Muriel Barbery

Muriel Barbery (Casablanca 28 maggio 1969) è una scrittrice francese contemporanea dalla penna magica, dalla forte intuizione e dalla grande maestria. Allieva dell’école normale supèrieure è stata docente di filosofia.
Nel 2000 pubblica il suo primo libro “Estasi culinarie”, che vince anche il premio come miglior libro di letteratura gastronomica. Il libro sarà sottovalutato dai lettori, ma nel 2008, con la nuova ristampa verrà apprezzato dal pubblico (anche italiano), grazie alla traduzione di Emanuelle Caillat e Cinzia Poli. Nel 2006, vede la luce “L’eleganza del riccio”, vincitore di diversi premi, sorpresa editoriale francese, che ha avuto ben 50 ristampe, occupando il primo posto nella classifica delle vendite per trenta settimane. Il libro ha riscosso talmente tanto successo che nel 2009 è anche diventato lungometraggio (per la recensione clicca qui ).

L’eleganza del riccio

ESTASI CULINARIE

Estasi culinarie

Monsieur Arthens vive in nobile palazzina parigina. Critico gastronomico di fama, insopportabile, egocentrico, egoista, cinico e senza valori; passa la vita a degustare, lasciarsi estasiare e criticare. Con la sua penna ha fatto la fortuna di molti chef, ma ha anche segnato la fine di tanta gente.  Prima di passare a miglior vita, invece, di stare con i propri cari si perde nei meandri della sua memoria alla ricerca del sapore primordiale e sublime, il sapore dell’eccellenza. Comincia cosi un lungo viaggio attraverso la sua vita, fatto di dolci ricordi, gusto ed ironia; mentre i sapori affiorano alla mente facendosi sentire anche nel palato, Arthens ripercorre la sua infanzia, la maturità e la carriera attraverso la celebrazione di piatti poveri ma di sofisticata prelibatezza. Il racconto è alternato e in alcune parti riporta i pensieri dei suoi cari, dei conoscenti e anche del suo gatto; un uomo potente nel pubblico, ma misero nel privato. Il cattivo dal cuore di pietra ripensa alla nonna e alla sua cucina, alla raffinatezza del sushi giapponese, alla freschezza del pomodoro, alla ricercatezza delle ostriche, alla fermezza del whisky e al sua amore per la birra. Il sapore perduto era semplice e commerciale, dolcetti realizzati e confezionati nei supermercati, ove grazie al calore che sprigionavano all’interno al loro involucro, regalavano l’estasi culinaria.

L’ELEGANZA DEL RICCIO

L’eleganza del riccio

In Rue de Grenelle, nel centro di Parigi, vi è un palazzo lussuoso e sofisticato. Tra le sue mura vivono tre personaggi tra loro diversi, ma simili.
Reneé, la portinaia, una donna colta e amante della letteratura, che cerca di mostrarsi diversamente da quello che è. Tutti, infatti, pensano che sia sciatta, pigra e perennemente presa dal suo gatto; la verità e che quella maschera serve a salvarla dalla gente e dalla crudeltà del mondo. Reneé nasconde un segreto doloroso, che tramite l’aiuto dei suoi due amici riuscirà a rivelare. Paloma è una bambina, ha un progetto: suicidarsi. Però grazie  all’arrivo di Kakuro e all’amicizia di Reneé scopre un nuovo mondo, la bellezza della semplicità e una via di fuga.
Kakuro è un giapponese, un nuovo coinquilino del palazzo signorile, un uomo regale, pieno di rispetto, educazione, eleganza e sapere. L’arrivo di Kakuro mescolerà le carte in tavola e cambierà i destini di queste due donne, cosi diversamente uguali. Un libro affascinante, agro-dolce e riflessivo; che pagina dopo pagina vi farà assaporare la bellezza del racconto, un libro diverso dal solito che vi aprirà il cuore, uno di quelli che arrivati all’ultima pagina vi farà scendere una lacrima perchè sentirete già la sua mancanza. 

Quando prendevo possesso della tavola lo facevo da monarca. Eravamo i re, gli astri splendenti in quelle poche ore di banchetto che avrebbero deciso il loro futuro, che avrebbero segnato l’orizzonte tragicamente vicino o deliziosamente lontano e radioso delle loro speranze di chef. Facevo il mio ingresso in sala come il console che entra nell’arena a ricevere le acclamazioni, e ordinavo che la festa avesse inizio. Chi non ha mai assaporato il profumo inebriante del potere non può immaginare l’improvvisa scarica di adrenalina che irradia il corpo da capo a piedi, che scatena l’armonia dei gesti, che cancella ogni fatica e ogni realtà contraria al vostro piacere, l’estasi della sfrenata potenza di chi ormai non deve più lottare, ma soltanto godere di ciò che ha conquistato, gustandosi all’infinito l’ebbrezza di incutere timore. Così eravamo: regnavamo da sovrani e signori delle più importanti tavole di Francia, pasciuti dall’eccellenza delle pietanze, dalla nostra gloria e dal desiderio mai sopito, anzi sempre inebriante come l’odore della selvaggina per il segugio, di decidere su quell’eccellenza.” (Estasui Culinarie)


