La crostata è un antichissimo dolce d’origine italiane la cui caratteristica principale è la fragilità e quell’essere friabile e non dura anche se, come dice il nome, è essenzialmente una sorta di crosta. Tre sono gli ingredienti basilari che conferiscono all’impasto le sue peculiarità: il burro ( per renderla friabile), la farina ( che non deve essere forte), le uova ( che modificano la sua consistenza). La crostata è un dolce da forno, tradizionalmente di forma rotonda, composto da una pasta frolla unita a marmellate, frutta fresca di stagione, creme o altri ingredienti che variano in base al fatto che sia dolce o salata. Sembra che la preparazione delle crostate fosse già conosciuta a Venezia, dopo l’anno mille, quando l’Italia iniziò ad utilizzare lo zucchero importato dall’Oriente. La prima ricetta codificata pare risalire al XIV sec. nel manoscritto “Le Viandier”di Taillevenet. Però, come spesso accade per le ricette, vi è anche una tradizione popolare legata al dolce, che lo fa risalire a prima dell’era cristiana attraverso un’antica leggenda che racconta di un rito pagano svolto in onore della sirena Partenope. In base a questa vecchia diceria pare che Partenope avesse stabilito la sua dimora nel golfo di Napoli e ad ogni primavera risorgesse dalle acque al fine di allietare la popolazione del posto con il suo dolce e soave canto. Cosi, gli abitanti grati della sua presenza, decisero di donarle le cose più preziose che avessero. I regali scelti avevano un significato simbolico e vennero consegnati da sette fanciulle: la farina (forza e ricchezza), le uova (il rinnovamento della vita), le spezie (i popoli lontani), lo zucchero (la dolcezza del suo canto), il grano tenero bollito nel latte (i due regni), la ricotta ( frutto e lavoro) e l’acqua di fiori d’arancio (il ringraziamento della natura). Se però si cambia la chiave di lettura e facile rendersi conto che l’insieme degli ingredienti donati simboleggiasse il ritorno della primavera. La sirena,  una volta ricevute tale prelibatezze, decise di lasciare i doni ai piedi degli dei, i quali realizzarono un dolce che consegnarono alla giovane Partenope. Quest’ultima, euforica e felice, donò la crostata ricevuta agli abitanti del posto.

Per creare questo dolce occorre:
1-della pasta frolla al cioccolato (la ricetta che ho scelto e che vi riporto e di  Ernst Knam presa dal libro “Dolcemente senza glutine” edito da Biblioteca Culinaria S.r.l. edizione gennaio 2010)
2-della crema pasticciera alla vaniglia (questa è una mia vecchia ricetta ricevuta da una vicina e poi modificata attraverso varie esperimenti compiuti negli anni)
3-fragole fresche Italiane pugliesi
4-gelatina alimentare o agrar agar
Tutti gli ingredienti utilizzati sono senza glutini e presi da prontuario AIC.

PROCEDIMENTO FROLLA AL CIOCCOLATO:

Setacciare la farina con il sale su una spianatoia, aggiungere il cacao, il lievito e i semi del baccello di vaniglia (come nella prima immagine in alto a sinistra). Formare una fontana e, nel mezzo, mettere le uova e il burro precedentemente lavorato con lo zucchero. Impastare con la punta delle dita e, appena gli ingredienti saranno incorporati, formare una palla. Avvolgere l’impasto nella pellicola e lasciarlo riposare in frigo per almeno   due ore.
N.B. per l’impasto è stata utilizzata una farina senza glutine. Lo chef  utilizza il Mix dolci Shar. Io il Mix It DS.

 

 


Dopo aver lasciato riposare la vostra pasta frolla per due ore, imburrate e cospargete di farina una teglia , stendete la vostra pasta, bucherellatela con una forchetta e cuocetela in forno a 180°C per 30-35 minuti (forno preriscaldato). Nel frattempo fate la crema pasticcere e lasciatela intiepidire. Quando la frolla sara fredda versate la crema e decorate con le fragole, lavate e ripulite precedentemente. A questo punto preparate e  versate la vostra gelatina alimentare o l’agar agar leggermente intiepidito.

