Quanta carta sarebbe servita secondo voi per incartarla? e quanti americani sarebbero serviti per scartarla? Non avremo mai una risposta a queste domande, ma resta pur sempre vero che la gigantesca e stratosferica Statua della Libertà è il regalo più grande e pesante mai donato prima. Si, il famoso monumento simbolo di New York e degli Stati Uniti d’America. La meravigliosa donna che indossa la toga, sorregge fieramente una fiaccola (simbolo del fuoco eterno della libertà), mentre stringe un libro è come tutti sapete un dono dei Francesi ai nostri amici d’oltre oceano. Lei, la libertà, indossa una corona formata da sette punte, che rappresentano i sette mari e i sette continenti, ai suoi piedi vi sono delle catene spezzate che simboleggiano la liberazione. Alta 93 metri, pesante 225 tonnellate, visibile fino a 40 km di distanza , svetta all’entrata del porto sul fiume Hudson, posizionata sulla rocciosa Liberty Island, rappresenta un simbolo di speranza oltre che una buona accoglienza.  Essa fu ideata da Édouard René de Laboulaye e progettata da Frédéric Auguste Bartholdi , ma anche da Gustave Eiffel che si occupò dello scheletro di sostegno. Costruita a Parigi tra il 1880 ed il 1886 è formata da un’armatura in acciaio rivestita da 300 fogli di rame sagomati e rivettati insieme che poggiano su un basamento granitico grigio-rosa di provenienza sarda. Le fattezze della statua sembrano ispirarsi alla statua della Libertà della Poesia, presente sul monumento funebre di Giovanni Battista Niccolini nella basilica di Santa Croce, a Firenze. Mentre secondo altre ipotesi, il progetto si sarebbe ispirato al Colosso di Rodi, ma essa presenta una notevole somiglianza anche con un’ opera marmorea di Camillo Pacetti, collocata al Duomo di Milano.
La statua è stata realizzata con la tecnica a sbalzo, sotto consiglio della fonderia francese Gager Gauthier & Co., in quanto tale tecnica alleggeriva di molto la struttura, che è alta all’incirca 46 metri. Eiffel decise di non realizzare una struttura rigida, questo per dare alla statua la possibilità di muoversi sotto i venti del porto, grazie ad Eiffel la statua è uno dei primi esempi di costruzione a facciata continua, ove la struttura non è autoportante, ma è sostenuta da un’altra struttura presente al suo interno. La famosa statua fu donata dai francesi agli Stati Uniti d’America in 1883 casse, che vennero trasportata a New York tramite nave, essa rappresenta un segno di amicizia tra due popoli e commemora quella che fu la dichiarazione d’indipendenza di un secolo prima. A causa della mancanza di fondi, la statua, non aveva il suo basamento che venne pagato dai cittadini tramite una sottoscrizione pubblica depositata in pochi giorni.

 « Datemi i vostri stanchi, i vostri poveri, le vostre masse infreddolite desiderose di respirare liberi, i rifiuti miserabili delle vostre spiagge affollate. Mandatemi loro, i senzatetto, gli scossi dalle tempeste a me, e io solleverò la mia fiaccola accanto alla porta dorata. »

32 Comments on La Statua della Libertà il regalo di Natale più grande e pesante al mondo

  1. Bbonton
    21 Dicembre 2012 at 9:31 (8 anni ago)

    Pensa che un paio di anni fa, giusto in questi giorni, io e mio marito eravamo a New York… Questa statua è veramente bella e imponente, è molto suggestivo quando la si raggiunge con il battello dal mare.

    Buona giornata!
    Barbara

    http://www.bbonton.it

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 16:02 (8 anni ago)

      Davvero? ma che bello!!!!
      Io non ci sono mai stata, ma immagino che sia qualcosa di sbalorditivo.
      Buona giornata
      kiss kiss

      Rispondi
  2. giovanna
    21 Dicembre 2012 at 9:33 (8 anni ago)

    Non hanno badato a spese i francesi, nel commissionare questo regalo. La statua della Libertà oltre ad essere bellissima, è un simbolo veramente importante. Ciao cara e tantissimi auguri di buon Natale e sereno anno nuovo. Un abbraccio fortissimo.