Immagini dal web

44 Comments on Muriel Barbery ” L’eleganza del riccio” e “Estasi Culinarie”

  1. SONIA-SOTENDER
    22 Aprile 2013 at 20:47 (7 anni ago)

    Lo sai che ho preso L'eleganza del riccio insieme ad altri libri ma non l'ho ancora letto…??? La buona volonta' ci sta tutta e il tempo che mi manca…un bacione Audrey!

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:08 (7 anni ago)

      hai ragione, anch'io ho una miriade di libri da leggere ma non ci riesco mai uffffiiii maledetto tempo
      Bacione

      Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:10 (7 anni ago)

      grazie cara!!!!
      kiss kiss

      Rispondi
  2. Giovanna Bianco
    22 Aprile 2013 at 22:36 (7 anni ago)

    Bella recensione, non conoscevo questo libro, ti ringrazio per la segnalazione. Un abbraccio e buona notte.

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:11 (7 anni ago)

      Grazie!!! Un abbraccio e buona notte anche a te

      Rispondi
  3. Strawberry
    22 Aprile 2013 at 23:06 (7 anni ago)

    Estasi culinarie l'ho consigliato qualche settimana fa sul mio blog, anche se l'ho letto da qualche anno… anche L'eleganza del riccio è da leggere anche se è di quei libri che riescono a conquistarti pur essendo antipatici! 🙂

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:12 (7 anni ago)

      Mi sono persa il tuo post allora, ora vado a sbirciare…
      kiss

      Rispondi
  4. Antonella
    23 Aprile 2013 at 6:14 (7 anni ago)

    Ciao Audrey, ho parlato di Estasi culinarie " un po' di tempo fa sul mio blog. Per me è un libro sublime che non ha ricevuto la notorietà che meritava, lo considero decisamente superiore all' "eleganza del riccio ".
    Come sempre un bel post.
    Un bacione e buona giornata.
    Antonella

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:14 (7 anni ago)

      Ciao Antonella,
      si, mi ricordo perchè ho recuperato poco tempo fa il post perduto dopo la tua segnalazione 😉
      Si, è decisamente bello e particolare.
      Grazie, un bacione e buona serata

      Rispondi
  5. Silvia
    23 Aprile 2013 at 6:50 (7 anni ago)

    Estasi culinarie mi ispira, chissà che prima o poi non riesca a leggerlo (ho sempre una lista interminabili di libri da leggere e troppo poco tempo purtroppo)!

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:18 (7 anni ago)

      ti capisco, nemmeno io riesco a leggere tutto quello che vorrei
      baci

      Rispondi
  6. Eva
    23 Aprile 2013 at 7:08 (7 anni ago)

    Io voglio leggerlo l'eleganza del riccio ma nn riesco mai a trovarlo in offerta… appena lo trovo lo prenderò di sicuro! Stamattina ho aperto il mio nuovo giveaway! partecipa!

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:18 (7 anni ago)

      Qualche tempo fa stava su amazon
      passo subito baci

      Rispondi
  7. Amarillys
    23 Aprile 2013 at 8:10 (7 anni ago)

    "l'eleganza del riccio" l'ho amato!"estasi culinarie" l'ho trovato un po' pesante..

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:29 (7 anni ago)

      anch'io l'ho amato…si, estasi culinarie è una lettura particolare però mi ha coinvolta molto, mi è piaciuto per la sua diversità
      baci

      Rispondi
  8. Marcela Gmd
    23 Aprile 2013 at 9:18 (7 anni ago)

    Lo tengo que leer!! gracias por la propuesta!
    Buen comienzo de semana, Audrey!! y mi g+ para ti!!!

    Besos, desde España, Marcela♥

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:28 (7 anni ago)

      Hola Marcela,
      muchas gracias a ti para tu commentario
      besos

      Rispondi
  9. Bea
    23 Aprile 2013 at 10:41 (7 anni ago)

    Ho l'eleganza del riccio da troppo tempo chiuso sul comodino..sarà la volta buona di mettersi a leggerlo!:) 🙂 Le tue recensioni sono sempre impeccabili!
    Un bacio
    Bea

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:27 (7 anni ago)

      grazieeeeee!!! *.*
      baci baci

      Rispondi
  10. Lilli
    23 Aprile 2013 at 11:47 (7 anni ago)

