Le storie che leggiamo sono sempre frammenti di vita vissuta, che trascinano l’autore negli avvenimenti che a volte si raccontano da soli, altre volte non possono avere un seguito. 
Scrive significa avere l’impulso irrefrenabile di raccontare qualcosa e condividere qual qualcosa con gli altri. Leggere che cos’è? Io credo che sia la voglia di evadere, scoprire nuovi mondi, dimensioni diverse e persone sempre nuove. Leggere vuol dire entrare in un’altra vita e coglierne l’essenza. Leggere vuol anche dire identificarsi con il personaggio. Ogni storia è un racconto a se, ma ogni racconto è qualcosa di speciale. Leggere vuol dire nutrire la mente, ma darsi anche uno svago. Leggere è immaginazione: profumi, colori, atmosfere, sensazioni.

Lo so come ti senti. È come essere dietro un vetro, non puoi toccare niente di quello che vedi. Ho passato 3/4 della mia vita chiuso fuori, finché ho capito che l’unico modo è romperlo. E se hai paura di farti male, prova a immaginarti di essere già vecchio e quasi morto, pieno di rimpianti. 

                               Due di Due

È che non bisognerebbe mai immaginarsi niente molto in dettaglio, perché l’immaginazione finisce per mangiarsi tutto il terreno su cui una cosa potrebbe succedere.
                                      Due di Due

Ti sembra che una persona cambi da un momento all’altro, ma è solo che le hai sovrapposto un’immagine per farla corrispondere a come la vorresti.

                                     Due di Due

A volte mi sembrava di essere ad una distanza terribile dalla vita; di sentirne solo echi e riverberi lontani: filtrati e adattati, doppiati e interpretati da altri prima di arrivare fino a me.

                                                         Due di Due

28 Comments on Due di due – Andrea De Carlo

  1. Antonella
    16 Settembre 2012 at 16:17 (8 anni ago)

    Ciao Audrey, molto bello e originale questo post, come al solito bravissima. Leggere che cos'è? Ma sai che non lo so. Per me leggere è tutto, non potrei assolutamente immaginare una vita senza libri e quindi senza lettura. Leggere è avere dei compagni di viaggio che sono sempre lì quando ne ho bisogno. Leggere è dare un senso diverso a certe giornate che proprio non vanno giù. Leggere è nutrirmi, perchè cosa saremmo senza letture? Io sono sicura che non sarei così se non avesi letto il mio amato Dostoevskij e come lui tanti altri.
    Bello, davvero bello questo post.
    Ciao Audrey, un abbraccio.
    Antonella

    Rispondi
    • Audrey
      17 Settembre 2012 at 8:11 (8 anni ago)

      Ciao Antonella,
      Grazie per il bel complimento 😀
      bè,la tua idea di leggere è uguale alla mia,una delle altre cose che ci accomunano 😉
      Baci e buona giornata

      Rispondi
  2. Eva
    16 Settembre 2012 at 16:32 (8 anni ago)

    Ho letto "nel momento" di questo scrittore e mi è piaciuto molto… 🙂

    Rispondi
    • Audrey
      17 Settembre 2012 at 8:13 (8 anni ago)

      Ciao Eva,
      anche tu come me sei un'accanita lettrice da quello che sto vedendo…
      😀
      Xoxo

      Rispondi
  3. Lilli
    16 Settembre 2012 at 17:19 (8 anni ago)

    Audrey sei bravissima tu a scrivere!!:) un abbraccio!

    Rispondi
    • Audrey
      17 Settembre 2012 at 8:14 (8 anni ago)

      Grazie Lilli….troppo buona 😉
      Baci baci

      Rispondi
  4. Cosimo Piovasco di Rondò
    16 Settembre 2012 at 19:53 (8 anni ago)

    Bello e originale il post, sì… ma sul soggetto stavolta non sono d'accordo: se c'è un autore contemporaneo che non sopporto è proprio De Carlo, coi suoi romanzi che sembrano sceneggiature cinematografiche, tutti scritti al presente storico se non addirittura (bleah!) al passato prossimo.
    Mai capito che ci abbia trovato il grande Calvino (fu lui a segnalarlo agli editori) in uno come De Carlo…
    Salutoni, tuo
    Cosimo

    Rispondi
    • Audrey
      17 Settembre 2012 at 14:14 (8 anni ago)

      Ciao Cosimo,
      grazie per il complimento.
      Sapevo che De Carlo era stato "scovato" da Calvino, proprio per questo lessi Due di Due, essendo un amante del caro Italo. Devo dirti che Due di Due alla fine l'ho apprezzato come racconto. Per questo decisi di leggere altro, ma ben presto De Carlo mi deluse, non tanto per l'uso dei tempi e la scrittura da scenografia; ma per la poca inventiva. Le sue storie si assomigliano molto e la cosa non mi piace, come i cantanti che cambiano le parole usando sempre la stessa musica. Comunque l'ho solo usato per le frasi del libro e come spunto alla mia riflessione. Questo non vuol dire che lo giudico un grande scrittore, però giudico abbastanza valida una sua opera (se cosi vogliamo chiamarla). Anche se il mio giudizio,ovviamente, conta poco visto che non sono un'intenditrice,ma un umile appassionata di lettura.
      Buona giornata e grazie per il tuo commento (sono sempre molto utili ed apprezzati).