 

 In cucina non si butta via niente.
Se vi avanza della pasta frolla potete fare dei biscotti. I miei sono bicolore perchè avevo anche della pasta bianca da consumare. Però, come potete notare ci sono anche tanti biscotti al cioccolato. Per farli stendete la pasta e create dei cuoricini, delle stelle o dei fiori con l’aiuto delle formine, infornate a 180°C per 30 minuti, fateli raffreddare e conservateli in un contenitore chiuso o in una biscottiera.
  Con questo post partecipo alla raccolta 100% Gluten Free (fri) Day.
100 Gluten Free Fri Day - Gluten Free Travel and Living

 

49 Comments on Crostata al cioccolato con crema alla vaniglia e fragole (senza glutine)

  1. Stefyp.
    2 Maggio 2014 at 8:17 (6 anni ago)

    Ummm, che buona!! Mi hai fatto venire l'acquolina in bocca….sempre brava a presentare le tue proposte, curate e dettagliate. me ne mangerei davvero una bella fetta!!!
    Ti auguro una buona giornata, Stefania

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Maggio 2014 at 13:27 (6 anni ago)

      graziee!!! prendi pure anche se solo virtualmente
      buona giornata anche a te 😉

      Rispondi
  2. Pier Effect
    2 Maggio 2014 at 9:14 (6 anni ago)

    Buona! Io amo le crostate con la frutta soprattutto fragole, uva e kiwi!

    Rispondi
  3. Lilli
    2 Maggio 2014 at 10:08 (6 anni ago)

    Ciao Audrey! Sei la mia "cuoca pasticciona" preferita <3 La tua ricettina mi ha messo un gran appetito, sai che non mai mangiato la frolla al cioccolato? Una variante della classica crostata molto golosa! Non conoscevo poi la storia e la tradizione popolare che la lega ad un rito pagano per la sirena Partenope, questo dolce ha origini antichissime. Quando me ne prepari una gigante tutta per me?!:P Sei bravissima!
    Un abbraccio e buon weekend <3 <3 <3

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Maggio 2014 at 13:32 (6 anni ago)

      Ciao Lilli,
      grazieee tesò !!!! <3 è buona devi assolutamente assaggiarla. Bella vero? In verità io la conoscevo solo in parte.Te la prepara quando vuoi, per te questo e altro ;D
      Bacioneeeee e buon week end anche a te <3 <3 <3

      Rispondi
  4. m4ry
    2 Maggio 2014 at 10:40 (6 anni ago)

    Buonissima Audrey 🙂 Hai messo insieme ingredienti che adoro. Un bacio e buon week-end 🙂

    Rispondi
  5. Valentina
    2 Maggio 2014 at 10:45 (6 anni ago)

    Ciao tesorino, che meraviglia questa crostata… adoro le fragole e quella frolla al cioccolato… mmmm come si fa a resistere? Non si può! 😀 Complimenti e un abbraccio fortissimo, felice weekend <3 :**

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Maggio 2014 at 13:40 (6 anni ago)

      Ciao tesoruccio,
      grazieee!!! anch'io amo il connubio fragole cioccolato 😀
      Un abbraccione e tanti kiss
      felice week end anche a te <3 :***

      Rispondi
  6. MikiMoz
    2 Maggio 2014 at 11:31 (6 anni ago)

    Grazie per questo excursus crostatoso! Non conoscevo la storia della crostata!^^

    Moz-

    Rispondi
  7. Antonella S.
    2 Maggio 2014 at 11:57 (6 anni ago)

    Che dolce meraviglioso Audrey! Io amo tantissimo le crostate, e la mia preferita è proprio la pastiera napoletana con grano cotto, ricotta, spezie, canditi…Mi è piaciuta molto la storia della sirena Partenope che non conoscevo.
    Come sempre un grande brava e un bacio.
    Antonella

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Maggio 2014 at 13:41 (6 anni ago)

      Ciao Antonella,
      anch'io adoro le crostata, questa ha una preparazione un po' lunga ma ne vale la pena pe quanto è buona. Davvero? si, hai ragione è una bella storia ed è piaciuta anche a me
      grazieeee!!! bacione

      Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Maggio 2014 at 13:42 (6 anni ago)

      🙂 ovviamente si puà fare anche con la farina 00
      ciao ciao e buona serata

      Rispondi
  8. Cristal_Azul
    2 Maggio 2014 at 13:01 (6 anni ago)

    !Hola,preciosa!

    Magnifico pastel,tiene una pinta que dan ganas de coger un trozo jajaja.Una idea estupenda lo del sobrante de tartas para hacer galletas.Una receta estupenda,pero no se yo si a mi me saldrá como a ti,no creo jajajaja.Muchos besitos y buen fin de semana,preciosa.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Maggio 2014 at 13:45 (6 anni ago)

      Hola preciosa,
      gracias!!!! ahuahuahuahua
      No es dificil soy segura que vas hacer muy buena y linda
      Muchos besos y buen fin de semana tambien :*

      Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Maggio 2014 at 13:45 (6 anni ago)

      Hola preciosa,
      gracias!!!! ahuahuahuahua
      No es dificil soy segura que vas hacer muy buena y linda
      Muchos besos y buen fin de semana tambien :*

      Rispondi
  9. Cucina Mon Amour Thais
    2 Maggio 2014 at 14:04 (6 anni ago)