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 16:03 (8 anni ago)

      Penso proprio di no, anche se alla fine non hanno potuto pagare il piedistallo, che è stato acquistato dagli americani.
      Tanti auguroni anche a te, un grande abbraccio e tanti baci 😉

      Rispondi
  3. Esmeralda D.H
    21 Dicembre 2012 at 10:28 (8 anni ago)

    !!Hola,preciosa!!

    Has puesto una magnifica explicación de los orígenes y las cusas del porque se esculpió la estatua,enhorabuena.

    Yo,vi la original en parís,ya solo me falta ver esta,espero q estas navidades me toque el gordo de la lotería y poder hacer el viajecito jajajaja.

    Muchísimos besitos,guapísima.

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 16:05 (8 anni ago)

      Hola preciosa amiga,
      muchas gracias para tu commentario, espero che la loteria toque mi tambien, cosi puedo ir en America a mirarla ahuahuahuahua
      Muchos besos 😀

      Rispondi
  4. Miky
    21 Dicembre 2012 at 10:51 (8 anni ago)

    Nel cuore la speranza di poterla vedere dal vivo un giorno!
    Buona giornata cara amica.
    Miky

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 16:05 (8 anni ago)

      Siamo in due Miky 😉
      un abbraccio e buona giornata anche a te

      Rispondi
  5. Lilli
    21 Dicembre 2012 at 11:28 (8 anni ago)

    Ciao Audrey! Non conoscevo molte cose della sua storia sai, spero di poterla vedere presto da vicino, deve essere imponentissima!!^^ Un abbraccio cara, buon venerdì!:*♥

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 16:07 (8 anni ago)

      Ciao carissima,
      spero di vederla anch'io un giorno, magari facciamo un bel viaggetto in comitiva 😀
      Un abbraccio grandissimo e buon venerdi anche a te 😉 <3

      Rispondi
  6. SONIA
    21 Dicembre 2012 at 11:32 (8 anni ago)

    Mi piacerebbe poterla vedere dal vivo e visitare anche un po' di AMERICA, di quel mondo che vediamo e immaginiamo attraverso la tv e che sicuramente mi piacerebbe!!

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 16:08 (8 anni ago)

      Anch'io Sonia, è uno dei miei sogni 😀
      speriamo che questo desiderio di entrambe si esaudisca 😉
      un bacione

      Rispondi
  7. Nicoleta_B
    21 Dicembre 2012 at 11:56 (8 anni ago)

    Ottimo post 🙂

    E bello da vedere anche se devi passare un security check che ti fa passare la voglia di tutto 🙂

    Tanti Auguri,

    Nico

    http://www.nicoleta.me

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 16:09 (8 anni ago)

      grazie 😉
      immagino, tipo le 8 ore di fila per vedere la tour Eiffel…
      Tanti auguri anche a te
      kiss kiss

      Rispondi
  8. Silvia
    21 Dicembre 2012 at 13:08 (8 anni ago)

    Io sono stata a New York due volte e non sono mai riuscita a visitarla (la prima volta era chiusa per via degli attentati, e l'altra volta avevo così tante cose da vedere che lei mi è saltata): è segno del destino che ci debba tornare una terza volta per poterla visitare!

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 16:10 (8 anni ago)

      due volte? beata te!!! si, devi tornarci, anche perchè non c'è 2 senza 3 😉

      Rispondi
  9. Melinda Santilli
    21 Dicembre 2012 at 13:52 (8 anni ago)

    Io non sono stata New York, ma ho visto la cugina parigina e fa già impressione!
    Chissà quanta carta davvero…
    Bacioni!