      Rispondi
    • Cosimo Piovasco di Rondò
      17 Settembre 2012 at 22:32 (8 anni ago)

      Ah, ecco… Due di due non l'ho letto, magari è davvero il meno peggio di De Carlo. Ho letto Yucatan e Tecniche di seduzione e mi è bastato…
      Sulle "storie che si assomigliano"… guarda, io sono d'accordo con quelli che dicono che ogni scrittore (degno di tal nome) ha in realtà un'unica ossessione e racconta sempre la stessa storia, in mille modi mascherata. Ma, per l'appunto, bisogna saperlo fare senza infastidire il lettore.
      Baci, tuo
      Cosimo

      Rispondi
    • Audrey
      18 Settembre 2012 at 7:07 (8 anni ago)

      Concordo pienamente…perchè sempre la stessa zolfa "ma anche no", dopo un pò non ne puoi più 😉
      ciao ciao

      Rispondi
  5. CherryJPriano
    16 Settembre 2012 at 20:04 (8 anni ago)

    Ho trovato per caso il tuo blog, è davvero molto interessante e questo post mi piace, non ho mai letto nulla di De Carlo, ma penso che lo farò presto 🙂 Passa da me se ti va, potremmo seguirci a vicenda 🙂

    Rispondi
    • Audrey
      17 Settembre 2012 at 14:18 (8 anni ago)

      Ciao,
      grazie!!
      Certo che passo a presto.
      😀

      Rispondi
  6. giovanna
    16 Settembre 2012 at 21:12 (8 anni ago)

    Leggere è cibo per la mente, e tu ci dai molti spunti e stimoli per farlo. Grazie ciao.

    Rispondi
    • Audrey
      17 Settembre 2012 at 14:19 (8 anni ago)

      Grazie Giovanna per le tue belle parole..
      Un bacione

      Rispondi
  7. Paola
    17 Settembre 2012 at 10:12 (8 anni ago)

    Adoro leggere e i tuoi post sono sempre molto interessanti, ho risposto al tuo gentile commento sul mio risotto, aspetto la tua ricetta! Un bacione!
    Paola
    http://www.lechicchedipaola.it/

    Rispondi
    • Audrey
      17 Settembre 2012 at 14:22 (8 anni ago)

      Ciao Paola,
      grazie!!! Vengo subito a svelarti il mio segreto…
      Baci

      Rispondi
  8. La Betty
    17 Settembre 2012 at 10:34 (8 anni ago)

    Le tue introduzioni sono sempre meravigliose…continua ad alimentarci con le tue espressioni Audrey…leggerti è sempre un piacere e si ha la possibilità di apprendere molte cose,sia di te che del mondo per il quale provi interesse….
    Bellissime anche le frasi che hai scelto del libro!

    Rispondi
    • Audrey
      17 Settembre 2012 at 14:27 (8 anni ago)

      Betty grazieeeeee!!!!mamma quanti complimenti,passerò dal bianco al rosso,visto che le belle parole mi fanno arrossire XD
      Buona giornata kiss kiss

      Rispondi
  9. Saji Connor
    17 Settembre 2012 at 11:08 (8 anni ago)

    Ho provato a leggere De Carlo ma non mi è piaciuto.
    Il tuo post invece sì!
    xoxo

    Rispondi
    • Audrey
      17 Settembre 2012 at 14:30 (8 anni ago)

      Grazie!!!!
      Comunque io ho apprezzato solo Due di Due di De Carlo, perchè le altre storie si somigliano tutte,infatti non lo leggo piú nemmeno io.
      Baci

      Rispondi
  10. Miky
    17 Settembre 2012 at 14:48 (8 anni ago)

    Grazie Audrey, i tuoi post sono sempre molto interessanti.
    Un abbraccio.
    Miky

    Rispondi
    • Audrey
      17 Settembre 2012 at 15:25 (8 anni ago)

      grazie a te Miky
      un bacione 😀

      Rispondi
  11. Paulina
    18 Settembre 2012 at 9:20 (8 anni ago)

    Great post:) kiss!

    Rispondi
    • Audrey
      18 Settembre 2012 at 10:29 (8 anni ago)

      Thank you
      nice day and Xoxo

      Rispondi
  12. Marcela Gmd
    18 Settembre 2012 at 16:17 (8 anni ago)

    Audrey sigo pidiéndote ayuda…como hacer para organizar los premios en la barra superior…
    todavía no arreglé lo de facebook pero creo que lo entendí.
    Besos, Marcela

    Rispondi
    • Audrey
      18 Settembre 2012 at 16:46 (8 anni ago)

      Marcela,
      ¿Me puede dar tu e-mail?
      porque no me hace escribir sombre el commentario las cosas en
      HTML. Si puede tarme tu e-mail te esplico y scribo todo 😉
      besos

      Rispondi
  13. silvia
    18 Settembre 2012 at 19:38 (8 anni ago)

    l'unico libro di de carlo che mi sia piaciuto è stato "uto" (spero di non sbagliare il nome)

    Rispondi
    • Audrey
      19 Settembre 2012 at 15:18 (8 anni ago)

      Si,mi sa che c'è anche uto tra i suoi scritti, non hai sbagliato.
      Però non l'ho letto,mi sono fermata prima…

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.