LA STAZIONE-Oscar siamo arrivati! Vieni, stai vicino a me… ti tengo io- Muna è una persona molto socievole e la sua cultura, basata sul grande rispetto e l’educazione, la rende una ragazza d’altri tempi.
-Allora, adesso ci fermiamo un attimo al bar della stazione, va bene?- domanda Giulio ai 3 amici.
Il bar è super affollato e trovare un posticino non è un’impresa facile, alla fine i nostri 4 viaggiatori si siedono in un angolo accanto alle slot machine.
-Ditemi cosa volete cosi vado ad ordinare-
Dopo qualche minuto il nostro futuro dottore torna con una spremuta di arance bionde senza zucchero per Muna, un caffè decaffeinato e un cornetto all’albicocca per Oscar, una treccia e un cappuccino per Claudia e un pasticciotto al cioccolato per lui.
-Secondo voi in cosa ho sbagliato?-Oscar pensa e ripensa ai tanti momenti trascorsi con sua figlia domandandosi mille volte il perchè di tante bugie.
-Oscar, ora che Muna ci ha spiegato il contenuto della lettera posso, anzi tento, di darti una spiegazione da figlia. Non è facile dire ad un genitore, soprattutto se è stato un bravo genitore sempre presente e amorevole, determinate verità.  Il problema è che non si ha solo paura della reazione, della delusione che si può procurare o del dolore che si può arrecare, ma si teme in maniera folle il fatto di trasformare la propria famiglia in un pettegolezzo. Io non ti conosco da tanto ma vedo che sei una persona tranquilla, riservata e sensibile, quindi per te il polverone che si sarebbe alzato sarebbe stato insopportabile, conosci le chiacchiere di paese, il vociferare della gente ad ogni passaggio e sai che non è facile sopportarlo, può diventare deleterio se non si è forti.- Claudia in quelle parole mette anche un po’ di se stessa e la paura di una faglia che un giorno è dovuta scappare per non perdere l’unica e ultima cosa rimasta, la sua vita.

-NOOOOOOOOO, cavolo!!!- un grido e un pugno dato alla slot portano a spostare l’attenzione sulla donna incollata al sedile delle macchinette.

-quella non è la signora che sale sempre a Mola?- Muna è una fissata per la fisiognomica appena vede un viso deve collegarlo a qualcosa o qualcuno, scrutarlo e si ricordare dove l’ha visto.
-si, è lei. La chiamano Lady Slot, me l’hanno detto Marco e Anna, conosco il figlio è un ricco banchiere che viene spesso in negozio a comprare scarpe e borse super costose per sua moglie e sua figlia. Pare che lei abbia preso il vizio del gioco una ventina di anni fa, all’inizio comprava solo qualche grattino, poi ha iniziato a giocare al lotto, in seguito sono arrivati i cavalli e poi le slot.
In breve si è giocata tutto quello che guadagnava mensilmente più i soldi del marito. Poverino non sapeva nulla del suo vizietto!! Poi, mi pare sia stato una decina di anni fa, ha ben pensato di bruciare tutti i soldi messi in baca e non avendo finito di pagare il mutuo sono stati sfrattati. Il marito ha chiesto la separazione, ha affittato due vani e si è portato via i figli. Il più grande aveva già finito l’università e stava facendo la gavetta quindi poi è riuscito ad affermarsi e sposarsi, il secondo fa il muratore e non se la passa bene, il terzo lavora e si paga l’università. Lei non è stata nemmeno invitata al matrimonio del figlio…una brutta storia- tutti ascoltano Claudia guardando, quasi paralizzati Irene.
-ma non riesce a smettere, guardala!!! sembra posseduta da qualcosa- Muna è sconcertata e dispiaciuta nel vedere l’accanimento morboso della povera donna.
-ormai è andata, avrebbe bisogno di un centro per riabilitarsi- afferma Giulio.
-no, è già stata in un centro. Il marito e il figlio maggiore l’hanno portata ma lei è scappata.
Ora pare che il figlio riceva delle chiamate anonime a qualsiasi ora del giorno, sembra che sia lei a chiamarlo ma lui non vuole rispondere anche se la moglie vorrebbe comunque dargli un’altra opportunità-  e proprio mentre Claudia pronuncia l’ultima frase fanno il loro ingresso nel bar Luca e Lucia.
Lucia è felice e tiene con una mano il braccio di Luca che, con molta delicatezza, cerca di svincolarsi mostrandogli il telefonino e facendoli capire che deve allontanarsi per rispondere.
Lucia allora si volta e saluta Oscar e Muna con aria di superiorità poi si rigira di scatto e cerca Luca che nel frattempo è sparito tra folla.