    Ciao Audrey! Secondo te dalla volta in cui ti ho detto che avrei presto letto L'Eleganza del riccio, l'ho fatto?! Ovviamente no!^^', devo farlo perchè credo ne valga la pena, se poi ne parli così spesso! Al contrario, nemmeno conoscevo l'altro libro..il mio problema è che sto leggendo solo thriller da un paio d'anni a questa parte e non riesco a cambiare genere! Entro l'estate prendo l'impegno e ti dirò!:P Un abbraccio e buona giornata♥

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:26 (7 anni ago)

      Ciao Lilli,
      per me è stata una bellissima lettura, uno di quei libri che mi ha lasciato qualcosa. Ah, ti capisco anch'io spesso mi fisso con un genere 😀
      Un abbraccione e buona serata :** <3 <3

      Rispondi
  11. Beatrice Portinari
    23 Aprile 2013 at 12:02 (7 anni ago)

    Ti dirò cara Audrey, ho trovato questo libro alquanto noioso e molto al di sotto delle aspettative che gli sono state conferite.
    Un abbraccio
    Beatrice

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:25 (7 anni ago)

      Per me è stato un bellissimo libro, però conosco molta gente che l'ha trovato noioso, credo si davvero legato al gusto letterario 😉
      Un abbraccione

      Rispondi
  12. Lady_Celeste
    23 Aprile 2013 at 13:00 (7 anni ago)

    !Hola,preciosa!

    Que maravilla de texto,que bien lo has explicado.
    Muchos besitos preciosa.

    Rispondi
    • Audrey
      23 Aprile 2013 at 19:22 (7 anni ago)

      Hola querida,
      muchas gracias 😉
      besos :***

      Rispondi
  13. Leonor
    24 Aprile 2013 at 0:37 (7 anni ago)

    great post my dear:) would you like to follow each other on GFC, facebook and bloglovin?? let me know darling:)) happy week! one big kiss!

    Leonor
    thesparklinglemon.blogspot.com

    Rispondi
    • Audrey
      24 Aprile 2013 at 19:49 (7 anni ago)

      thank you ;)kiss kiss

      Rispondi
  14. La Betty
    24 Aprile 2013 at 7:08 (7 anni ago)

    Ciao lovvamica,
    ovviamente non l'ho letto, sono ferma a "venuto al mondo" e pare ci stia mettendo veramente il tempo di una gravidanza per finirlo…E che ti devo dire…pigrizia e fancazzismo!
    Ti lovvo

    Rispondi
    • Audrey
      24 Aprile 2013 at 19:53 (7 anni ago)

      Ciao love love love,
      certi libri a volte diventano un parto plurigemellare ahuahbuahuahuahuahauhauaua
      ti capisco, io non stò leggendo nulla per quanto stò a pezzi
      ti lovvo "pur io"

      Rispondi
  15. ♥ vendy ♥
    24 Aprile 2013 at 7:45 (7 anni ago)

    ciao stella…anche io ho l'eleganza del riccio a casa…ma purtroppo col mio cambio repentino di abitudini e routine non sono ancora riuscita a leggerlo…davvero un peccato…penso che quest'estate sotto l'ombrellone ne approfitterò per dedicarmi a qualche ottima lettura
    xoxo
    vendy

    NEW OUTFIT POST ON MY BLOG!!!
    The simple life BLOG

    Rispondi
    • Audrey
      24 Aprile 2013 at 19:55 (7 anni ago)

      Ciuz bella,
      ti capisco benissimo…bè, hai una vita per rimediare e leggerlo e se non sarà quest'estate sarà un'altra 😉
      un bacione

      Rispondi
  16. Miky
    24 Aprile 2013 at 12:44 (7 anni ago)

    L'eleganza del riccio è già da un pò che voglio leggerlo.
    Un bacio dolce Audrey.
    Miky

    Rispondi
    • Audrey
      24 Aprile 2013 at 19:57 (7 anni ago)

      è molto bello, almeno in base a quello che è il mio gusto 😉
      bacione

      Rispondi
  17. Stefyp.
    24 Aprile 2013 at 17:22 (7 anni ago)

    Ho pensato un sacco di volte di leggere "L'eleganza del riccio", ma sai che non l'ho ancora fatto!! Sono imperdonabile, deve essere una storia interessante.
    L'altro invece non lo conoscevo, grazie per le proposte.
    Un abbraccio Stefania

    Rispondi
    • Audrey
      24 Aprile 2013 at 19:58 (7 anni ago)

      Per me è stata una gradevole lettura, mi ha fatto riflettere molto e ho trovato la trama diversa dal solito e originale.
      Un abbraccio

      Rispondi
  18. Federica
    25 Aprile 2013 at 21:43 (7 anni ago)

    ho letto solo l'eleganza del riccio e non mi era piaciuto quindi ho deciso di lasciar perdere l'altro libro

    Rispondi
    • Audrey
      26 Aprile 2013 at 19:49 (7 anni ago)

      bè, ovviamente anche la letteratura è questione di gusti, comunque se non ti è piaciuto quello hai fatto bene a non leggere l'altro

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.