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 16:11 (8 anni ago)

      Nemmeno io…bè, anche la tour Eiffel è davvero imponente e una sensazione strana te la da, chissà perchè poi…mah!!!
      Bacioni anche a te 😀

      Rispondi
  10. Jene
    21 Dicembre 2012 at 16:45 (8 anni ago)

    Qualcuna di noi Jene la statua a NY l'ha vista: è davvero bella e imponente al pari della Tour Eiffel.
    Vi immaginate mettere intorno un nastro di Natale?
    Un saluto, Le Jene

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 16:55 (8 anni ago)

      Ciao Jene,
      io ho visto la tour Eiffel e naturalmente lascia senza parole, perciò penso che anche la statua della Libertà dia lo stesso effetto.
      Si, l'ho pensato anch'io, chissà quanta carta e quanto nastro servirebbe e poi chissà che effetto farebbe vederla impacchettata 😉
      ciao ciao Jene

      Rispondi
  11. Maruzza
    21 Dicembre 2012 at 17:56 (8 anni ago)

    E' uno dei motivi principali per cui mi piacerebbe andare a NY…troppo bella!

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 17:57 (8 anni ago)

      concordo 😉

      Rispondi
  12. Marcela Gmd
    21 Dicembre 2012 at 18:32 (8 anni ago)

    Tuve la suerte de visitarla y sacar muchas fotos!!! maravilloso post, Audrey!!!!
    Te deseo una Feliz Navidad, querida amiga!!!! g+ siempre para ti….
    …………(¯`O´¯)
    …………*./ | .*
    …………..*♫*.
    ………, • '*♥* ' • ,
    ……. '*• ♫♫♫•*'
    ….. ' *, • '♫ ' • ,* '
    ….' * • ♫*♥*♫• * '
    … * , • Feliz' • , * '
    …* ' •♫♫*♥*♫♫ • ' * '
    ' ' • . Navidad . • ' ' '
    ' ' • ♫♫♫*♥*♫♫♫• * ' '
    …………..x♥x
    …………….♥ Besos, desde España, Marcela♥

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 20:31 (8 anni ago)

      hola preciosa amiga,
      que suerte tuve 😉
      gracias como siempre para ser pasada en mi blog,FELIZ NAVIDAD!!!!
      <3 <3 <3 😀
      muchos besos

      Rispondi
  13. Antonella
    21 Dicembre 2012 at 19:47 (8 anni ago)

    Ciao Audrey, certo che immaginarsela impacchettata con tanto di fiocco…lascia senza fiato. Vorrei vedere NY a Natale, uno spettacolo meraviglioso.
    Un bacione Antonella

    Rispondi
    • Audrey
      21 Dicembre 2012 at 20:32 (8 anni ago)

      Ciao Antonella,
      vorrei vederla tanto anch'io…
      bacioneeee

      Rispondi
  14. Stefyp.
    21 Dicembre 2012 at 22:10 (8 anni ago)

    Non sono mai stata a NY, ma mi piacerebbe essere lì in questi giorni..
    deve essere uno spettacolo stupendo!
    Ciao Stefania

    Rispondi
    • Audrey
      22 Dicembre 2012 at 9:35 (8 anni ago)

      anche secondo me sarà un incanto, soprattutto a capodanno 😉
      ciao ciao Stefania

      Rispondi
    • Audrey
      22 Dicembre 2012 at 9:35 (8 anni ago)

      Lo spero tanto anch'io 😉
      bacio anche a te

      Rispondi
  15. Saji Connor
    22 Dicembre 2012 at 13:53 (8 anni ago)

    Immagino: riceverla incartata e cercare di indovinare cosa c'è dentro 🙂 Bellissimo sarebbe anche scartare un regalo così grande! Woooow!!!
    Io so che lo spessore della copertura è lo stesso di un penny! Sarebbe un sogno visitarla… peccato per le mie vertigini, dovrei solo guardare lontano e non in basso >.<'

    Rispondi
    • Audrey
      22 Dicembre 2012 at 14:39 (8 anni ago)

      eh giá!!!!non sapevo questa cosa del penny…anch'io soffro un pó di vertigini 😀
      kiss kiss

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.