36 Comments on LA STAZIONE (CAP 12- seconda parte) Amare bugie

  1. Nella Crosiglia
    19 Novembre 2013 at 9:41 (7 anni ago)

    Sempre un gran piacere il leggerti cara Audrey..
    La lettura scorrevole, i personaggi così aderenti alla realtà comune, gli stereotipi che ci accompagnano nel nostro percorso..
    Attendo altre avventure…
    Grazie mia piccola cara, un bacio!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      19 Novembre 2013 at 17:39 (7 anni ago)

      Grazie Nella 😉
      sono felicissima di leggere che la storia continua a piacervi.
      L'appuntamento è fissato per martedì 😀
      grazie ancora un bacione

      Rispondi
  2. essereincompresielasortedituttinoi
    19 Novembre 2013 at 9:58 (7 anni ago)

    Uau… quante persone sperperano tutto il loro denaro per il gioco… è assurdo se ci pensi no???… buttare via le "fortune" o le fatiche di una vita nel gioco… poi chissà perchè…cosa ti spinge… mah…

    cmq bello bello bello… ma lucia e luca???? :O

    Baci

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      19 Novembre 2013 at 17:40 (7 anni ago)

      sai anch'io mi chiedo spesso il perchè di questo vizio che distrugge, in molti casi penso sia una sorta di droga in altri la disperazione e la voglia di avere una vita migliore…mah!!!
      grazieeee *.*
      Luca e Lucia vedrai, ci saranno risvolti inaspettati
      baci baci

      Rispondi
  3. TheSweetColours
    19 Novembre 2013 at 11:12 (7 anni ago)

    Una lettura piacevole, anche perché molto inerente alla realta

    Rispondi
  4. Chat Noir
    19 Novembre 2013 at 12:45 (7 anni ago)

    Ripeto, fra Luca e Lucia proprio non funziona, per quanto Lucia si sforzi di vedere rosa c'è poco da fare: Luca non la vuole e lei invece si accozza.
    Mi dispiace per Lady Slot, ma non si brucia la vita al gioco d'azzardo: nessuno obbliga una persona a giocare d'azzardo, se lo fa è perchè lo decide consapevolmente, quindi poi non pianga su se stessa e accetti le conseguenze della sua stupidità.

    Per quanto riguarda la figlia di Oscar la mia idea è che finchè rimane l'idea che l'omosessualità sia un qualcosa di sbagliato poco si va lontano.
    Da omosessuale ti dico che non mi sento sbagliato e che a pensarci bene non dovrei neanche dirlo. Nessuno chiede a un etero con chi va a letto e quando conosco una persona non mi presento come gay, ma come Xavier.
    Capisco Oscar e la sua reazione, non c'è niente di difficile: siamo così, punto.
    Un abbraccio

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      19 Novembre 2013 at 17:50 (7 anni ago)

      Bravo Xavier, hai ragione Lucia ha proprio i paraocchi e il povero Luca adesso ha una palla al piede.
      Su Lady Slot alias Irene vedrai i risvolti quasi verso la fine.
      Non vi è nulla di sbagliato ad essere omosessuali e comunque dici bene non è una cosa che dovrebbe interessare alla gente, alla fine cosa cambia in un'amicizia o in una conoscenza questa cosa? nulla!!!
      Oscar non è arrabbiato e non sta male perchè sua figlia è omosessuale, il suo malessere è dovuto alle menzogne. Poi capirai meglio, lui pensa di essere stato un cattivo padre perchè sua figlia non le ha detto la verità, verità che l'avrebbe scioccato ma non avrebbe alla fine cambiato nulla tra di loro perchè lui ama la sua Olimpia cosi com'è.
      Un abbraccione e grazie

      Rispondi
  5. daisydepp
    19 Novembre 2013 at 13:03 (7 anni ago)

    Tesoraaa Audrreyyy come sempre i tuoi meravigliosi racconti mi rapiscono e non capisco più niente!! 😀 sei davvero una maga dei racconti!! aspetto con ansia la prossima avventura ^_^ …infatti… Lucia e Luca ndo stanno? O_O mah!!! bacioniiiii dolcissimaaaa!!! :-*****