    Ciao Audrey
    Questa crostata é fantastica…… Ma sai che vorrei tanto provare la ricetta di Ernest Knam…. Sei bravissima in cucina.
    Ho letto il tuo commento nel mio blog e che dire??? I tempi sono duri… e purtroppo non si vede una via d'uscita a breve… io non ci credo….
    come non essere in sintonia…é un sentimento comune a tutti ….
    Speriamo in tempi migliori..
    Un abbraccio e buon weekend
    Thais

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Maggio 2014 at 13:47 (6 anni ago)

      Ciao Thais,
      grazieeee!!! è molto buona e credo venga bene anche con la 00 se non ti va di usare la senza glutine.
      Spero anch'io in tempi migliori e lo spero per il bene di tutti.
      Un abbraccio e buon week end anche a te 😉

      Rispondi
  10. www.selodicecoco.it
    2 Maggio 2014 at 14:23 (6 anni ago)

    Ma tu così mi tenti…ho acquistato proprio oggi una teglia rotonda di quelle in silicone dove non si attacca nulla , ora devo inaugurarla con la tua crostata alla crema e fragole mmmm ho gia' l'acquolina!! Baci Elisabetta

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Maggio 2014 at 13:49 (6 anni ago)

      Ottimo acquisto, le teglie in silicone sono davvero molto pratiche 😉
      se la fai fammi sapere
      kiss kiss

      Rispondi
  11. La lanterna dei sogni
    2 Maggio 2014 at 15:46 (6 anni ago)

    Le origini della crostata… interessante.
    Ma soprattutto buonissimaa!!

    Buona serata Audrey!

    Rispondi
  12. Cettina G.
    2 Maggio 2014 at 17:24 (6 anni ago)

    Grazie per la buonissima ricetta e brava per la spiegazione storica della sua origine. un caro abbraccio

    Rispondi
  13. giovanna bianco
    3 Maggio 2014 at 9:33 (6 anni ago)

    una crostata deliziosa, mi piace la frolla al cioccolato!!! Un bacione <3

    Rispondi
  14. lu beautylove
    3 Maggio 2014 at 9:49 (6 anni ago)

    …che buona…vorrei provare a farla…adoro i dolci…più mangiarli però che farli…sono pigra!!!
    …passa da me se ti va:)…possiamo seguirci!!!
    …ciaooo…lu!!!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Maggio 2014 at 13:57 (6 anni ago)

      ahuahuahua allora possiamo collaborare… io potrei farli visto che cucinare mi rilassa e tu potresti mangiarli 😉
      ciao ciao
      p.s. certo ;D

      Rispondi
    • lu beautylove
      5 Maggio 2014 at 14:12 (6 anni ago)

      …va benissimo:)…poi devo pure smaltirli…e sono pigra anche per quello!!!
      …ti seguo…ti aspetto da me se ti va:)

      Rispondi
    • atelierdufantastique
      5 Maggio 2014 at 14:25 (6 anni ago)

      cavolo!!! dai un'arma c'è: la ginnastica passiva 😉
      si, passo subito 😀

      Rispondi
  15. Silvia
    3 Maggio 2014 at 16:31 (6 anni ago)

    Io la crostata di fragole la faccio con la pasta frolla normale (non al cioccolato) e sopra una gelatina fatta con amido di mais, fragole frullate e succo di limone. Poi ovviamente la ricopro di fragole!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      4 Maggio 2014 at 13:59 (6 anni ago)

      ummm…non male, mi hai incuriosita, magari mi passi per bene la ricetta e la provo anch'io 😉
      baci

      Rispondi
  16. La Betty
    4 Maggio 2014 at 19:03 (6 anni ago)

    bè allora che dire, grazie Partenope che hai inventato la crostata!
    Ti vorrei dire che ho mangiato un'insalatina scarsa e sto a morì de fame, mi ci vorrebbe proprio una fetta di questa fantastica crostata! SLURP

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      5 Maggio 2014 at 8:26 (6 anni ago)

      grazie si!!! ahuahuahuahua
      cavolo, solo un insalatina? ma devi mangiare per due adesso non puoi tenermi la Giorgia in regime 😉
      bacione

      Rispondi
  17. tr3ndygirl fashion blogger
    5 Maggio 2014 at 0:40 (6 anni ago)

    Audrey con tutte queste delizie,sei una tentazione continua
    deve essere squisita la crostata
    nuovo post da me,se ti va passa per un saluto
    buon lunedì

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      5 Maggio 2014 at 8:28 (6 anni ago)

      ahuahuahuha
      beh!!! tu una fettina te la puoi concedere, sei magrissima 😀
      Sono io che non posso hihihihihi
      certo che passo a dopo e buon lunedi anche a te

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.