😉 ci voleva, vero? dopo tempo questo bacio ci stava.
      grazieee!!!
      visto!!! incubus ahuahuahuahua
      forza azzurri 😉
      un abbraccio

      Rispondi
  15. atelierdufantastique
    24 Giugno 2014 at 16:07 (6 anni ago)

    Commento eliminato per sbaglio e riportato di seguito come copia/incolla per rimediare all'errore
    {ℋabanero ℋandmade} ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Le café de l'éclair (Cap 10- Bacio piovoso)":

    bel post 🙂
    Baci, baci e ancora tanti baciiiii 🙂

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      24 Giugno 2014 at 16:10 (6 anni ago)

      Ciao cara,
      per errore ho eliminato il tuo commento ma per correttezza lo riportato cosi, spero non ti dispiaccia.
      grazie!!!
      bacioni

      Rispondi
  16. simona mirto
    25 Giugno 2014 at 12:04 (6 anni ago)

    il bacio tra Edo e Chloé mi ha emozionato… come sempre i tuoi racconti trasmettono le sensazioni giuste per catapultarti nel luogo della storia… che fare? beh regola n°1 gli uomini vanno lasciati liberi, quando poco poco capiscono che gli corri dietro è finita… sopratutto se sono loro a scappare o a freddarsi. 🙂 alla prossima puntata tesoro ti abbraccio tanto e grazie di tutto:**

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      25 Giugno 2014 at 13:54 (6 anni ago)

      Ciao Simo,
      grazie per questo preziosissimo consiglio, sono sicura che Chloé lo metterà in pratica 😉 Grazie anche per essere passata. Un abbraccione cara :***

      Rispondi
  17. Antonella S.
    27 Giugno 2014 at 13:37 (6 anni ago)

    Finalmente…aspettavo questo bacio da settimane, e me lo stavo pure perdendo a causa della mia disattenzione. Mi piace come è avvenuto, mentre la natura si scatenava in una sorta di uragano questo attesissimo bacio inizia dolcemente e va crescendo…peccato che sia arrivata Maria Antonietta!
    Come Edoardo credevo che i muffin fossero nati in America…benedetta ignoranza!
    Non resta che prepararli e gustarli…dopo la terrificante partite dell'Italia a quasi una settimana di distanza serve ancora molto zucchero per addolcire la sconfitta.
    Brava, come sempre.
    Un bacione.
    Antonella

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      27 Giugno 2014 at 15:32 (6 anni ago)

      Ciao Antonella,
      lo so 😀
      Si, mi piace l'idea di unire le due cose e visto che il tempo, in Puglia, è stato proprio cosi ho approfittato della cosa.
      decisamente, ne serve a quintali ahuahuhuahua
      grazieeeee!!!
      Bacione

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.