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      19 Novembre 2013 at 17:52 (7 anni ago)

      Ciao Carissima,
      grazie mille per i complimenti 😉
      Lucia e Luca sono un casino totale, ma se ti anticipo qualcosa ti tolgo il gusto di leggere.
      Bacioniiiii

      Rispondi
  6. ilpiccoloangolodigiuls
    19 Novembre 2013 at 13:06 (7 anni ago)

    Io ricorderò sempre l'impressione che mi hanno fatto le persone che giocavano alle slot, un giorno che sono andata al casinò… al pomeriggio con un vecchio amico, che mi ha voluta portare li (mi è sembrata un assurdità) per bere qualcosa, e c'erano questi tizi che sembravano zombie, svaccati sulle sedie a pigiare il pulsante per ooore e oreee!
    baci baci

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      19 Novembre 2013 at 17:53 (7 anni ago)

      si, ormai è una malattia dalle mie parti colpisce più le donne che gli uomini.
      sai quante volte vado in tabaccheria e le vedo smanettare come pazze
      baci baci

      Rispondi
  7. Lilli
    19 Novembre 2013 at 17:03 (7 anni ago)

    Ciao Audrey! Mmmm mi hai lasciato con il fiato sospeso per la storia di Oscar, ora devo aspettare!:P Che storia quella di Lady Slot, certo è in molti sono afftetti da una dipendenza del genere ed è difficile uscirne, lo vedo tutti i giorni e specie i più anziani. Cmq mi ha incuriosito anche la storia di Claudia..che succede tra Luca e Lucia? Lei si è presto montata la testa! Sei bravissima come sempre! Buona serata cara, un abbraccio ♥

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      19 Novembre 2013 at 17:56 (7 anni ago)

      Ciao Lilli,
      i risvolti di Oscar arriveranno anche se un po' alla volta.
      Si, la dipendenza da certi giochi sta prendendo piede anche tra gli anziani.
      Si, Lucia è una montatona ma non ti preoccupare per lei avrà quel che si merita.
      Grazie grazie e grazie
      un abbraccione :* <3 <3 <3

      Rispondi
  8. Lilli
    19 Novembre 2013 at 17:04 (7 anni ago)

    Che carino il template e l'header natalizio!!^^

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      19 Novembre 2013 at 17:58 (7 anni ago)

      Sono stati fatti da Xavier, ha un sito per queste cose, io ho solo aggiunto l'immaginetta di Babbo Nalate con l'albero e la casa sullo sfondo per personalizzarla un po' e quella l'ho fatta con Polyvore.
      grazie!!! naturalmente anche da parte di Xavier

      Rispondi
  9. Melinda Santilli
    19 Novembre 2013 at 19:29 (7 anni ago)

    Ma che bella veste natalizia, fra te che hai personalizzato l'header e Xavier che ti ha fornito il "vestitino" per il blog è proprio una delizia!
    Riprendendo il tema gay, non è che sia difficile dire di esserlo (anche perchè santo cielo, in teoria non si dovrebbe nemmeno dire, non c'è tutta questa necessità!) ma te lo rendono con fior di pregiudizi, problemi che non esistono, discriminazioni…

    Per il resto… ma Lucia l'ha capito che Luca non è proprio a suo agio?
    Aspetto il seguito bella mia, un bacione!

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      21 Novembre 2013 at 12:45 (7 anni ago)

      Ciao Melinda,
      grazie mille, sono felice di sapere che ti piace. Volevo rende il blog Natalizio cosi ho usato le sue creazioni visto che sono bellissime.
      Per la questione Olimpia poi vedrai, le cose si sistemeranno.
      No, Lucia non vede al di la del suo naso purtroppo 😉
      bacione

      Rispondi
  10. Gianna Ferri
    19 Novembre 2013 at 19:31 (7 anni ago)

    Tratti di pura attualità e lo fai molto bene, Audrey, complimenti!

    Rispondi
  11. ♥vendy♥
    19 Novembre 2013 at 22:09 (7 anni ago)

    buona sera dolce audrey…scusa per l'assenza…ma è stato un periodo un po' no ultimamente …devo rimettermi al passo…vado a leggere i post precedenti…
    buona serata

    NEW POST!!!
    follow me on:
    THE SIMPLE LIFE OF RICH PEOPLE BLOG

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      21 Novembre 2013 at 12:47 (7 anni ago)

      Ciao cara,
      tranquilla, non farti problemi può succedere di non avere tempo e poi u periodi no capitano a tutti quindi capisco benissimo.
      buona giornata e bentornata 😉

      Rispondi
  12. ellie
    19 Novembre 2013 at 22:17 (7 anni ago)

    interessante quella piccola citazione di attualità, Lady Slot è più vera di quanto si vorrebbe…
    sempre tanti complimenti!
    un abbraccio

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      21 Novembre 2013 at 12:48 (7 anni ago)

      grazie Paola
      🙂
      si, il gioco è diventato senz'altro uno dei dilemmi più grandi dei nostri giorni

      Rispondi
  13. journeycake
    20 Novembre 2013 at 22:19 (7 anni ago)

    Che piaga quella del gioco! Ma che cosa c'è davvero fra Luca e Lucia? Ciao

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      21 Novembre 2013 at 12:49 (7 anni ago)

      eh tra Lucia e Luca lo scopriremo presto ma un passettino alla volta 😉
      ciao ciao

      Rispondi
  14. LeJene Son Tornate
    21 Novembre 2013 at 7:46 (7 anni ago)

    Stupendo il nuovo look di Natale, ma il racconto…
    Oh come si infittisce la trama, chissà se Oscar andrà in Spagna e se la situazione tra Luca e Lucia si risolverà.
    E mannaggia a te che ci fai sempre aspettare una settimana!
    Un abbraccio zamposo

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      21 Novembre 2013 at 12:50 (7 anni ago)

      Grazie Jene , il merito è anche e soprattutto di Xavier.
      mi spiace ma se pubblico ogni giorno vi annoi e divento monotematica, una volta a settimana diventa una cosa leggera e carina per chi ama seguirla
      un abbraccio zamposo anche a voi

      Rispondi
    • atelierdufantastique
      21 Novembre 2013 at 12:54 (7 anni ago)

      hai ragione 😉
      grazie mille come sempre sia per essere passata sia per i complimenti
      a presto

      Rispondi
  15. Betty
    27 Novembre 2013 at 16:26 (7 anni ago)

    Povero Oscar, è devastato… non riesce a capire dove e cos'ha sbagliato con la figlia.
    Speriamo si ricongiungino e recuperino il tempo perduto…
    Che tristezza Lady-Slot (Irene), come può rovinare famiglie intere questo vizio che diventa dipendenza totale, senza scampo…
    E che dire di Luca e Lucia… quest’ultima non mi piace affatto… si è appiccicata come una zecca a Luca, ma si vede che lui neanche la vede, anzi… gli dà molto fastidio…
    Sono dovuta passare di qua cara Audrey, per continuare a leggere la puntata successiva, perchè la scorsa settimana ero via, e quindi mi era sfuggita.
    Un forte abbraccio cara 🙂

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      27 Novembre 2013 at 17:36 (7 anni ago)

      Ciao Betty,
      si, il suo cruccio è proprio quello. verso la fine saprete tutto di Oscar, devete solo aspettare un po'.
      Il vizio del gioco è spaventoso, rovina le famiglie sino a distruggerle purtroppo.
      ahuahuahua hai ragione Lucia è odiosa
      grazie per essere passata mi fa un immenso piacere
      un abbraccione 🙂

      Rispondi
  16. Any
    11 Gennaio 2014 at 11:06 (7 anni ago)

    Insomma, direi che Lucia non ha perso tempo!!
    E Irene, povera Irene, ormai la sua vita è rovinata.
    E bello vedere tutti gli altri raccolti intorno a Oscar, è bello vedere un'amicizia che sta nascendo.

    Rispondi
    • atelierdufantastique
      11 Gennaio 2014 at 15:03 (7 anni ago)

      Lucia è una che non si fa sfuggire nulla, sembra buona e peccata, ma non è cosi.
      Irene ha rovinato tutto come tante persone che cadono nella trappola del gioco, ma se avrai la pazienza scoprirai altro su di lei.
      Si, inoltre è un'amicizia pulita e tra persone con età molto diverse che però impareranno a volersi bene e apprezzarsi un po' per volta, viaggio dopo viaggio. 😀

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.